GRAVISSIME MINACCE AI PAPABOYS: INFORMATO IL PARLAMENTARE ALBONI PROMOTORE DELLA LEGGE CONTRO IL SATANISMO

conto a nessuno e se la prende con tutti e con tutto, a cominciare dai

Allegati

09/dic/2003 21.00.35 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
GRAVISSIME MINACCE AI PAPABOYS: INFORMATO IL PARLAMENTARE ALBONI PROMOTORE DELLA LEGGE CONTRO IL SATANISMO
(di Redazione Papaboys.it) 09/12/2003 17.47.12

ROMA - (09 dicembre, h.17.47) - “Non ci fermerete, e se ci riuscirete vi farò saltare in aria…” (1) “E’ in arrivo per voi un ricordino con il piombo se non la smettete di esporvi contro Marylin Manson” (2) queste ed altre minacce, insieme a invettive e parole impronunciabili, sono contenute in due e-mail a firma di un non meglio identificato “Saverio Pappalardo” e “(omissis)@yahoo.com, inviati poco prima della mezzanotte di giovedì 4 e di sabato 6 dicembre alla redazione di www.papaboys.it, a proposito della vicenda di Marilyn Manson. Del fatto è stato informato, (oltre che il predisposto organo competente in materia giudiziaria ndr) con una telefonata ed una e-mail, nella mattinata di venerdì 5 dicembre, l’onorevole Roberto Alboni, parlamentare di An, primo firmatario di una proposta di legge presentata nel mese di marzo del 2003 alla Camera dei deputati contro il satanismo ed affini, di cui, più avanti riportiamo una sintesi. La redazione dei Papaboys tiene a precisare che tutte le realtà informative sono racchiuse in questo nome (Portale, Tv; Radio, on line), non è schierata politicamente con alcuna delle formazioni in campo nel panorama politico italiano e internazionale. Papaboys è prevalentemente una realtà di fede, di evangelizzazione, dunque cristocentrica, autonoma, non dipendente da alcuna realtà o istituzione religiosa o laica. Papaboys è una struttura cristiana cattolica laica impegnata nell’informazione, nella comunicazione attraverso varie forme di evangelizzazione che si esprime in intrattenimento, articoli, servizi, inchieste, promozione di eventi e spettacoli, approfondimenti, inchieste, promozione di un movimento di risveglio nello spirito, nella cultura, nell’economia attraverso i valori cristiani che è Europa Cristiana e che nel corso dell’anno 2004 sarà presentato ufficialmente in una iniziativa pubblica. Ciò nonostante Papaboys è una realtà aperta a contributi costruttivi da parte di uomini di buona volontà e a sua volta ricambia questo modus-operandi in collaborazioni con il mondo prettamente laico a diversi livelli, con discernimento, in primo luogo nel campo dell’informazione e della comunicazione. Il messaggio ricevuto, (che il cartello del No al satanismo non accoglie), è significativo in quanto esprime la carica dirompente dell’indottrinamento di morte, di distruzione e di violenza, che affonda le radici nella dottrina satanica del “fai ciò che vuoi”, laddove si usano anche in maniera privilegiata distorte forme artistiche. Personaggi come Manson (che il ministro della pubblica istruzione degli Usa, Bill Bennet, definisce “Una vergogna per gli Stati Uniti” - come si legge nel Venerdì di Repubblica, n. 582 del 14 maggio 1999, pag. 74), usano le forme di arte, strumentalizzando la buona fede dei giovani, le loro inquietudini, l’ardente anelito di cambiamento del mondo, di lotta contro le ingiustizie, ponendo il proprio io, la propria persona a mò di di un dio che non deve rendere conto a nessuno e se la prende con tutti e con tutto, a cominciare dai genitori, dalla famiglia, magari facendo leva su problemi reali di carattere esistenziale, di relazione di relazioni, di ferite interiori. Un tempo, negli anni settanta, in particolare ad usare certe forme di violenza (culturale, ideologica, pratica) erano le frange più estreme dell’estremismo della cosiddetta “autonomia” o di certi gruppi extraparlamentari (al di là dei colori politici). Oggi che le ideologie sono cadute, insieme a tutti i valori, viene esaltato il nichilismo, la distruzione fine a se stessa, o l’autodistruzione. Satanico o satanista non vuole necessariamente dire essere adoratori di satana, perché la vera “dottrina” di satana (colui che biblicamente si oppone a Dio e vuole portare l’uomo alla rovina cercando di condurlo sulla sua stessa strada di perdizione perché per primo si è ribellato a Dio e alle sue leggi, il peccato originale al quale si sono concatenati tutti gli altri è stato quello di “voler decidere da soli”, di fare senza Dio, di stabilire ciò che è bene e ciò che è male, sotto istigazione del diavolo. Abuso di rituale satanico ed esoterico. Questo il principio della proposta di legge che una trentina di deputati di Alleanza Nazionale, con alla testa il primo firmatario, l’onorevole Roberto Alboni ha presentato alla Camera nel marzo scorso. Principio inconfessato e irrealizzabile della proposta di legge dei trenta deputati è il divieto assoluto di pratiche esoteriche legate, più o meno, al “maligno”. Se la legge sarà approvata, sarà applicata, la normativa va sullo scioglimento delle sette segrete. “Come accaduto per la P2”, ha specificato specifica Alboni. Dove, magari, la puzza di zolfo non si sentiva ma, tra incappucciati e riti codificati un po’ di esoterismo si respirava. La proposta prevede un’inasprimento delle pene per i reati che, in genere, vengono commessi durante il rito delle cinque punte all’incontrario. L’elenco è lunghissimo: circonvenzione d’incapace, cessione e abuso di stupefacenti, pratiche sessuali sui minori, addirittura vampirismo e cannibalismo. I punti-cardine della normativa sono tre e riguardano la violazione della legge sul buon costume, il vilipendio della religione e gli abusi lesivi della dignità della persona. Chi si fa coinvolgere nelle pratiche sataniche, spesso, è vittima di un vero e proprio condizionamento mentale esercitato dai vari guru dell’occulto. Per questo, non sempre è facile intervenire e applicare il codice penale. Come spiegano i firmatari del pdl: “Risulta difficile individuare fino a che punto si tratti di libertà d’associazione, tutto sommato garantita dagli articoli 18 e 19, e quando invece siamo di fronte alla coercizione psicologica e a forme più o meno sofisticate di manipolazione. Una faccenda tutt’altro che ovvia”. Per questo è necessaria una legge, dice Alboni: “Vogliamo aiutare tutte quelle vittime che, pur vessate dai loro santoni, non parlano per paura o per omertà. Dobbiamo fare in modo di perseguire questo fenomeno non più per una somma di reati ad esso legati ma nella sua complessità, per il pericolo che rappresenta a quei valori cui la nostra civiltà appartiene”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl