[Comunicato Stampa] ZOOMAFIA,PALERMO: CARABINIERI BLOCCANO CORSA CAVALLI. LAV: PIU' CONTROLLI CONTRO FENOMENO CRIIMINALE

Questo è il commento di Ciro Troiano, responsabile dell'Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV, alla notizia dell'operazione del Comando provinciale dei Carabinieri di Palermo che, stamani, ha interrotto una corsa clandestina di cavalli sulla Circonvallazione cittadina.

23/gen/2008 11.49.00 Stampa&Comunicati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

LAV - Coordinamento Regionale Siciliano

 

 

Tel. mobile: 347.7028904  - web:  www.lavsicilia.it  email: ufficiostampa@lavsicilia.it  -  Tel. Uff. Stampa nazionale: 06.4461325


                                                   
 
ZOOMAFIA, PALERMO: CARABINIERI BLOCCANO CORSA CLANDESTINA DI CAVALLI. COINVOLTO ANCHE UN MINORE

 

LA LAV: PIU' CONTROLLI PER COMBATTERE UN

FENOMENO CRIIMINALE

 

 

"Bisogna vigilare per reprimere un fenomeno criminale che oltre ad avere preoccupanti collegamenti con la malavita organizzata, vede sempre più protagonisti i minorenni". Questo è il commento di Ciro Troiano, responsabile dell'Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV, alla notizia dell'operazione del Comando provinciale dei Carabinieri di Palermo che, stamani, ha interrotto una corsa clandestina di cavalli sulla Circonvallazione cittadina. Erano centinaia le persone che seguivano la corsa di due calessi di cui uno, guidato da un minore, fermato dai Carabinieri. Il minore è stato denunciato per esercizio abusivo di gioco d'azzardo e maltrattamento di animali.

 

Con le brillante operazione dei Carabinieri, commenta la LAV, si è ancora una volta evidenziato l'interesse della criminalità verso un settore dagli alti potenziali lucrativi ed interamente basato sul grave sfruttamento degli animali.  Su questo ultimo punto gli stessi Carabinieri di Palermo hanno sottolineato l'esistenza dell'articolata organizzazione che gravita attorno alla corsa. Dal controllo dei soldi, ormai esterno all'area della competizione, fino alle numerose sentinelle  che, oltre al bloccare la circolazione stradale, hanno il compito di  segnalare istantaneamente l'eventuale presenza delle Forze dell'Ordine.  La pericolosa arroganza di queste organizzazioni, secondo la LAV, si evince anche dalla spavalderia con la quale vengono scelti i percorsi, come il caso della circonvallazione di Palermo, ricorrente nelle scelte criminali.

 

La presenza di bambini o minorenni nel giro delle corse clandestine, è stata accertata più volte in sede giudiziaria. Le funzioni che svolgono i minorenni, a volte ancora bambini, sono molteplici e vanno dall'ausilio alla raccolta di scommesse, all'accudire gli animali, dal fare da "palo". "Questi ragazzi sono proiettati in un modo di violenza e corruzione, dove si respira l'aria pesante dell'illegalità e si cresce alla scuola subdola e spietata della strada - continua Troiano -. Una crescita all'insegna di miti quali la supremazia, il disprezzo della paura, la forza, la prepotenza. Le conseguenze più importanti nei bambini e negli adolescenti dell'assistere ad atti di violenza possono essere costituite dallo sviluppo di comportamenti aggressivi e antisociali e, comunque, da una difficoltà nei rapporti con i coetanei e nei rapporti sociali in genere, poiché è noto che la violenza genera violenza".

 

La LAV plaude all'operazione dei Carabinieri, ma chiede maggiori controlli per reprimere un fenomeno delinquenziale complesso e pericoloso come quello delle corse clandestine di cavalli.  Secondo i dati raccolti dall'Osservatorio Nazionale Zoomafia della LAV, in tre anni in Sicilia sono state bloccate 16 corse clandestine.

 

 

Palermo, 23/01/2008 

 

www.lav.it

 

Per ricevere i comunicati stampa iscriviti a questa comunita' www.domeus.it/groups/comunicati_stampa_lavsicilia
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl