Galleria Overfoto: inaugurazione sede in Second Life

Galleria Overfoto: inaugurazione sede in Second Life Oggetto: Galleria Overfoto:inaugurazione sede in Second Life (segnalato da F.Bonazzi) Galleria Overfoto, sede di Second Life in collaborazione con MAO - Media & Arts Office ONLUS presenta Marco Manray Cadioli REPLICA 9.30-12.30 AM (SLT) Galleria Overfoto, sede di Second Life http://slur.com/secondlife/ZweiteWelt%20Bucht/116/112/22 ^^^click here for english version A quasi tre anni dalla nascita, la Galleria Overfoto di Napoli raddoppia gli spazi espositivi inaugurando, il prossimo 7 maggio 2008 alle ore 18:30 (9:30 SLT) la sua prima "succursale virtuale" nel metaverso di Second Life.

12/mag/2008 14.30.00 BONAZETA WORD PRESS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 


Oggetto: Galleria Overfoto:inaugurazione sede in Second Life

 

(segnalato da F.Bonazzi)

 

 

 

 

 

Galleria Overfoto, sede di Second Life

in collaborazione con

MAO - Media & Arts Office ONLUS

presenta

Marco Manray Cadioli

REPLICA

9.30-12.30 AM (SLT)

Galleria Overfoto, sede di Second Life
http://slur.com/secondlife
/ZweiteWelt%20Bucht/116/112/22

^^^click here for english version

A quasi tre anni dalla nascita, la Galleria Overfoto di Napoli raddoppia gli spazi espositivi inaugurando, il prossimo 7 maggio 2008 alle ore 18:30 (9:30 SLT) la sua prima “succursale virtuale” nel metaverso di Second Life. La sede della galleria è costituita da un’intera SIM (isola di 65.000 mq) nella quale sono stati costruiti in 3D quattro padiglioni in stile minimalista-industriale e nei quali verranno inaugurate con scadenza bimestrale esposizioni collettive e personali di artisti che incentrano la propria ricerca sulla tematica dei new media.

Ricerca artistica e sperimentazione creativa, da sempre linee guida della galleria napoletana, trovano un’ulteriore opportunità espressiva in questo nuovo spazio stabile, la cui assoluta peculiarità e punto di forza è di varcare i confini fisici dello spazio e aprirsi alla fruibilità potenzialmente illimitata dal punto di vista geografico e temporale, consentita dalla rete.

Ciò avviene a qualche mese di distanza dalla prima “incursione” nel mondo della realtà virtuale, avvenuta con la mostra Shooting Pixels, inaugurata nello scorso dicembre in contemporanea a Napoli e in Second Life.

 Il vernissage avrà luogo nel padiglione principale della Galleria, i cui ambienti ospiteranno i lavori fotografici di Marco Manray Cadioli, l’artista milanese, che attraverso i suoi scatti contribuisce già da alcuni anni a testimoniare l’evoluzione continua e costante della realtà virtuale. Nella mostra REPLICA presenta due nuove serie di opere che si discostano dai lavori precedenti di reportage. I paesaggi in b/n di “Why is there something rather than nothing”, scattati nelle aree di Second Life selvagge e non ancora contaminate dall’uomo, iperrealistici e stranianti al tempo stesso. E “Replica”, una serie di ritratti di cloni di avatars, una folla che cammina verso di noi come in un “Quarto Stato di Second Life”, e  che da il titolo alla mostra stessa.

"Marco Cadioli è un fotografo che dirige il proprio obiettivo verso i pixel che danno vita alle immagini che si materializzano sugli schermi dei computer. Fotografa paesaggi, volti, gesti, quella che si direbbe vita quotidiana; la particolarità e la novità di tale lavoro consistono nel fatto che i soggetti dei suoi scatti abitano il Web. Cadioli stesso abita – in qualche modo – in un metamondo. Sebbene risieda in un luogo fisico preciso, che è Milano, alcune sue estensioni hanno sviluppato una propria identità e hanno tessuto reti di relazioni sociali che saremmo tentati di definire autonome.
Testimoniare attraverso la fotografia i luoghi della Rete e le entità che la popolano è un’operazione che richiede un’autentica fusione tra il fotografo e l’oggetto della propria ricerca. Così è stato per Cadioli che non ha mai indugiato in un punto di osservazione lontano e distaccato, ma si è letteralmente immerso in profondità: si è interfacciato, per utilizzare un termine caro al linguaggio tecnologico.
L’artista non giudica i fenomeni che si presentano alla sua vista, piuttosto li interpreta e li rappresenta; ogni creazione artistica diventa dunque una finestra spalancata sulla realtà ed un invito ad affacciarvisi. Le fotografie di Cadioli sono un invito a superare quel labile confine rappresentato dal monitor del computer ed a scoprire che ciò che ci ostiniamo a chiamare virtuale è spesso più reale di ciò che ci circonda e di cui possiamo avvertire la materialità.
Si tratta di un invito a strappare il velo della virtualità, per scoprire come dietro ciascuna delle forme che si disegnano sul nostro schermo è possibile intravedere nuove manifestazioni della personalità di uomini per i quali il mondo, così come lo conosciamo, è diventato un habitat insufficiente".

Brano tratto da:
"Internet landscapes. Forme e luoghi della Rete nell’opera di Marco Cadioli", a cura di Vito Campanelli, Edizioni MAO - Media & Arts Office ONLUS (di prossima pubblicazione).

Nota biografica autore:
Marco Cadioli documenta l’evoluzione del Metaverso attraverso la fotografia dal 2003. Inizia viaggiando nel Web per il progetto Internet Landscape, poi entra nei giochi di guerra come fotografo “embedded” per AREANAE (2005), un reportage in b/n dalle guerre in rete scattato nei giochi multiuser. Nel 2006 realizza il video “Interview with the Robot” un’intervista di 7 minuti a Lucy, un’intelligenza artificiale.

Net Reporter in Second Life con l’avatar Marco Manray, ha pubblicato suoi reportage su riviste e quotidiani internazionali quali Liberation, Elle, Repubblica. Autore del libro: “IO, REPORTER IN SECOND LIFE” Shake Edizioni, Milano 2007.

Insegna all’Accademia di Comunicazione di Milano e all’Accademia di belle arti SantaGiulia di Brescia.

Vive e lavora a Milano, oltre che su Second Life. - www.marcomanray.com

Mostre
- “Replica” – Galleria Overfoto, Second Life, maggio- luglio 2008
- "Shooting Pixels"  -  Galleria Overfoto, Napoli, dec 2007 - feb 2008
- “NetSpace: viaggio nell’arte della Rete” - MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo Roma, 2007
- PEAM, 2k6 Pescara Elettronic Artists Meeting , 2006
- SuperNeen, Galleria Pack (Milano), 2006
- PEAM Pescara Elettronic Artists Meeting Pescara, 2005
- Premio Michetti - Museo Michetti - Francavilla al Mare (CH), 2005

___________________________________________________________

INFO
Galleria Overfoto
vico S. Pietro a Majella 6, 80138 Napoli (piazza Bellini)

 


www.overfoto.it
info@overfoto.it
www.myspace.com/overfoto
tel/fax 08119578345
 

MAO - Media & Arts Office ONLUS
www.mediartsoffice.eu

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl