Rete Teatrale Aretina: Ottavia Piccolo al Teatro Comunale di Bucine

31/gen/2008 04.49.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 


TEATRO COMUNALE di BUCINE

 

sabato2 febbraio, ore 18.00

incontrocon OTTAVIA PICCOLO  e STEFANO MASSINI

 

alleore 21.15

CompagniaLa Contemporanea

PROCESSOA DIO

diStefano Massini

con OTTAVIA PICCOLO

VittorioViviani e Silvano Piccardi

econ Olek Mincer, Enzo Curcurù, FrancescoZecca

regia SergioFantoni

scenee costumi Gianfranco Padovani

 

 

La Shoa in uno spettacolo teatrale.La storia di un'ebrea scampata all'Olocausto che si domanda dovesia stato Dio durante la persecuzione nazista, raccontata in Processo a Dio, scritto da Stefano Massini, con la regia di Sergio Fantoni e Ottavia Piccolo nei panni della protagonista, che sabato 2 febbraio sarà al Teatro Comunale di Bucine, ore 21.15 (Tel.055 711319).

 

"Ci sono idee, frammenti di luce, indizi di storie, che incontri unavolta e non ti lasciano più - racconta lo stesso Massini - Eranoanni che tenevo chiusa in qualche cassetto della mente la traccia di unProcesso a Dio all'indomani della Shoah. Immaginavo quel processo comeuna resa dei conti: violenta, acuta, drastica".

 

Stefano Massini ha lavorato su Processo a Dio come forse si lavora ad unastatua: sgrossando il blocco di marmo per poi scendere sempre più neldettaglio. Un passo dopo l'altro sono venuti fuori i tratti deipersonaggi, i nodi della vicenda, le dinamiche della trama, il disegno deldialogo. Giorno dopo giorno ha preso vita sulla carta la febbre di Elga Firsch, attrice ebrea di Francoforteche a tutti i costi vuole Dio alla sbarra. E ancora, giorno dopo giorno, le sisono affiancati il rabbino Nachmandifensore di Dio, il giovane Adeksmanioso di vendetta, lo Scharführer Reinhardrelitto del Reich e i due anziani Solomone Mordechai, giudici severi di unprocesso che non può non farsi gara dura, senza esclusione di colpi, combattutacon l'istinto feroce dei sopravvissuti.

 

"Leggendo per la prima volta, e tutto d'un fiato, Processo a Diodi Stefano Massini, ho capito che sentivo necessario questo suo testo, intuendoaddirittura che si potesse superare il rischio che la macchina scenicasporcasse un argomento così sensibile come la Shoah. Ne ho avuto laconferma andando in scena: Elga Firsch è, con i suoi compagni di sventura,l'esplicitazione di tutte le nostre domande di fronte all'orrore,alla violenza, al male - afferma Ottavia Piccolo che per questa sua interpretazione ha ricevutoil Premio Olimpico 2007 per il teatro comemigliore attrice protagonista - Èanche una grande occasione professionale, una sfida. Sono alcuni anni che lemie scelte si indirizzano verso temi attuali e civili come gli spettacoli suidesaparecidos argentini e sul conflitto israelo-palestinese, temi non facili,ma non intoccabili. Processo a Dio, invece, mi permette di avvicinare con tuttoil rispetto di cui sono capace, con onestà di cuore e di mente, un universodevastato che con le parole di Primo Levi, di Eli Wiesel, di Liana Millu e dimolti altri avevo conosciuto, ma mai assunto sulla mia persona. Considero ciòuna conquista e, insieme con Sergio Fantoni e con tutti i miei compagni dipalcoscenico, vorrei trasmetterla a chi si accosta con attenzione al nostrolavoro". 

 

 

Il pubblico potrà anche partecipareall'incontro con

Ottavia Piccolo e Stefano Massini

Che si terrà alle ore 18.00 sempre presso ilTeatro Comunale di Bucine, sabato 2 febbraio '08 (ingressolibero)

 

 

 

 

Per informazioni sulla prevendita:

Teatro popolare d'arte: Tel. 055711319 - www.tparte.it  -  tparte@dada.it

Officine della cultura: Tel. 0575 27961 -www.officinedellacultura.org

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl