Caserta-Morti bianche Tragedia operaio Michele Sposito De Lucia L'indignazione della pacifista Agnese Ginocchio.

Il Cordoglio e la profonda vicinanza di Agnese Ginocchio espresso alla famiglia "Sposito De Lucia " di Maddaloni Caserta-L'artista rappresentente e testimonial del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, nativa del nostro territorio matesino, onnipresente e vicina alle vicende che si susseguono in provincia di Terra di Lavoro, nella tragica giornata in cui si è consumata l'ennesima tragedia di morte bianca, ha lanciato il suo grido di dolore e di indignazione.

31/mar/2008 20.49.00 redazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Caserta-Morti bianche Tragedia operaio Michele Sposito De Lucia L’indignazione della pacifista Agnese Ginocchio.
 

Il Cordoglio e la profonda vicinanza di Agnese Ginocchio espresso alla famiglia “Sposito De Lucia ” di Maddaloni

Caserta-L’artista rappresentente e testimonial del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio, nativa del nostro territorio matesino, onnipresente e vicina alle vicende che si susseguono in provincia di Terra di Lavoro, nella tragica giornata in cui si é consumata l’ennesima tragedia di morte bianca, ha lanciato il suo grido di dolore e di indignazione. Di seguito riportiamo il messaggio di cordoglio di Agnese Ginocchio.” Michele Sposito De Lucia di 39 anni, originario di Maddaloni, un’operaio edile figlio di questa mia provincia, nel pieno centro del capoluogo casertano é deceduto sul luogo di lavoro in seguito a brusca caduta dall’ impalcatura. Nell’ era della grande evoluzione diventa necessario domandarsi seriamente e perciò interrogare le nostre coscienze: é mai possibile che continuino a consumarsi stragi del genere? Quale vita, quale rispetto e quale difesa dei diritti umani se non c’è attenta vigilanza, se si continuano ad adottare ancora norme di sicurezza da terzo mondo? Quale tutela del lavoratore dunque? “- si domanda la testimonial di Pace da sempre schierata dalla parte dei diritti dei diritti e della difesa della vita- ” I politici parlano, specie in questo tempo di elezioni, ma finora le loro sono state solo parole, bei discorsi, ma nelle azioni pratiche cosa si è concluso? In cambio dei loro bei discorsi ancora stragi e morti bianche sul lavoro. Non é giusto! Quante altre stragi dovranno ancora consumarsi e quanti morti dovremo ancora vedere sotto i nostri occhi, perché si possa veramente fare un decisivo cambio di rotta? Dove andrà a finire questa civiltà se non si fa un attento esame di coscienza? La vita, seriamente minacciata a causa di mancate responsabilità politiche, é la cosa, o meglio il dono più prezioso che ci possa essere, va tutelata al massimo, va dunque collocata al centro dell’attenzione in ogni decisione da prendere e in ogni programma elettorale. Senza la vita non c’é futuro….Dove dunque il rispetto per la Legalità e dove quello per la Pace?”-si domanda angosciata la pacifista- “Politici” -ammonisce Ginocchio - “guardate i segni dei tempi e meditate. Fare politica significa servizio, tutela della vita dunque, non stravolgete i vostri ruoli, meditate”! “Alla famiglia Sposito De Lucia colpita da un immane ed ingiustificato lutto ” - conclude la rappresentente del Movimento per la Pace-”desidero esprimere sentita vicinanza e profondo cordoglio”. (Fonte: redazione cronaca matesina)

Pubblicato da red. prov. “Alto Casertano-Matesino & d”

http://altocasertano.wordpress.com/2008/03/31/caserta-morti-bianche-tragedia-operaio-michele-sposito-de-lucia-lindignazione-della-pacifista-agnese-ginocchio/#more-2130

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl