dal 18 giugno l'egitto a NAPOLI

12/giu/2008 16.20.00 BIBLIOTECA NAZIONALE NAPOLI Ufficio stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

BIBLIOTECA NAZIONALE  “VITTORIO EMANUELE III

NAPOLI  

 

Studiosi da tutto il mondo per tre giorni nella città partenopea   per il primo Convegno Napoletano di Egittologia

 

Testimonianze d’Egitto

 

La Cosmographia  di Tolomeo , un codice copto del V secolo, un album fotografico della Duchessa Elena D’Aosta                                dal 18 Giugnoper pochi giorni in mostra alla Biblioteca Nazionale Napoli

 

 

I maggiori esperti  internazionali di studi  e ricerche sull’antico Egitto ed eminenti studiosi delle principali Università italiane e straniere saranno da mercoledì 18 Giugno  (ore 15:00 ) a Napoli alla Biblioteca Nazionale  per il primo Convegno Napoletano di Egittologia, che assume particolare importanza alla luce dell’accordo appena firmato tra i ministri per la cultura di Italia ed Egitto Sandro Bondi e Farouk Hosny, per la difesa reciproca del patrimonio archeologico

Il convegno promosso dall’ A.N.S.E. (Associazione Napoletana di Studi Egittologici) allo scopo di illustrare ed approfondire gli sviluppi della ricerca archeologica e scientifica sull’antica civiltà egiziana e di confrontare i risultati delle più recenti scoperte si concluderà venerdì 20 Giugno  a Palazzo du Mesnil, Università “L’Orientale”di Napoli .

 

 L’ egittologia, specifica branca dell’archeologia, che studia con rigore scientifico la cultura, la letteratura, la religione, l’arte e la lingua dell’Antico Egitto assume oggi carattere  grande attualità e rilevanza : il 70% dei tesori conservati da questa misteriosa terra bagnata dal Nilo attendono ancora di essere ritrovati ; le ricerche e gli studi  si intensificano e grazie alle nuove tecnologie gli scavi si susseguono le scoperte archeologiche di notevole interesse storico.Il recente  ritrovamento nei pressi di Alessandria di una testa di alabastro di Cleopatra, di una maschera e di alcune monete  fanno proprio in questi giorni discutere gli esperti, sperando che si tratti del sensazionale ritrovamento della tomba della famosa regina e di Marco Antonio.

 

La Biblioteca Nazionale di Napoli, in occasione dell’ importante convegno, ha voluto allestire una mostra che documentasse le fasi più significative della nascita e del successivo sviluppo dell’Egittologia esponendo alcune delle più rare ed antiche fonti possedute. provenienti dal Fondo Palatino, dalla Raccolta De Gasparis e dal fondo Aosta.

Per pochi giorni eccezionalmente in mostra due codici miniati di rara bellezza e di inestimabile valore: Il codice in scrittura copta onciale di Giobbe e le sue figlie   risalente al l V secolo e La Cosmographia  di Claudio Tolomeo del XV secolo ed altri  preziosi  document, trai quali  la  prima edizione napoletana con miniature dei Viaggi in Egitto e Nubia del padovano Giovan Battista Belzoni , l’atlante di Ippolito Rosellini  , 79 tavole da lui disegnate dei principali monumenti di Karnak, Luxor e File e l’ esclusivo album fotografico, dettagliato reportage del  viaggio ufficiale che la Duchessa Elena D’Aosta fece in Egitto nel 1894.

Promuovere  il grande patrimonio egittologico della città partenopea e diffondere gli studi e ricerche napoletane è tra gli obiettivi  dell’ANSE nata a Napoli dall’impegno di alcuni giovani dottorandi e laureandi in Egittologia dell’Università “L’Orientale” di Napoli, Ilaria Incordino, Massimiliano Nuzzolo e Francesco Raffaele , che da anni collaborano a campagne di scavo ed all’insegnamento di “Egittologia” dell’Ateneo.                                                  

Il convegno di Egittologia si avvale dell’ Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e del  patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali .//Na/lytar

.

 

BNNUFFICIOSTAMPA

LydiaTarsitano

0817819381

bn-na.ufficiostampa@beniculturali.it

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl