Giorno della Memoria: concerto del QUARTETTO HENSCHEL - 27 gennaio

25/gen/2008 04.49.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

 

 

 

 

 

 

 


Domenica27 gennaio, ore 21.00

TeatroPietro Aretino

INGRESSOLIBERO

(fino ad esaurimento posti)

 

QUARTETTOHENSCHEL

Musiche di Mendelsshon, Shostakovic e Schulhoff

 

 

 

Il Quartetto d'archi Henschel, un complesso che siesibisce nelle sale più prestigiose del mondo, sarà ad Arezzo per il concertodel Giorno della Memoria 2008 (domenica27 gennaio,Teatro Pietro Aretino - ore 21.00). Unconcerto dal suono speciale e conuna impaginazione storicainappuntabile: si partirà da Felix Mendelssohn(l'immenso compositore romantico tedesco di origini ebraiche) perarrivare a Dmitri Shostakovich(drammatico testimone dei rapporti tra arte e potere, filosemita per il regimesovietico e anche per questo frettolosamente arruolato in Occidente nelle filedei dissidenti), attraverso Erwin Schulhoff(l'unico dei tre che si potesse a ragione celebrare nella ricorrenzadella Memoria, morto nel 1942 nelcampo di concentramento di Wülzburg); tre compositori legati indissolubilmente alle vicende umane eartistiche vissute dagli ebrei in Europa.

 

La direzione artistica dell'Ente Filarmonico Italiano, d'intesa con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo, ha chiesto al Quartetto Henschel di eseguire un programmacomprendente tre capolavori diquesti grandi compositori: il Quartettoin fa minore op. 80 di Mendelssohn, il Quartetto n. 1 diSchulhoff e il Quartetto op. 110 n. 8. diShostakovich "dedicato allamemoria delle vittime della guerra edel fascismo".

 

"La scelta della forma del quartetto è strettamente legata al nostroassunto celebrativo - afferma Camillo Brezzi, assessore alla cultura delComune di Arezzo - la musica strumentale èportatrice di valori assoluti, tanto più espressiva perché priva di testi eperciò libera di esprimersi senza i vincoli razionali della parola. Al puntoche, nel contesto sovietico in cui operò Shostakovic, i censori erano piùguardinghi nei confronti delle musiche prive di testi: le ritenevano, a ragione,più difficilmente controllabili"

 

Il suono speciale di questoconcerto sarà dovuto anche agli strumenti favolosi che i membri del QuartettoHenschel suoneranno: i due violini di Antonio Stradivari, la viola di Gasparoda Salò e il violoncello di Giovanni Grancino.

 

Il concerto aretino per il Giorno della Memoria legherà con un filolungo quasi due secoli un periodo fatto di grandezze, miserie e splendori diuna cultura struggentemente europea nonostante tutto.

 

 

Il progetto cosìimpostato è stato proposto dall'assessore Camillo Brezzi ai suoi colleghiassessori dei comuni di Siena e Pisa che lo hanno accolto con entusiasmo:pertanto il Quartetto Henschel si esibirà proponendo altre opere degli stessiautori anche a Siena (Teatro dei Rozzi, 28 gennaio ore21) e Pisa (Chiesa di San Domenicodell'Ordine dei Cavalieri di Malta, 29 gennaio ore 21).

 

 

Nel 1994 i fratelli Henschel (due violinisti e una violista)hanno trovato nel violoncellista Mathias Beyer-Karlshøj il partner ideale perquesta formazione: dopo, gli anni di studio con i Quartetti Amadeus, AlbanBerg, La Sallee Melos li hanno portati ai più alti livelli internazionali.

Dopo un concerto del QUARTETTOHENSCHEL nella famosa Wigmore Hall di Londra nel marzo 2002 lo"Strad" scrisse: "...il culmine della stagione concertistica!Sostenuto da un brio ed una audacia che altri quartetti raramente dimostrano,l'interpretazione del Quartetto Henschel era così vicina allaperfezione…. Magica!" La "Frankfurter Allgemeine Zeitung" dopo un concerto del Quartetto alRheingau Musik Festival scrive di "… un'ora siderea dellamusica da camera".

Nel 1995 il Quartetto ha vinto tre dei più rinomaticoncorsi internazionali: ad Evian, Banff e Salisburgo, successivamente ha vintoanche il primo premio al concorso internazionale di Osaka.

Il Quartetto è regolarmente ospitedelle stagioni concertistiche più note. Si esibisce continuamente nei festivalpiù famosi quali Tanglewood, Proms Concerts a Londra, Schubertiade di Feldkirch,Kuhmo, Rheingau Musikfestival, Schwetzinger Festspiele, Kissinger Sommer,Kammermusikfest di Gidon Kremer a Lockenhaus.

Il Quartetto Henschel torna spessoin Giappone dove gode di una notevole fama: nel 2000 la televisione giapponeseNhk ha trasmesso un documentario interamente dedicato a loro.

Eseguono circa cento concertiall'anno presso il Concertgebouw Amsterdam, il Tivoli di Kopenhagen, aGlasgow (BBC), Stoccarda, Monaco, Giappone, Australia. Si esibisconofrequentemente assieme a colleghi altrettanto noti come Radovan Vlatkovic,Sharon Kam, Eduard Brunner, Alfredo Perl, Christian Elsner, Anna Gourari, TillFellner, Nicolas Angelich, il Quartetto Mandelring e Magdalena Kozena.

Dal 1998 hanno un loro rinomatofestival presso il monastero di Seligenstadt.

Numerose sono le incisioni delQuartetto Henschel, tra le quali emergono l'integrale dei quartetti diFelix Mendelssohn (premiata dalla critica discografica tedesca con il"Preis der deutschen Schallplattenkritik") e l'incisione deiquartetti di Ginastera  (premiata dalla "Grammophone").

Per la Deutsche Grammophonehanno inciso nel 2004 musiche di Erwin Schulhoff e di Ottorino Respighi("Il Tramonto" con la cantante Magdalena Kozena).

 

Le foto in alta definizione del QuartettoHenschel sono scaricabili dall'indirizzo:

http://www.henschel-quartett.de/henschel.html

 

 

Per informazioni: Ente Filarmonico Italiano, tel. 0575 401243

Comune di Arezzo, tel. 0575 377505

 


UfficioStampa

Gloria Peruzzi

Francesca Bassani

 

Tel. + 39 349 3588645

gloriaperuzzi@gmail.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl