comunicato Stampa

27/nov/2007 11.49.00 Fondazione Dozza Città d'Arte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Con la presente, si invia comunicato stampa con preghiera di pubblicazione.
 
Fondazione Dozza Città d'Arte
Tel/fax 0542 678240
www.fondazionedozza.it
 

ALBERTO BENEVENTI

MURI

Dozza, Rocca Sforzesca

2/12/07 - 6/01/08

Inaugurazione 2 dicembre, ore 11.30

Mostra

Domenica 2 dicembre, alle ore 11.30, verrà inaugurata presso la Rocca Sforzesca di Dozza la mostra di Alberto Beneventi Muri, a cura di Marilena Pasquali.

I dipinti che compongono la mostra documentano i cicli dell’opera di Beneventi: Le Paludi del 2002-2003, i Paesaggi d’inverno del 2004, il Tempo di partire del 2005, i Campi di neve del 2006 e Muri del 2007.

"Beneventi lavora per cicli" spiega Marilena Pasquali nel catalogo della mostra "e già i loro titoli ci dicono della sua costante, generosa e persino "melvilliana" attenzione per la natura e per l’uomo, la prima sentita come proiezione visiva del secondo, riflesso ora pacifico ed ora tempestoso della sua interiorità, terra, acqua e cielo apparentemente vuoti di uomini eppure mai deserti, amati come un rifugio, abitati da pensieri e sogni, ma anche sofferti come una prigione da cui, a volte, "è tempo di partire". La centralità dell’uomo - e non della figura umana, che come osserva la Pasquali non compare mai nelle opere di Beneventi- è sottolineata da Eugenio Riccòmini che, dopo aver rintracciato le parentele formali con Pollock, Crippa e talora con Soutine, osserva "Beneventi si guarda sempre attorno; guarda, certo, i quadri dei pittori con cui sente affinità, e con cui perfino tende a gareggiare. Ma il suo interesse precipuo, da cui procede tutto il suo dipingere, è ciò che un tempo si chiamava, con una punta di alta retorica, la condizione umana. Quella fatta di violenza e di sofferenze, sì; ma anche quella che quotidianamente ci circonda, con cui conviviamo senza neppure che ci se ne accorga".

"Con la mostra dedicata ad Alberto Benvenuti si conclude il programma espositivo 2007 che il Comune di Dozza - spiega il Sindaco Borghi- ha progettato e realizzato attraverso la Fondazione Dozza Città d’Arte. Quest’anno la Rocca Sforzesca ha accolto ben cinque mostre di cui quattro di arte contemporanea, fra le quali l’esposizione dedicata a Zoran Music, un protagonista del XX secolo la cui opera è stata presentata nelle capitali mondiali dell’arte, e la Nuova Biennale del Muro Dipinto, dove Marilena Pasquali, direttore artistico della Fondazione, ha proposto oltre venti personalità del panorama artistico contemporaneo nazionale e internazionale. Un programma denso e qualificato che si chiude con l’opera del pittore Alberto Beneventi, che nella mostra Muri tratta un tema - quello del "muro", appunto- intrinsecamente legato alla storia artistica di Dozza"

L’esposizione è organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte, dal Comune di Dozza dalla Associazione Adac di Modena, e con il sostegno di Mercatone Uno.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 gennaio 2008, dal martedì al sabato ore 10,00 - 12,30 e 14,30 - 17,00; domenica e festivi 10,00 - 13,00 e 14,30 - 18,00

Note biografiche

Alberto Beneventi e’ nato nel 1950 a Pavullo nel Frignano, in provincia di Modena , ove vive e lavora.

Tra le esposizioni collettive cui ha preso parte, di particolare significato e’ stata la rassegna che, nel 2004, ha visto sue opere accanto ai quadri di Mario Schifano e degli altri autori del gruppo romano di Piazza del Popolo e la mostra che , sempre nello stesso anno, alla Galleria Petruso Arteincornice di Torino ha affiancato suoi quadri a quelli di maestri riconosciuti come Mauro Reggiani, Gianfranco Ferroni e Giovanni Cappelli.

Tra le mostre personali spiccano l’esposizione alla Galleria Cortina di Milano , con presentazione in catalogo di Roberto Armenia e quella, nel 2005, a Pavia presso la Libreria Edizioni Cardano con presentazione in catalogo di Gaspare De Caro e di Roberto De Caro.

In entrambe queste esposizioni , che sono state promosse e organizzate dall’Adac di Modena, il suo lavoro ha riscosso ampio successo: apprezzato dal pubblico e dalla critica .

Nel novembre 2005 ha preso parte al Concorso " La Fenice et des artistes " di Venezia .

Diverse sue opere sono state pubblicate nel corso degli ultimi anni dalla prestigiosa rivista di arte e cultura " Hortus Musicus" che in ben due occasioni, nel 2004 e nel 2005, ha dedicato l’intera copertina a suoi lavori .

Novembre 2007

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl