comunicato stampa -22 aprile-

19/apr/2008 13.03.00 BIBLIOTECA NAZIONALE NAPOLI Ufficio stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

BIBLIOTECA NAZIONALE  “VITTORIO EMANUELE III” NAPOLI  

 

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

Rinascimento di Harlem: identità

afroamericana e regole del gioco letterario

Martedì 22 aprile alla Biblioteca Nazionale con Vincenzo Bavaro e Lucia Marinelli

 

 

La Harlem Renaissance, culla dell’autocoscienza nera ma anche della musica swing e jazz, è l’ affascinate e poco approfondito tema che  sarà  analizzato martedì 22 aprile, ore 16.30, alla Biblioteca Nazionale di Napoli.

Alla scoperta dell’universo sociale e culturale del quartiere nero che a partire dagli anni Venti ha dato vita al primo vero movimento artistico e culturale afroamericano sarà  -introdotto da Lucia Marinelli- Vincenzo Bavaro, esperto della cultura della minoranza afro-americana, che dopo essersi laureato all’ Orientale di Napoli svolge attualmente il suo dottorato di ricerca presso “La Sapienza” di Roma .

L’incontro è il primo della  Rassegna, Vetrina di cervelli: la ricerca come passione: Incontri con giovani ricercatori napoletani di ambito americanistica, dedicata a varie tematiche degli studi americani. Il ciclo,  promosso dalla sezione americana “J.F.K” della Biblioteca napoletana, si propone di intensificare lo scambio ed il dialogo con giovani studiosi che hanno fatto della ricerca in questo campo lo scopo della loro vita, arricchendo con i loro contributi scientifici la collezione libraria della biblioteca.

L’affascinante ed interessante  escursus nella storia nera americana, proposto martedì  dalla Biblioteca Nazionale, offre l’opportunità di approfondire gli aspetti del processo -messo in atto dal movimento dell’Harlem Renaissance- di autodefinizione nei confronti dei valori dei bianchi ma anche di quelli complessivi della generazione prebellica e di soffermarsi sugli scrittori, musicisti  poeti e saggisti che proclamarono con orgoglio la presenza dei neri nella società americana:  dal poeta e scrittore,  Langston Hughes  a Bessie Smith, la più popolare e talentuosa cantante blues degli anni 1920 e 1930, la cui voce influenzò tutta la musica americana successiva, alla  scrittura  femminista nera di Zora Neale Hurston, che denunciò la doppia segregazione delle donne di colore, emarginate per sesso e razza. //LyTar/Na19.04

 

 

 

 

UFFICIOSTAMPA
LydiaTarsitano                                                                                                                                                                                               
0817819381

3396651016

 
La Biblioteca Nazionale di Napoli ha sede presso il Palazzo Reale di Napoli. Si accede  attraverso l'ingresso di piazza Trieste e Trento.

 

 

 Le attività di informazione  sono svolte nel rispetto della legge 150/2000 e della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali-I dati in possesso dell'Ufficio Stampa  sono utilizzati solo al fine di aggiornarmento e di trasmissione delle  notizie - Tutti i diritti sono riservati - i testi sono  in formato word e acrobat

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl