ECOPASS: PICCHI (PDL-FI) Firenze come Londra si alla congestion charge

ECOPASS: PICCHI (PDL-FI) Firenze come Londra si alla congestion charge "Firenze come Londra, introduciamo la congestioncharge per combattere inquinamento e destinare ingenti risorse al trafficoprivato.

05/gen/2008 08.49.00 Guglielmo Picchi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

“Firenze come Londra, introduciamo la congestioncharge per combattere inquinamento e destinare ingenti risorse al trafficoprivato. Anziché disincentivare l’uso dell’auto attraverso multevessatorie e forme di terrorismo da viabilità che uccidono il commercio erendono scontenti i cittadini, senza peraltro offrire loro mezzi alternativi,si potrebbe introdurre al loro posto una area transitabile ma a pagamento conforti sconti per i residenti, i proventi della congestion charge ovvero delticket di ingresso sarebbero interamente reinvestiti nel trasporto pubblico. Londraha abbuttuto inquinamento e traffico di oltre il 60% ed è riuscita afinanziarie in maniera rilevante il trasporto pubblico”.

Così Guglielmo Picchi, deputato del Popolo della Libertà/ForzaItalia di Firenze propone l’introduzione di un ticket d’ingressoalla ZTL e ad alcune ZSC confinanti  e risponde all’assessore Del Lungoil quale giudica la scelta di Milano sbagliata.

“Anziché tartassare tutti i cittadini indistintamentecredo che sia giusto che paghi chi inquina ovvero chi fa maggior uso dell’autoprivata, la scelta di Milano è quindi all’avanguardia rispetto a Firenze.Il modello milanese è in linea con quello introdotto a Londra da Ken Livingstone che ha già prodotto ottimi risultati senza sollevazioni popolari tanto daessere previsti ulteriori allargamenti della congestion charge zone.

Del Lungo si sa è un verde a parole. Da quando governa lasinistra a Firenze la cementificazione di Firenze è proceduta molto rapidamentecon volumetrie realizzate senza precedenti. Se si stima che l’areadestinata a verde pubblico è scesa di oltre il 5% del totale del territoriocomunale  negli ultimi dieci anni si capisce qual è la cultura ambientalistadella sinistra. Inoltre la stima di 80.000 alberi nella cittò di Firenze ci facapire che sono presenti meno di un albero ogni quattro abitanti. E’triste, tanto più considerando gli abbattimenti di alberi per realizzare latramvia. Ricordiamo che per realizzare lo scempio dei sottopassi inutili delViale Belfiore saranno abbattute altre decine di alberi. Milano sarà ancheindietro nella cultura ambientalista, ma Firenze non ne ha alcuna con questiverdi e questa giunta!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl