THE SECRET PUBLIC - The Last Days of the British Underground 1978 - 1988. A Video Library

05/nov/2007 17.30.00 Rosanna Tripaldi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

 

 

THE SECRET PUBLIC

 

The Last Days of the British Underground 1978 - 1988.

A Video Library

 

15 Novembre > 7 dicembre 2007 > The British School at Rome

Via A. Gramsci > 61 > Roma

inaugurazione 14 novembre 2007 > h 18.30

Mercoledì 14 Novembre alle ore 18.30 si inaugura The Secret Public: The Last Days of the British Underground 1978 - 1988. A Video Library.
Il Contemporary Arts Programme di The British School at Rome torna così a proporre al proprio pubblico un'analisi della scena underground nel Regno Unito. Dopo la rassegna Video Vibe. Arte, musica e video in Gran Bretagna (2000), la mostra dedicata a Leigh Bowery (2006), il festival Derek Jarman@10 (2004), The Secret Public prende in esame, attraverso una ricca raccolta di materiali video, un certo tipo di creatività che, lontana dai canoni tradizonali della cultura artistica, prese forma tra il 1978 e il 1988. Arte, moda, cinema, performance video e musica, furono i campi d’azione scelti da artisti che spesso rifiutarono questa stessa definizione e che preferivano i club alle gallerie d’arte.

Tra l’insofferenza nei confronti dell’ultra-conservatorismo moralista dell’era Thatcheriana e la comparsa dell’AIDS, personaggi come Michael Clark, Leigh Bowery, Charles Atlas, John Maybury, Derek Jarman, Bodymap, Stuart Marshall & Neil Bartlett, diedero vita a una cultura parallela, che si muoveva seguendo un suo personale network di attività, eventi, economie, celebrità. Una generazione, quella a cavallo tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta in Gran Bretagna che è perfettamente rappresentata nelle pagine della fanzine creata da Linder and Jon Savage e pubblicata a Manchester nel 1978, intitolata appunto The Secret Public.

 

Proprio come il punk ha ha dato vita a una celebrazione spesso ambigua della violenza, della negatività e dalla protesta, così gli artisti di TSP hanno risposto a questa oscura visone del mondo moderno proponendo un linguaggio eclettico fatto di citazioni storiche e riferimenti contemporanei. Dada, Surrealismo, tecniche di cut-up (da William S. Burroughts a Bryon Gysin) sono evocati accanto alla patinata cultura Pop della Factory di Warhol, il New Romantic e il dandismo post-punk.

 

Trascurati o sottovalutati dalla critica a loro contemporanea per la natura ibrida, non convenzionale, underground del loro lavoro, hanno invece influenzato molti dei protagonisti delle generazioni successive. Focalizzandosi su questa particolare decade (il 1978, data simbolica della”morte” del punk, e il 1988, la nascita del fenomeno degli Young British Artists) la mostra invita a una considerazione critica del panorama culturare di questi anni attraverso 14 lavori su monitor e altri in proiezione. Tra documentazioni di performance, video musicali, film, The Secret Public evidenzia i caratteri di questa questo periodo che probabilmente può essere considerato come l’ultimo impeto di genuina, radicale sperimentazione prima dell’avanzata della cutura di massa nella quale ogni manifestazione di originalità e cultura alternativa verrà appiattita.

 

 

 

THE SECRET PUBLIC / MONITOR WORKS:

 

Mary Pat Leece & Joanna Davis

Bred and Born (1983)

16 mm on DVD, 75min

 

Stuart Marshall

Bright Eyes (1984)

Video, 80 min

 

Duvet Brothers

Blue Monday/War Machine (1984)

Video, 10min

 

Gorilla Tapes

Death Valley Days (1984)

Video, 20min

 

Cerith Wyn Evans

Epiphany (1984)

16mm on DVD, 24min

 

Still Life With Phrenology Head (colour) - L’Action Sentimentale - Still Life With Phrenology Head (b/w) (1979)

Super8 on DVD, 14min

 

Isaac Julien

Territories (1984)

Video, 25min

 

Tina Keane

In Our Hands, Greenham (1984)

Video, 38min

 

Sandra Lahire

Arrows (1984)

16mm on DVD, 15min

 

John Akomfrah & Black Audio Film Collective (BAFC)

Handsworth Songs (1986)

Video 58min

 

Stuart Marshall & Neil Bartlett

Pedagogue (1988)

Video, 10min

 

Charles Atlas

Because We Must (1989)

Video / DVD, 53min

 

Mark E. Smith     

Hey! Luciani: The Life and Codex of John Paul I (1986)

Video-documentation of performance at Riverside Studio, DVD; dur. 62 min 37 sec

 

Derek Jarman

Glitterbug (1993)

Super8 on DVD, 60min

 

John Maybury

Maledicta Electronica (1996)

Video/dvd

 

 

Ad accompagnare la mostra, un programma di proiezioni e incoltri che avranno luogo il 22 e il 29 Novembre e il 6 Dicembre a partire dalle h.21 nell’Auditorium della stessa BSR. Negli stessi giorni verrà effettuata una apertura straordinaria della mostra, dalle 21 alle 23.

 

29 Novembre h.21_ Screening dei video dei Throbbing Gristle. La proiezione sarà preceduta da una conversazione tra Cosey Fanni Tutti e Daniela Cascella.

 

“I Throbbing Gristle nascono nel 1975 come progetto musicale composto da Genesis P-Orridge, Cosey Fanni Tutti, Peter ‘Sleazy’ Christopherson e Chris Carter. In precedenza Genesis e Cosey avevano fatto parte di “COUM Transmissions”, un collettivo che nel corso degli anni Settanta aveva portato la performance art ai limiti più estremi dal punto di vista dei contenuti e dell’impatto visivo. [...] In ogni loro manifestazione, dai concerti alla propaganda, dall’impiego di sintetizzatori e tape recordings alla produzione della loro etichetta discografica “Industrial Records”, i Throbbing Gristle si sono dimostrati anticipatori delle tendenze più avanzate della musica e dell’arte nel senso più esteso dei due termini. Nei quattro album in studio e nelle numerose registrazioni dal vivo sono racchiusi spunti ed idee che continuano ad essere presenti nelle odierne ricerche musicali e teoriche, basti pensare, ad esempio, all’attenzione volta dal gruppo e in particolar modo  da Genesis P-Orridge verso la problematica del “tribale” e dei “cyberspace primitives” (D.Cascella, Videovibe, Castelvecchi, 2000).


 

La mostra The Secret Public The Last Days of the British Underground 1978 - 1988, curata da Stefan Kalmár, Michael Bracewell, Ian White, è stata ospitata al  Kunstverein München (ottobre-novembre 2006) all’ICA di Londra (marzo-maggio 2007)

 

 

The British School at Rome, Via A. Gramsci 61, 00197, Roma

Info:                             06.32649381; cap@bsrome.it

Periodo:                      15 novembre-7 dicembre 2007

Inaugurazione:             mercoledì 14 novembre ore 18.30

Orario:                        dal lunedì al sabato 16 - 19.30. Ingresso: libero

Stampa:                      Rosanna Tripaldi

                                  pressoffice@bsrome.it;

                                  rostrip@hotmail.com;

                                  M. 338.1965487

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl