Le dolci notti di CarloV di Auletta

L'evento, per il quale le Poste Italiane realizzeranno un annullo filatelico è il sogno che si realizza per il dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Don Bosco" di Auletta, il professore Michele Marsico.

28/mag/2008 17.10.00 Alessia Saggese Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ad Auletta, in provincia di Salerno, sta per prendere il via, il 31 maggio 2008, la prima edizione della manifestazione "Le dolci notti di Carlo V ad Auletta". L'evento, per il quale le Poste Italiane realizzeranno un annullo filatelico è il sogno che si realizza per il dirigente scolastico dell'Istituto Comprensivo "Don Bosco" di Auletta,  il professore Michele Marsico. Il progetto, che ha coinvolto tutti gli alunni della scuola dell'infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, è stato sostenuto dal Comune di Auletta, dalla Pro-loco di
Auletta, dall'associazione "Terra nostra" e con l'alto patrocinio della Provincia di Salerno. La presentazione ufficiale della manifestazione "Le dolci notti di Carlo V ad Auletta" sarà il 26 maggio al Palazzo Sant'Agostino a Salerno. La direzione artistica è della GWendalina Production Srl che ha curato i costumi, le scenografie, le coreografie dei balli popolari e delle danze di corte, coordinando il team docenti che per l'intero anno scolastico ha lavorato con tutti gli alunni per la realizzazione della officina delle scienze, la bottega delle erbe, la bottega dei mosaici, l'emporio di Carlo V, del gruppo dei cantastorie che presenteranno in veste medioevale: la leggenda della pietra di Carlo V; La leggenda del carciofo bianco e la leggenda degli struffoli di Carlo V.  Altri angoli suggestivi dell'evento è "il covo delle streghe"  e quello  dei giocolieri durante i quali ci si potrà tuffare nel passato ed assistere a come i giocolieri intrattenevano le gente o a momenti di vita delle streghe.  Il fiore all'occhiello sono, inoltre, le "mini guide"  che in costumazione cinquecentesca, accompagneranno i turisti lungo l'intero percorso dell'antico borgo spiegandosi in italiano, inglese e francese. Artigianato, creatività e passione per il periodo storico evocato, si fondono, in occasione di questo evento, ai gustosi prodotti tipici nel "mercato delle Arti e dei Prodotti", dando vita ad uno spettacolo dentro lo spettacolo. Al "mercato delle arti e dei prodotti" che sarà allestito nella manifestazione, si possono trovare oggetti speciali, storie fantastiche, cultura e amore per la lavorazione artigianale ed i prodotti locali.  Le taverne appronteranno con grande cura vini e cibi caratteristici a base di carciofo bianco che stuzzicheranno i palati e faranno riscoprire i sapori del passato. Si potrà assistere, fra gli altri, a spettacoli itineranti di sbandieratori falconieri e ad esercitazioni di tiro all'arco.
 
Alessia Saggese
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl