Fw: puo' il medico di famiglia certificare le patologie ai fini dell'esenzione ticket?

08/dic/2003 04.23.26 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Subject: puo' il medico di famiglia certificare le patologie ai fini dell'esenzione ticket?

Inoltro volentieri quanto sollevato dal Sindacato Nazionale di Medicina Generale ed Emergenza Sanitaria a proposito della possibilita' o meno da parte del medico di famiglia di certificare le patologie ai fini della esenzione ticket, perche' mi sembra che nelle regioni italiane correntemente la interpretazione in tal senso sia negativa, mentre invece  una sentenza del TAR Lazio darebbe una risposta in senso positivo, consentendo con cio'  agli assistiti un risparmio di tempo e di denaro e alle Asl una diminuzione delle liste di attesa per le visite e per le analisi specialistiche finalizzate a questi accertamenti.

La comunicazione che segue questa mia breve nota e' del dott. E. Sinesio, segretario del Sindacato Nazionale di Medicina Generale ed Emergenza Sanitaria dell'Italia centrale, gli allegati si riferiscono a quanto gia' fatto, compresa una denuncia per rifiuto o omissioni d'atti di ufficio dei responsabili della struttura di un distretto di una asl che avendo rifiutato di accettare una certificazione rilasciata dal medico di medicina generale convenzionato, su richiesta, non hanno rilasciato la dovuta motivazione (del rifiuto) (L: 241).

Si tratta, a mio parere, di una questione da affrontare con la dovuta attenzione che merita, perche' i risvolti potrebbero essere interessanti sia per il cittadino che per il medico; sarebbe pertanto auspicabile che venissero comunicate e partecipate tutte le ventuali iniziative in tal senso.

Cordiali e cari saluti a tutti.

Luigi Sedita

************************************************************************************************************************************************************************************************
 
Carissimi,
dopo aver avuto conoscenza della Decisione del TAR Lazio n. 8701/2002  ( http://www.giustizia-amministrativa.it/ricerca2/index.asp ) che riconosceva piena validità alle certificazioni del medico di Assistenza Primaria, ho inviato all'Assessore alla Sanità del Lazio l'allegata nota con i rilievi sulle modalità restrittive con cui viene riconosciuto ai pazienti il diritto all'esenzione dai tickets per patologie croniche od invalidanti.
 
La diffusa interpretazione  della normativa esclude l'efficacia, a tal fine, delle certificazioni del M.M.G.
Questo da un lato svilisce il nostro ruolo, dall'altro costringe il cittadino (soggetto ancor più indifeso per età e/o patologia) a visite non sempre necessarie e con lunghe liste d'attesa (ricordando anche che la legge stabilisce che la prima visita specialistica è a pagamento).
 
Hanno preso posizione sull'argomento più Associazioni di cittadini, come in allegato.
 
La persistenza del problema, stante il silenzio assessorile ed il disappunto dei pazienti edotti delle potenzialità  riconosciute dal TAR Lazio, mi ha indotto, insieme ad una delle Associazioni (una sola per meri problemi logistici di firma congiunta), dopo aver avuto la "liberatoria" dal segreto professionale, ad esporre la questione alla magistratura (denuncia allegata).
 
Sarebbe opportuna una più ampia ricognizione sui territori, per avere chiara la portata del problema, le esperienze dei colleghi e quelle dei pazienti.
 
Con un rinnovato abbraccio a tutti, Eugenio Sinesio. 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl