Italia (Campania.Caserta e prov.)-La pacifista Agnese Ginocchio spopola su internet

La pluridecorata e attivissima donna per la Pace ha davvero spopolato su internet.

25/feb/2008 13.10.00 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La pacifista Ginocchio spopola su internet

di Nunzio De Pinto

Italia (Campania-Caserta)- All’inizio, molti anni fa, sembrava solo uno “scricciolo” di donna che amava mettere in musica, cantare e denunciare quanto di brutto c’era intorno a lei nel nome di Nostro Signore Gesù Cristo. Insomma, sembrava essere una “fondamentalista cattolica” e basta. Poi, piano piano, l’impegno di Agnese Ginocchio, la Joan Baez casertana e italiana(nella foto: autore Andrea Pioltoni fotoreporter), in favore della Pace, dei deboli, dell’ambiente, della trasparenza, della legalità, che l’ha portata spesso in rotta di collisione con tutto l’apparato politico amministrativo nazionale, regionale e provinciale, l’hanno resa famosa in tutt’Italia ed anche fuori dai confini nazionali. Infatti, la prova di ciò risiede nel fatto che su internet, sul più grosso motore di ricerca e cioè “Google” cercando il nome “Agnese Ginocchio” é saltato fuori non solo il link di collegamento al sito della cantautrice, che  ricordiamo, già da diversi anni é stato posizionato dal team di Google a capo della lista di ricerca, ma uno schema ben più ampio che mostra diverse finestre del sito stesso, e ora, con questo nuovo servizio offerto a sorpresa dal team di Google, vi si può accedere direttamente. Lo schema con le suddette finestre si riferisce ad alcune delle pagine più visitate: “Libro degli Ospiti” (guestbook); pagina delle canzoni; la notizia del premio Unicef conferito qualche anno fa alla cantautrice in merito al suo notevole impegno di artista e di donna per la Pace, la fratellanza fra i popoli e la difesa dei diritti; le date dei suoi concerti ed interventi; i Link dei siti di associazioni ed organizzazioni umanitarie, nonché di amici impegnati in questo campo, che vengono sostenuti dalla cantautrice per la Pace; la pagina della canzone ambientalista di protesta: "Fermate il Mostro", tema e slogan del momento perché si riferisce alla lotta o meglio alla guerra dei rifiuti in Campania, ed é stata composta dalla cantautrice stessa un anno fa contro l'apertura della discarica pericolosa ed inquinante de Lo Uttaro di Caserta. Semplice, modesta e spontanea, Agnese, sempre disponibile ed amica di tutti, non la si può che non ammirare per il suo grande impegno di donna tenace e combattiva, sempre lì pronta a schierarsi, ad alzare la voce, ad ammonire le malefatte politiche.  La pluridecorata e attivissima donna per la Pace ha davvero spopolato su internet. Però una puntura di spillo nessuno ce la toglie: ma come mai nella provincia di Caserta, tra l’altro è la provincia di cui ella è originaria( è di Alife,  comune dell’alto casertano matesino), si fa così fatica a capire la Pace e l'impegno di Agnese Ginocchio, definita recentemente dal vescovo di Caserta Mons. Raffaele Nogaro, altro grande testimone di Pace del nostro tempo, proprio in merito all'ultimo riconoscimento ricevuto (premio Borsellino) la:“Missionaria cantautrice per la Pace”?  Dunque quello in Campania non é solo il problema dei rifiuti per meglio definirl i”mondezza”...ma anche quello della mondezza dei comportamenti chiusi, retrogradi e di parte. Ma il fenomeno Agnese Ginocchio non é un fatto commerciale, e questo i discografici lo hanno capito, perciò ne stanno alla larga. L'unico suo sponsor dal basso, da lei ribadito più volte, che dà forza alle sue azioni e la sta portando veramente in alto, é: "la Pace", che si serve di altrettanti strumenti di Pace (persone, istituzioni sensibili ecc..) che le aprono infinite porte. (Articolo a cura del giornalista NUNZIO DE PINTO )

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl