Forbidden City, una personale dell'artista spagnolo Antonio Girbés Galleria Lipanjepuntin Roma a cura di A. Arévalo

Forbidden City, una personale dell'artista spagnolo Antonio Girbés Galleria Lipanjepuntin Roma a cura di A. Arévalo Oggetto: Mostra diAntonio GIRBES Galleria Lipanjepuntin Roma a cura di A. Arévalo (Segnalato da F.Bonazzi) LipanjePuntin artecontemporanea PRESENTA Forbidden City, una personaledell'artista spagnolo Antonio Girbés(1952, Tabernes de Valldigna, Valencia - Spagna), a cura di AntonioArévalo.

19/mag/2008 12.43.00 BONAZETA WORD PRESS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


Oggetto: Mostra diAntonio GIRBES Galleria Lipanjepuntin Roma a cura di A. Arévalo

 

(Segnalato da F.Bonazzi)

 

LipanjePuntin artecontemporanea PRESENTA Forbidden City, una personaledell'artista spagnolo Antonio Girbés(1952, Tabernes de Valldigna, Valencia - Spagna), a cura di AntonioArévalo.

 

In Forbidden City,Antonio Girbés utilizza frammenti di fotografie della Città Proibitadi Pechino cometasselli per la costruzione di nuove composizioni geometriche che, a partiredella sua personale manipolazione, generano altreimmagine autonome in cui l'elemento strutturale di queste diventa formalmenteestetico. Di fatto Girbés neltempo ha creato la sua propria e personalissimafilosofia della fotografia. Ne derivano elementi seriali che si specchiano e sicompenetrano, dove l'immagine si chiude in se stessa e l'elementoarchitettonico, appena riconoscibile, si perde in intricati arabeschi.L'artista, servendosi delle forme cariche della cultura orientale, reiterate e barocche, ci racconta, senza svelarla, la realtànella sua forma più ovvia: un caleidoscopio di frammenti nel quale nulla ècasuale in quanto l'artista vuole incitarci a coglierne i messaggi. Rimane adogni fruitore il privilegio di capire la magia diquesta simbologia: come lo specchio che riflette gli sguardi di chi osservacosì, in questo caso, i labirinti e i misteri sono necessari per raggiungere lastrada verso la città proibita.

 

Impegnato fin daiprimi anni Ottanta come fotoreporter, negli anni Novanta Girbés realizza la serie The Untitleds,composizioni floreali dal sapore fiammingo in cui i preziosi colori, chericordano le antiche fotografie dipinte a mano, spiccano su uno sfondo scuro.Con Cabezas Cortadas,nella seconda metà degli anni Novanta, il soggetto delle opere di Girbés diventa il corpo, o meglio, latesta. Simboliche parti pensanti di noi, le sue teste recise sono ridotte afeticci marmorei senza vita.

Le fotografie delprogetto SomewhereNowhere (2000-2005) preannunciano laserie di lavori che l'artista espone in occasione della sua personale a Roma.Con queste immagini, tratte dalle più diverse realtà geografiche e culturali, Girbés passa dalle nature morte costruitein digitale a paesaggi universali.

 

Dal 1980 Antonio Girbés ha esposto in importantigallerie e musei europei, nord e sud americani e in Giappone.  Hapartecipato al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1998, aEl Cuerpo del Arte, prima Biennale di Valencia curata da Achille Bonito Olivanel 2001, all'ultima Biennale di Architettura di Venezia, nel progetto C onCities a cura di Elena Ochoa Foster. Recentemente ha esposto a Mosca (AidanGallery) e Valencia (Galería Thomás March). Le sue opere fanno parte di prestigiose collezioni internazionali quali: Deutsche BankFrancoforte, Estée Lauder New York, Giovanni e Marella Agnelli Torino, Musée del'Elysée Losanna, Fundaciò La Caixa Barcelona, Dow Jones & Co. New York.

 

 

 

 

 

Artista:                             ANTONIO GIRBÉS

 

Mostra:                             Forbidden City

 

Curatore:                          Antonio Arévalo

 

Luogo:                              LipanjePuntin artecontemporanea–                                                                

                                          ROMA

                                                                      via di Montoro 10 –00186 Roma

 

Durata:                              15 maggio – 12 luglio 2008            

 

Inaugurazione:                Giovedì 15 maggio 2008, dalle 19.00

 

 

LIPANJEPUNTIN artecontemporanea

via di Montoro 10 – 00186 Roma

Tel. + 39 06 68307780 Fax + 39 06 68216758

www.lipanjepuntin.com

 info@lipuarte.it

 

Orario di galleria: da martedì a sabato 12.00 – 20.00 o su appuntamento

 






 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl