9-12 novembre 2007: Happy Birthday Sesto Senso The Club (Desenzano del Garda)! l'11/11 concerto live di Old Man River, rivelazione dell'estate 2007 con "La"

06/nov/2007 20.20.00 Lorenzo Tiezzi Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

9-12 novembre 2007: Happy Birthday Sesto Senso The Club (Desenzano del Garda)! l'11/11 concerto live di Old Man River, rivelazione dell'estate 2007 con "La"

I giornalisti che volessero pernottare in hotel sul lago dopo la serata dell'11 (domenica) o anche il 10 (sabato) possono contattare l'ufficio stampa 

foto del locale e dell'artista Old Man River  su www.lorenzotiezzi.it sezione DOWNLOAD e poi Sesto Senso Desenzano

HAPPY BIRTHDAY SESTO SENSO!

L'11 novembre dalle 23 in poi Old Man River si esibisce live al Sesto Senso di Desenzano del Club. Un vero evento che ha come cornice uno dei più storici club europei che proprio in quel weekend celebra il suo compleanno.

Sesto Senso The Club è nato nel 1971 e da allora fa ballare chi cerca un ambiente esclusivo. La clientela Sesto Senso è molto diversa da quella di una classica discoteca, è composta da 20/50enni che quando escono hanno voglia di emozionarsi e ritrovarsi al tavolo, o al banco, con i propri amici. Frequentato da imprenditori, universitari e molto amato dal pubblico femminile, il Sesto è da sempre meta preferita da personaggi dello spettacolo che ci vengono a divertirsi come normali clienti e non come guest pagati. La scorsa estate il club ha ospitato l'attore Will Smith, che si è pure esibito al microfono come ai tempi in cui si faceva il rapper. Tutto ciò accade perchè l'atmosfera al Sesto è sempre sofisticata, ma contemporaneamente mette a proprio agio anche chi vuol passare una serata tranquilla. 

Il secondo week end di novembre la nuova gestione del locale, quella che l'ha fatto tornare ad essere un punto di riferimento per la qualità delle sue proposte,  compie tre anni di vita. Quella del compleanno è l'occasione giusta per regalare agli ospiti del club una serie di feste in stile anni '70. 

Si comincia venerdì 9 con un party Flower Power, ben rappresentato dal flyer - invito al party in stile Sgt Pepper dei Beatles,  con i volti dei membri dello staff del club mescolati a quelli dei musicisti di una improbabile banda musicale. I jeans a zampa d'elefante sono benvenuti mentre simboli della pace e luci psichedeliche  riempiranno il locale dell'atmosfera di quel periodo. Come ogni venerdì, la notte parte con una cena alla carta al ristorante Sestino (solo 50 coperti per sera, dalle 21), più che un semplice privè uno spazio a sè, dalle sonorità sempre diverse da quelle della sala. Spesso il Sestino ospita eventi eventi in partnership con marchi internazionali (Audi, Dirk Bikkembergs) e locali di prestigio. Più tardi si continua a ritmo di una live music che sfocia con un dj set in stile Sesto, un groove musicale che dà energia senza spaccare i timpani.

La festa prosegue sabato 10 e finisce lunedì 12, con la nuova one night "Posh", una serata, come sempre al Sesto, da ospiti provenienti da tutto il nord Italia. L'evento "Posh" è in bilico tra lusso, moda e glamour. Ma l'apice arriva probabilmente domenica 11 novembre, quando guest del Sesto Senso è Ohad Rein, meglio conosciuto come Old Man River, il talento musicale consacrato dal successo di "La", il pezzo dell'estate 2007 insieme ad "Umbrella" di Rihanna, protagonista anche in questi giorni della colonna sonora degli spot Wind. La serata inizia alle 21 con un buffet che precede il concerto di Old Man River (dalle 23) e poi il consueto dj set. 

Le novità di Sesto Senso non si esauriscono certo col compleanno. Tra le prossime iniziative c'è "Sesto Senso in Tour", una serie di serate - evento in tutta Europa all'insegna dell'eccellenza. Parigi, Barcellona, Mosca ed altre capitali europee per una notte balleranno grazie al divertimento Made in Italy dello staff del Sesto. 

Sesto Senso The Club
via Tommaso Dal Molin 99
Desenzano Del Garda (Bs)
www.sestosenso.it
+39 030 9141211
+39 347 6936324
+39 335 7724235
+39 335 1800689




COME OLD MAN RIVER RACCONTA IL SUCCESSO DI "LA"

 ‘La’ (come in ‘la la la’, da non confondere con la città di l.a.) l’ho scritta in un giorno di sole durante un incontro di terapia musicale nella periferia occidentale di Sidney con un gruppo di giovani mentalmente disabili o meglio, come mi piace definirli, con capacità davvero speciali.

Durante questi gruppi di lavoro operiamo in piena libertà. A volte ci dilettiamo con  le percussioni, a volte suono la chitarra. Quel giorno abbiamo deciso di affrontare una prova di creatività scrivendo un brano insieme. Ho preso la chitarra e gli accordi della canzone hanno cominciato a fluire tra di noi come se stessero semplicemente aspettando di essere suonati. La melodia ha preso magicamente forma insieme agli accordi. Non ci restava che trovare il verso guida.

Alex, una ragazzina del gruppo intenta a scrutare il cielo oltre le porte spalancate, ha cominciato a descrivere quel che stava osservando: ‘Sun’s coming up in the sky...’ e bam! Ecco cha avevamo il nostro verso guida!  Tutti cantavano assieme quel brano che ancora non era stato scritto.

La mia lezione finisce, torno a casa e mi dedico ad altre cose. Mi faccio una nuotata e solo nel pomeriggio mi rendo conto di aver scordato la melodia.

Le canzoni hanno un modo tutto speciale di scegliere quando presentarsi. Riescono sempre a sorprenderti. Quando bussano alla tua porta sono del tutto inaspettate ma sempre benvenute. Poi tendono a svanire nel nulla, senza lasciare alcuna traccia, nota o informazione circa il luogo in cui si trovano. E’ come se non fossero mai state qui! Ma se una canzone è giusta, allora certamente prima o poi tornerà... Ho chiamato il mio amico Beau che era con me durante l’incontro di gruppo. Ricordava bene la melodia e me l’ha fischiettata al telefono. Il brano era tornato!

Più tardi in studio, durante la registrazione, ci è sembrato opportuno eseguirlo con un grande coro o, ancor meglio, con un coro di ubriachi. Così abbiamo radunato un gruppo di cari amici e ci siamo divertiti un sacco. Inspiegabilmente, in entrambe le sessioni di registrazione - Sidney e Londra -  durante l’esecuzione del brano il coro di ubriachi è stato travolto da una bizzarra euforia. Tutti sembravano posseduti da spiriti animali... nella parte conclusiva li sentirai ululare come lupi affamati o muggire come mucche impazzite. Io stesso mi sono ritrovato a imitare il suono di una mandria selvatica al galoppo... una di quelle cose impossibili da spiegare. Succede quando la gente sente questa canzon ... anche durante i concerti!
Chi lo sa, potrebbe capitare anche a voi! State all’erta e buon divertimento!



BIOGRAFIA OLD MAN RIVER


Ohad Rein, ovvero Old Man Rivera, ha il potere di vivere e respirare la musica. Con la stessa naturalezza con cui trae ispirazione dal mondo, forgia brani sulla vita e sull’amore, la musica e i sogni. Sublime cantastorie ed eterno viaggiatore, compositore e musicista dal talento innato, Ohad è un osservatore intuitivo e profondo di tutto ciò che lo circonda. Insegue un preciso obiettivo: condividere con il resto del mondo questa gioia. Per Ohad e la sua Old Man River band la gioia è un’energia che si diffonde attraverso la sua voce calda e le sonorità pittoresche che rievocano suggestioni anni ’60.

Dopo molti anni trascorsi all’estero, Ohad ritorna a Sidney, la sua città natale. In Australia i vecchi amici e la famiglia lo accolgono in un’atmosfera distesa che sembra risvegliare e infiammare la sua creatività. Conserva una grande passione per i ritmi e la frenesia delle città d’oltremare, ma gli spazi sconfinati in cui ora si trova a pensare e respirare hanno un effetto liberatorio. Si ritrova presto inserito in un circolo di entusiastici musicisti. Old Man River ha finalmente trovato la sua dimensione. L’energia collettiva condivisa con i Gelbison, gruppo pop-rock di Sidney, si concretizza nel tour intrapreso con la band. Insieme scriveranno alcuni dei brani del nuovo album ‘Good Morning’. L’energia si riversa poi nel fortunato progetto Nations-By-The-River che combina il talento dei Gelbison e di Luke Steele (The Sleepy Jackson).

Questa energia musicale ‘collettiva’ costituisce in realtà il cuore e l’essenza del sound di Old Man River. Quando imbraccia la chitarra e si trova a fare jam con gli amici, i brani sembrano scaturire in modo assolutamente naturale. Il singolo di punta ‘Sunshine’ è stato concepito durante un festival musicale a Victoria. Come ci racconta lo stesso Ohad :”E’ arrivato spontaneamente. Le parole fluivano dai presenti con grande naturalezza.” Dopo quel giorno Ohad non ci pensa più, fino a quando, dopo il rientro a Sidney, un amico lo incoraggia a completare il pezzo che viene successivamente perfezionato e registrato. Il motivo conquista gli ascoltatori di Triple J: diventerà in poco tempo l’inno dell’estate oltre che il brano più suonato dal network radiofonico. L’EP ‘Sunshine’ cattura lo spirito di quei giorni con l’inconfondibile stile Old Man River delle chitarre, le percussioni decise e la strumentazione esotica.

Ohad è cresciuto in luoghi dove la vita è vissuta come un bene particolarmente prezioso. Gli anni dell’infanzia e i viaggi in Israele gli hanno dato modo di scoprire un atteggiamento singolare verso la vita, quando l’estrema tensione politica ed il sentimento della caducità umana prevalgono sulla quotidianità. Qui la gente dà un valore particolare alle cose: cerca di vivere appieno ogni momento e apprezza ciò che è. Conoscere Ohad equivale a cogliere la sua sottile visione della vita e delle persone, affinata attraverso le esperienze personali ed i molteplici viaggi oltremare. Questa sensazione affiora costantemente nella sua musica.

Il vero spirito di Ohad Rein e della sua arte è ben interpretato dal singolo ‘La’. Ogni settimana Ohad impegna parte del suo tempo libero come insegnante di musica per un gruppo di bambini diversamente abili, nella periferia ovest di Sidney. Durante uno di questi incontri la classe decide di comporre insieme una canzone. Ohad racconta:” Ho preso la chitarra e gli accordi hanno cominciato a fluire come se stessero aspettando di essere suonati. La melodia ha preso forma insieme agli accordi. Non restava che trovare il verso guida.” Una ragazzina con lo sguardo assorto alla finestra ha cominciato a canticchiare”The sun’s coming up in the sky! (Il sole si sta alzando nel cielo!)” e i versi hanno cominciato a fluire mentre l’intera classe cantava. La storia del brano - spiegata nei testi e deliziosamente illustrata nel video musicale - ci insegna quanto sia importante imparare a vivere con ciò che abbiamo e ad apprezzarlo, anche se spesso sembrano esserci molti ostacoli. Il modo in cui la canzone ha preso vita ed il suo messaggio sono un tratto distintivo della dimensione artistica della Old Man River band. Anche il modo in cui il brano è stata registrato è tipico di Ohad: una manciata di amici un po’ alticci stipati in uno studio per farsi qualche risata e manifestare il proprio amore per la musica.

Il processo creativo di ‘La’ rispecchia l’approccio alla musica e alla vita che è l’essenza dell’arte di Ohad. La musica nasce in lui in maniera naturale, passa dall’ispirazione al pensiero, alla voce, alla chitarra. La Old Man River band rappresenta lo strumento con il quale questo spirito e questa fervida creatività di gruppo sono trasmesse poi al lavoro in studio e sul palco. “Ci è voluto del tempo per ottenere buoni risultati. Ma ora tutto è perfetto. Un solo spirito. Un’unica magia evocativa.”

Questo ragazzo è prodigiosamente ispirato dalla musica e dalla vita. La battaglia per emergere in una grande caotica città è stata faticosa e lo ha visto lavorare come musicista per le strade di New York per guadagnarsi da vivere. Prima la totale immersione nella gente e nella musica. Poi i viaggi in India, lo studio degli strumenti esotici con i loro veri maestri. Ohad sperimenta e cerca di capire diversi stili di vita. Trae ispirazione da ogni cosa: gli amici, la famiglia, l’amore.

E così l’entusiastica Old Man River band compie il suo viaggio attraverso l’Australia. Ha già accompagnato The Sleepy Jackson e Damien Rice e sta per iniziare un intenso programma di concerti con The Violent Femmes, Bob Evans, Youth Group e Josh Pike. L’album di debutto ‘Good Morning’ trasferisce il mondo di Ohad Rein in una raccolta di contagiose e avvolgenti melodie.

www.oldmanrivermusic.com
www.myspace.com/oldmanriver





MAIL SENT BY: L o r e n z o  T i e z z i +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it freelance journalist pr music-designer photographer

HI RES PICS AND PRESS RELEASES on www.lorenzotiezzi.it DOWNLOAD foto in hi res nella sezione download del mio sito

ADDRESS. Media Records c/o Lorenzo Tiezzi via Martiri della Libertà n 277 25030 Roncadelle (Bs) 
SITES pr: www.lorenzotiezzi.it music: www.myspace.com/lorenzotiezzimusic blog: lorenzotiezzi.blogspot.com club&music alladiscoteca.blogspot.com SKYPE lorenzotiezzi FAX +390302582161 (please write 'care of Lorenzo Tiezzi') MSN MESSENGER lorenzotiezzi@hotmail.com  
I WRITE FOR some lifestyle magazines: Max Italy, Urban Italy, 2night.it, Mania Magazine (...) 
SOME OF THE CLIENTS OF MY PR AGENCY www.silviagregorini.com (painter) Tiesto (top dj) www.salvacionibiza.net (all season summer party), Saint Germain IX (cd) Buddha Bar IX (cd)  Hello Mademoiselle by Pompougnac (cd)  Hotel Costes X (cd) Margot Treviso (club), Bolgia.it Bergamo (club) Luca Fabiani (top Ibiza dj), Alex Elle from Pornocult (international dj)





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl