Caserta. Convegno pubblico della Cgil Fp all'Ospedale

Le funzioni pubblicherappresentano il luogo dove i cittadini, soprattutto le fasce più deboli,possono esigere diritti fondamentali come salute, istruzione, assistenza esicurezza, difendono inoltre beni comuni, quali acqua, energia, trasportopubblico, beni decisivi per garantire benessere alle persone e buona qualità divita".

03/nov/2007 07.20.00 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Funzione Pubblica CGIL

Caserta

Caserta,sabato 3 novembre 2007

Agli organi di informazione

Comunicatostampa

Caserta. Convegno pubblico della Cgil Fp all’Ospedale

         “La Cgil Fp difende il bene pubblico perchégarantisce l'universalità dei servizi e dei diritti. Le funzioni pubblicherappresentano il luogo dove i cittadini, soprattutto le fasce più deboli,possono esigere diritti fondamentali come salute, istruzione, assistenza esicurezza, difendono inoltre beni comuni, quali acqua, energia, trasportopubblico, beni decisivi per garantire benessere alle persone e buona qualità divita”.

          A parlare è Maria De Marco,coordinatrice della Cgil Fppresso l’Azienda Ospedaliera Sant'Anna e SanSebastiano di Caserta, alla vigilia del convegno che avràluogo lunedì 5 novembre alle ore 10 pressol’Aula Magna del nosocomio.

Pubblico è meglio”: questo iltema dell’incontro che vedrà la presenza, tra gli altri, di Rosanna Dettoni della segreteria nazionale della Cgil Fp, di Luigi Savio dellasegreteria regionale e di Umberto Pugliese segretario provinciale CgilFp.

         “E' necessario – sottolinea la De Marco – qualificare il lavoro pubblico, iniziandodal superamento del precariato. I lavoratori che si trovano in queste condizioni spesso svolgono funzioni strutturali edinnovative della pubblica amministrazione che qualificano i servizi rivolti aicittadini. La precarietà mangia il futuro dei giovani e rende impossibile unqualsiasi progetto di vita, qui al sud paghiamo lo scotto di un precariato dellapeggiore specie, ricattatorio, senza diritti e tutele. Ormai – conclude la sindacalista – tutti ne parlano, daipolitici al Papa, ma nessuno passa ai fatti. Bene farebbe chi ha laresponsabilità politica a non limitarsi ad enunciare i problemi, ma anche arisolverli”.

 

        Conpreghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione.I giornalisti che volessero partecipare all’evento, richiedere foto informato jpeg o contattare l’ufficio stampa perogni altra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

L’Ufficio Stampa

Questo messaggioe-mail, inviato in Ccn a unalista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipocommerciale. Coscienti che invii di posta elettronica indesiderati siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare lenostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. Anorma della Legge 675/96 abbiamo reperito il Suoindirizzo e-mail di persona, navigando in rete o da messaggi di postaelettronica che l’hanno reso pubblico. Questo messaggio non può essereconsiderato spam poiché include la possibilità di essere rimosso daulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendessericevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta conoggetto: “Cancella”. Grazie.

Ai sensie per gli effetti del D. Lgs. 196/03, le informazioni contenute in questomessaggio e-mail sono dirette esclusivamente al destinatario, e come tali sonoda considerare riservate. È vietato pertanto utilizzare il contenutodell’e-mail, prenderne visone o diffonderlo senza autorizzazione. Qualorafosse da Lei ricevuto per errore voglia cortesemente rinviarlo al mittente esuccessivamente distruggerlo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl