Orchestra Multietnica di Arezzo

Orchestra Multietnica di Arezzo Orchestra Multietnica di Arezzo Un progetto musicale e culturale che parla un linguaggio meticcio, frutto dell'incontro di strumenti e stili provenienti dalle più svariate tradizioni e culture musicali, sempre aperto a nuovi musicisti Da sabato 9 febbraio '08 riprende l'attività dell'Orchestra Multietnica di Arezzo.

06/feb/2008 04.00.00 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Orchestra Multietnica di Arezzo

 

Un progetto musicale e culturale che parla un linguaggio meticcio,

frutto dell'incontro di strumenti e stili provenienti dalle più svariate tradizioni

e culture musicali, sempre aperto a nuovi musicisti

 

Da sabato 9 febbraio '08 riprende l'attività dell'Orchestra Multietnica di Arezzo.

 

Nata da un progetto  del Comune di Arezzo e Officine della Cultura, l'Orchestra Multietnica di Arezzo, diretta da Enrico Fink e da Jamal Ouassini, dopo un periodo di pausa riprende con l'attività e gli incontri. E' fissata per sabato 9 febbraio una prova generale del proprio repertorio e, con l'occasione, si ricorda che la formazione, al momento composta da una ventina di musicisti provenienti da vari paesi, è aperta a nuovi elementi che ne volessero far parte.  Musicisti o cantanti di origine straniera o italiana (quest'ultimi fino a 35 anni di età), che desiderassero entrare a far parte dell'Orchestra possono chiedere maggiori informazioni a Officine della Cultura, viale Michelangelo 36 - Arezzo Tel: 0575.27961 - www.officinedellacultura.org

 

Luogo d'incontro di diversi linguaggi musicali che creano un variegato mosaico di culture e tradizioni, attraverso il progetto dell'Orchestra Multietnica di Arezzo si traccia un percorso di nomadismo e di amore per le proprie radici, che dal Nord Africa sale su per la Turchia, la Grecia, quella regione culturalmente diffusa che sono i Balcani, l'Est Europeo, e arriva fino al nostro Paese, alle coste bagnate da quello stesso Mediterraneo che unisce e allontana i popoli. Pensando alle musiche che attraversano i cuori della gente di queste terre scopriamo che le radici non sono poi così lontane tra di loro come si crede. La cultura e le tradizioni hanno tanto in comune: i sapori, iritmi, i suoni. Cultura e musica significano pluralità, confronto e mescolanza.

 

Officine della Cultura, viale Michelangelo 36 - Arezzo Tel: 0575.27961 - www.officinedellacultura.org


 

 




--

Ufficio stampa:
Gloria Peruzzi Tel. + 39 349 3588645
Francesca Bassani Tel. + 39 340 9519438
gloriaperuzzi@gmail.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl