DIS336Esperanto ferroviario a Pescara

DIS336Esperanto ferroviario a Pescara DISVASTIGO www.disvastigo.it DIS336 21/12/07 Esperanto ferroviario a Pescara Festeggiato L.L.Zamenhof La proposta di una targa Esperanto-servo La "ago-tago", la giornata chegli esperantisti di tutto mondo, per festeggiare la nascita del creatoredell'esperanto, L.L.Zamenhof, dedicano a nuove iniziative per la promozione della linguainternazionale, è stata onorata quest'anno con pieno successo anche aPescara grazie alla determinatezza della professoressa pescarese Anna Maria Colacicchi, che è riuscita a richiamare per "Una cena conl'…esperanto", nonostante il cattivo tempo che ha impedito amolti di raggiungere Pescara, un grannumero di persone da fare il pieno dei posti disponibili nel salone del circolodopolavoristico dei ferrovieri (nella foto parte dei commensali).

21/dic/2007 10.49.00 Disvastigo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DISVASTIGO

www.disvastigo.it       DIS336  21/12/07

                                                                                                                                                                

Esperanto ferroviario a Pescara

Festeggiato L.L.Zamenhof

La proposta di una targa Esperanto-servo

 

La “ago-tago”, la giornata chegli esperantisti di tutto mondo, per festeggiare la nascita del creatoredell’esperanto, L.L.Zamenhof, dedicano a nuove iniziative per la promozione della linguainternazionale, è stata onorata quest’anno con pieno successo anche aPescara grazie alla determinatezza della professoressa pescarese Anna Maria Colacicchi, che è riuscita a richiamare per  “Una cena conl’…esperanto”, nonostante il cattivo tempo che ha impedito amolti di raggiungere  Pescara, un grannumero di persone da fare il pieno dei posti disponibili nel salone del circolodopolavoristico dei ferrovieri (nella foto parte dei commensali).

Ospite d’onore è stato il Dr RomanoBolognesi che ha intrattenuto i presenti sul problema linguistico esull’organizzazione dei ferrovieri esperantisti con grande competenza egarbo bolognese e che ha letto anche delle poesie in esperanto come assaggio diquesta lingua. Il Dr Bolognesi ha inoltre fatto sapereche la proposta avanzata per l’occasione dall’agenzia Disvastigo difar apporre nelle stazioni ferroviarie, come lo erano anni fa in diversi paesicome l’Austria, delle targhe con il numero telefonico di esperantistidisposti a dare informazioni, accoglienza, accompagnamento, il cosiddettoEsperanto-Servo (servizio esperanto), sta facendo il giro del mondo e presto siavranno le prime reazioni.

Il presidente del dopolavoro ferroviario pescarese, Giuseppe Salvatore,ha avuto parole di compiacimento per l’iniziativa zamanhofiana,del tutto nuova per Pescara, e ha promesso tutto il suo interessamento perfavorire la creazione anche a Pescara, come in numerose altre città italiane edeuropee, di un gruppo ferroviario esperantista. Se si potesse, a tambur battente, decidere di fissare una targadell’Esperanto- Servo in un punto visibile della stazione di Pescarasarebbe la prima, almeno dei tempi nostri, al mondo e passerebbe alla storiadell’esperanto.

Giorgio Bronzetti

 

 

 

Disvastigo

Agenzia di stampa per la diffusione di notizie,articoli e documenti sui problemi della comunicazione

Servizio gratuito Registrazioneal Tribunale di Chieti n.1/02 del 5.2.02

Viale A.Moro 3766013 Chieti tel. 0871561301

Direttore responsabile: Mario D’Alessandro

Direttore editoriale: Giorgio Bronzetti

Questo comunicato viene inviato agli abbonatidi DISVASTIGO. Ulteriori informazioni nonché l’iscrizione e lacancellazione si possono ottenere scrivendo all’indirizzo info613@disvastigo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl