FEDERCONTRIBUENTI: IL TAGLIO DELL'ICI METTE A RISCHIO L'EQUILIBRIO DEI BILANCI DEI COMUNI. NON SIANO I CITTADINI A PAGARNE LE CONSEGUENZE

NON SIANO I CITTADINI A PAGARNE LE CONSEGUENZE Il taglio dell'ICI sulla prima casa e sulle pertinenze rischia di essere un boomerang che in queste ore sta complicando la vita agli uffici ragioneria dei Comuni che non riescono a fare quadrare i conti.

29/set/2008 16.14.38 federcontribuenti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Il taglio dell'ICI sulla prima casa e sulle pertinenze rischia di essere un boomerang che in queste ore sta complicando la vita agli uffici ragioneria dei Comuni che non riescono a fare quadrare i conti. Fra l'altro nel momento in cui le amministrazioni entro domani dovrebbero certificare che i bilanci sono in ordine. Per evitare ciò dovevano, dal Governo centrale arrivare le compensazioni previste per il taglio dell'imposta, ma ad oggi di tutto ciò non si ha notizia. Questa situazione sta portando tante Amministrazioni a rallentare i pagamenti verso i fornitori ma anche verso categorie deboli come i lavoratori delle cooperative sociali che spesso vengono utilizzati, per i servizi assistenziali provocando seri problemi a tanta gente. La cosa grave è che ci si ritroverà presto di fronte al rischio di un aumento consistente delle tariffe per i servizi a domanda individuale. In questa situazione siamo fortemente preoccupati aggiunge il Presidente Nazionale di Federcontribuenti Carmelo Finocchiaro, che alla fine saranno sempre i contribuenti a pagare attraverso l'aumento di imposte e tributi locali per far fronte alle spese già programmate. E allora sarebbe una beffa. Tolta l'ICI i cittadini sarebbero costretti a vedersela sostituire con l'aumento di altre imposte o a subire imposizioni illegittime come quella che vivono gli abitanti della Provincia di Ravenna che sono costretti a pagare anche una tassa sulla pioggia. Allora è necessario che il Governo rispetti l'impegno e proceda immediatamente ai trasferimenti compensativi se si vuole evitare anche il dissesto finanziario di molti enti locali.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl