Comunicato stampa - Elaborazione manuale degli ordini: ostacolo alla crescita delle aziende europee

Comunicato stampa - Elaborazione manuale degli ordini: ostacolo alla crescita delle aziende europee COMUNICATO STAMPA Elaborazione manuale degli ordini: ostacolo alla crescita delle aziende europee La ricerca commissionata da Sterling Commerce evidenzia come le aziende sostengano costi elevati affidandosi a transazioni ed elaborazioni manuali dei documenti MILANO, 13 Novembre 2007 - Sterling Commerce, azienda di AT&T Inc. (NYSE:T), rende noti i risultati di una ricerca condotta recentemente intervistando oltre 300 Senior European IT decision maker.

Allegati

13/nov/2007 11.30.00 Prima Pagina Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

 

Elaborazione manuale degli ordini:

ostacolo alla crescita delle aziende europee

 

La ricerca commissionata da Sterling Commerce evidenzia come le aziende

sostengano costi elevati affidandosi a transazioni

ed elaborazioni manuali dei documenti

 

 

MILANO, 13 Novembre 2007 - Sterling Commerce, azienda di AT&T Inc. (NYSE:T), rende noti i risultati di una ricerca condotta recentemente intervistando oltre 300 Senior European IT decision maker.

 

La ricerca ha rivelato che 3,4 ordini su 100 vengono elaborati in modo errato a causa di interventi manuali, provocando perdite finanziarie evitabili e implicazioni economiche a lungo termine. In media, le aziende che elaborano un milione di ordini al mese sostengono dei costi in penali che superano i 16 milioni di Euro ogni anno a causa di inefficienze a livello operativo.

 

Nonostante la crescente complessità della supply chain e la globalizzazione, 8 IT Manager europei su 10 si affidano ancora a sistemi di comunicazione di tipo manuale - come email e fax - per inviare e ricevere i documenti relativi a ordini e acquisti con i partner della supply chain commerciale. Oggi solo metà delle aziende europee comunica con fornitori e clienti per via elettronica.

 

L’indagine, condotta dall’azienda di ricerca indipendente Vanson Bourne, ha evidenziato come molte aziende riscontrino numerose difficoltà ad integrare i sistemi IT dei partner della supply chain esterna, riducendo ulteriormente la possibilità di automatizzare l’elaborazione dei documenti. Le aziende europee ritengono che l’integrazione con i sistemi di back-end sia la problematica più pressante per quanto riguarda le comunicazioni con i partner commerciali. A seguire, la capacità di soddisfare le richieste di fornitori e clienti per gestire i nuovi protocolli EDI e le risorse richieste per gestire l’infrastruttura B2B.

 

Le aziende europee incorrono in media in multe di 39 Euro per ogni ordine inesatto a causa di errori creati dal re-inserimento dei dati. I risultati evidenziano come a livello europeo, la Francia detiene il più alto numero di errori sugli ordini, 5,34 ogni 100, causando una multa con costo medio unitario pari a 48,25 Euro. Segue la Germania con 4,25 ordini su 100, multa con costo medio unitario pari a 30.47 Euro e il Regno Unito con 2,34 ordini su 100, multa con costo medio unitario pari a 36,3 Euro.

Dave Carmichael, Senior Product Marketing Manager di Sterling Commerce, afferma: “I risultati illustrano chiaramente il bisogno impellente delle aziende europee di non affidarsi più alla elaborazione manuale dei documenti. In un ambiente caratterizzato da una competizione sempre maggiore, le multe rappresentano nel tempo una perdita significativa sul fatturato che i senior manager non possono più ignorare.”

 

E aggiunge: “Oltre a far fronte alle implicazioni negative delle multe nel breve periodo derivanti dagli errori di elaborazione, le aziende devono considerare le conseguenze che ne derivano nel lungo periodo. L’inefficienza dell’elaborazione ha un impatto decisamente considerevole sull’agilità di business nel lungo periodo, impedendo alle aziende europee di sfruttare pienamente le opportunità di crescita del mercato.”

 

Metodologia della ricerca

La ricerca è stata commissionata da Sterling Commerce a Vanson Bourne Monograph nell’agosto 2007. La ricerca indipendente è stata condotta online, sottoponendo le domande a 312 IT manager nel Regno Unito, in Francia e Germania.

 

******

 

 

Sterling Commerce, azienda del gruppo AT&T Inc. (NYSE:T), aiuta i clienti a svilupparsi in un’economia globale, connettendo le loro comunità di business, processi, persone e tecnologia. Oltre 30.000 clienti di tutto il mondo - l’80% delle aziende clienti della Fortune 500 - utilizzano le soluzioni Sterling Commerce per l’integrazione dei processi e la gestione della supply chain con l’obiettivo di incrementare la profittabilità all’interno e all’esterno dell’azienda. Con sede a Columbus, Ohio, Sterling Commerce ha uffici in 19 paesi e nelle principali città del mondo.

Per ulteriori informazioni: www.sterlingcommerce.it.

 

 

Per informazioni

Elisabetta Reato, Silvia Asperges                                    Sabrina Bellodi

Prima Pagina Comunicazione                                         Sterling Commerce Italy

Tel. 02/76118301                                                           Tel. 02/3030221

Fax 02/7611.8304                                                          Fax 02/30302222

elisabetta@primapagina.it; silvia@primapagina.it              sabrina_bellodi@stercomm.com

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl