Pae White > gall francesca kaufmann > Mr. Baci e Abbracci Opening giovedì 22 maggio h. 19.00

15/mag/2008 12.10.00 BONAZETA WORD PRESS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 


Oggetto: PaeWhite > gall
francesca kaufmann

 

> Mr. Baci e AbbracciOpening giovedì 22 maggio h. 19.00



Pae White
Mr. Baci e Abbracci




Opening giovedì 22 maggio h. 19.00


 
 (Segnalato da F.Bonazzi)

Le opere di Pae White nascono da processi mediati, incarnano un’idea di artificialità che aspira a darevita a paesaggi naturali attraverso forme pure, colori piatti e materialieterogenei, che si trasformano per sembrare altro da sé. Il lavoro dell’artistadi Los Angeles è in bilico costante tra interpretazione e paradosso: così la monumentalità appare fragile, la chiarezza nasce dall’astrazionee forme organiche sono prodotte dall’artificio.
 
Per la sua mostra personale da francesca kaufmann Pae White presentauna serie di paesaggi reali e immaginari.
 
L’installazione di piante da appartamento che occupa lo spazio dellagalleria allude a questa tensione tra forme e materiali, per cui elementinaturali sono di fatto eseguiti in tela e metallo, creando una sorta digiardino inorganico che sopravvive al tempo.
 
Il mobile intitolato Suncloud invade il primo ambiente della galleria.Composto da oltre 1000 fili, il lavoro sembra volercatturare gli effetti elusivi della luce del sole velata dalla nebbia. Questamonumentale scultura a tutto tondo permette di moltiplicare i punti di vista dello spettatore, invitato e penetrare la foresta di fili.La modulazione cromatica generata dall’alternarsi di esagonidi carta colorata attribuisce una dinamica alla statica dell’installazione,trasformando lo spazio in una dialettica tra vuoti e pieni, luce e colore.
 
Altri paesaggi immaginari sono rappresentati in una serie di lavori intitolata Around the World in 11-14 minutes.La serie di nove dipinti replica in forma rinnovata l’esuberanza dell’iconicaesplorazione del mondo ambientata a Disneylandchiamata “It’s a Small World”. Ilpercorso, inaugurato nel 1971, presenta figure robotiche travestite da bambinidi tutto il mondo che intonano  la canzone pacifista “It’sa small world”. Il risultato è un caoticotripudio di colore e suoni che riduce la complessità dell’identitàculturale in una serie di macchie di colore, elementi kitsch e macchinari robotici, riaffermando così l’omogeneità dellostereotipo.
 
Nella serie di tele di Pae Whitequesto tipo di rappresentazione culturale, che riduce la diversità a rassicuranticlichés, è messo in luce e rafforzato dall’utilizzoda parte dell’artista di un pittore di insegneche ha freddamente eseguito i dipinti. Private dal fervore della passeggiata disneyana le composizioni si trasformano in macchie dicolore che rimandano al fantasma di vivide astrazioni.
 
 

 

francesca kaufmann

 


via dell'orso, 16
20121 milano - italy
tel +39 02 72094331
fax +39 02 72096873

 


info@francescakaufmann.com

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl