27/9: International Electronic Musik Festival Città di Bergamo @ Bolgia (Bg). Accanto a F. Kevorkian (Usa) tanti artisti bergamaschi emergenti

26/set/2008 15.38.20 Lorenzo Tiezzi Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
27/9: International Electronic Musik Festival Città di Bergamo @ Bolgia (Bg). Accanto a F. Kevorkian (Usa) tanti artisti bergamaschi emergenti


come sempre info media Lorenzo Tiezzi +39 3393433962 
foto in hi res su www.lorenzotiezzi.itsezione DOWNLOAD e poi CLUB BOLGIA

GLI ARTISTI BERGAMASCHI PRESENTI

Tra i tanti giovani artisti bergamaschi presenti al Festival del Bolgia citiamo almeno i 3 Monkey Lovers, ormai ben più che emergenti, e insieme a loro Kissy, Matteo Nobili, Vanel e Joy Fagnani. Per loro e per tanti altri Bolgia non è solo la solita discoteca ma un laboratorio creativo che potra forse in futuro portarli a diventare dj e musicisti di professione

IL LINE UP DEL FESTIVAL
Un vero festival dedicato alla musica elettronica al Bolgia di Osio Sopra (Bg, uscita A4: Dalmine) il 27 settembre. Il titolo è semplice e preciso: International Electronic Musik Festival Città di Bergamo. Dalle 22 alle 7, suonano decine di dj importanti, conosciuti in tutto il mondo, con un calendario fitto, fittissimo, divisi in due sale. F. Kevorkian (Usa), Ashley Beedle (Xpress2, Uk), Intrallazzi (Cube Guys, Italy), Monkey Lovers (Italy), Dirt Crew (Germany), The Dolphins (Italy), Bleak 3000(Germany), James Flavour (Germany), Rea K (Sri Lanka). Ma come sempre nella sua tradizione, visto che il Bolgia fa ballare mezza Italia da qualche anno puntando non solo sulle stelle ma anche sui nuovi talenti, al mixer del club si alterneranno anche giovani dj italiani. 

CHI E' REA K
www.myspace.com/reakrea 

Rea K è il nuovo giovane talento femminile della musica elettronica.

Non è solo una semplice dj,è sopratutto una musicista che canta e suona violino elettronico e tastiere. La sua madre terra è lo Sri Lanka ma vive in Italia da ormai 10 anni. Nel 2006 ,viaggiando su un treno, incontra casualmente WM, giovane musicista bergamasco. Da allora cominciarono a produrre insieme ed il risultato è un  nuovo esclusivo progetto che unisce le melodie e il calore degli archi con i freddi groove electro-minimal da dancefloor. Rea K nel 2008 pubblica il suo primo cd (REA K EP), sulla Just Music, la stessa casa discografica che pubblica le compilation di Claudio Coccoluto. Il successo è immediato e la porta ad entrare nella top ten delle chart inglesi.  Rea K è giovane ma ha già suonato live all'Elettrowave, festival internazionale di musica elettronica d'avanguardia, parte dello storico Italia(ex-Arezzo) Wave Festival  condividendo il palco con artisti del calibro di Cassius, Raresh, Noze e molti altri...   


BOLGIA DJS FROM THE WORLD: cos'è

Discoteca o club italiano a quattro passi dall'A4 e a 20 minuti da Milano. Si vede passando prima o dopo il casello di Dalmine, dipende se si va verso Venezia  o Milano. Quella del 2008/9 è la ottava stagione per il club. Teatro di serate sperimentali ('Menage a Trois' con Coccoluto e Saturnino) e veri raduni di house maniaci ('Diabolika' by m2o, Made in Italy, Folies de Pigalle), ha una storia che non è ormai più così breve. E tutta in crescita. Il Bolgia è infatti diventato un punto di riferimento per chi ama la musica house in tutti i suoi colori. Una disco senza aggressività e  senza 'esclusività', che punta tutto sulla musica, su guest stratosferici, su un regular guest come Roberto Intrallazzi, mito del djing italiano (www.intrallazzi.com) e resident di valore assoluto come i Monkey Lovers, trio di giovani djs che si sta affermando grazie a un sound particolare ed energico. www.bolgia.it, info 335465818

ALCUNI DEI TOP DJS CHE HANNO FATTO BALLARE IL BOLGIA

Francois Kevorkian, Tony Humphries, Frankie Knuckles, David Morales, Todd Terry, Felix da Housecat, Claudio Coccoluto, Alex Neri, Joe T Vannelli, Roberto Intrallazzi (il creatore del Bolgia sound), Karl Bartos (Kraftwerk), James Zabiela, Dimitri From Paris, Daddy G. (Massive Attack), Tom Findlay (Groove Armada), Prodigy, Stefano Fontana, Saturnino (il bassista di Jovanotti), Francesco Farfa, David Piccioni, Marco Dionigi, Adrian Morrison, Fernanda Lessa, Scarlett Etienne, Asia Argento, Jo Mills, Emanuele Inglese, Paolo Bolognesi (...) 


BIOGRAFIE di alcuni dei djs protagonisti di dj set @ Bolgia


    FRANCOIS KEVORKIAN
www.francoiskevorkian.com
Un mito del mixer. Con i suoi laptop e i suoi occhiali da intellettuali, in consolle Francois si fa notare per il ritmo, non per il look. Francois Kevorkian è nato in Francia il 10 gennaio 1954. Suo padre ha lavorato al ORTF, come assistente tecnico. Sua madre era dentista. Dopo il divorzio dei genitori Francois è rimasto con la madre fino all'età di tredici anni, dopo di che è andato a vivere col padre. Nonostante la separazione dei genitori, è riuscito a diplomarsi al Montgeron Lycee in 1972. Si trasferì a New York nel settembre del 1975 e solo lì iniziò a dedicarsi al mixer perchè fu assunto in una discoteca chiamata Galaxy 21. Col tempo diventò anche un dj producer per la Prelude Records col remix di "Push Push in the Bush" e il pezzo dei D Train "Keep on". Per un periodo decide di abbandonare le console e dedicarsi interamente ai remix. Nel 1987 gli Axis Studio di Francois Kevorkian aprono i battenti a Maria Carey, Madonna, Mary J. Blige, Chaka Khan e tantissime altre star internazionali. Nel 1990 torna alla ribalta nei panni di club dj ed diventa famosissimo anche in Europa dove collabora con il Ministry of Sound di Londra. Una vita ai massimi livelli... La sua fama è conosciuta in tutti paesi del mondo dove è uno dei più richiesti dagli organizer delle discoteche. Oggi Francois Kevorkian è uno dei dj's Producer più richiesti del pianeta, uno dei pochissimi a riempire locali a Parigi, Londra, New York e in Italia. Oggi mixa usando 2 laptop, alla faccia di chi dice che i top dj usano solo vinile.

    ASHLEY BEEDLE (Xpress 2)
www.myspace.com/ashleybeedle
Ashley Beedle, Delta House Of Funk ,Black Science Orchestra, Black Jazz Chronicles, Rising Sunz, The Ballistic Brothers, Xpress2. Ecco tuti i suoi pseudonimi o le band di cui fa parte.  In generale, è un artista sperimentale, di quelli che spingono sul ritmo ma anche sulla creatività. Il progetto più noto ai più è senz'altro quello degli Xpress 2. I sobborghi suburbani londinesi, gli stessi che hanno tenuto a battesimo l'acid house alla fine degli anni Ottanta, sono di nuovo in fermento e gli X-Press 2 sono qui per dimostrarlo. Ascoltate i tre singoli usciti per la Skint e vi accorgerete di come all'interno della loro musica riescano a convivere sonorità americane e inglesi: la raffinatezza del soul e il funk, ma anche l'energia primordiale dei breakbeat party di Brixton e delle altre periferie di Londra. Insomma, provate a immaginarvi i Masters at Work che invitano a cena i Basement Jaxx in un baccanale dionisiaco di suoni ed avrete un'idea della maestosa griffe X-Press 2. La loro storia inizia nei primi anni Novanta, quando i tre si conoscono nel modo piu' naturale possibile, frequentando le stesse strade, gli stessi club, nonche' bazzicando negli stessi negozi di dischi. L'amalgama e' quello giusto e il meeting effettivo lo si deve alla storica etichetta Junior Boys Own, che li convoca per pubblicare un singolo. L'ascesa ha cosi' inizio, anche per merito di una star del calibro di Junior Vasquez che accompagna con entusiasmo tutti i passaggi cruciali della loro carriera...

    INTRALLAZZI (Bolgia regular guest e creatore del Bolgia sound)
www.myspace.com/intrallazzi
Fattosi conoscere all'inizio degli anni '90 con gli F.P.I. Project (con chi ha raggiunto il top delle chart di vendita in tutto il mondo e partecipato a programmi come Top of The Pops), da allora Intrallazzi continua la sua ricerca musicale. Oggi al mixer del Bolgia di solito lavora da solo e il suo sound è universale, sperimentale, elettronico. Mai minimale, mai pomposo, sempre all'avanguardia e sempre melodico. Come produttore lavora con Luca Provera e insieme si fanno chiamare Cube Guys. I loro remix sono molto apprezzati in UK, quello di Elektro degli Outwork ha fatto sfracelli in il mondo e Te Quiero è stato il brano dell'estate a Ibiza nel 2006. Ma i due sono sempre al lavoro. Roberto dal mixer del Bolgia in anteprima quelli che diventeranno successi ballati in tutto il mondo. Intrallazzi, dal mixer o in studio, emoziona. 

    MONKEY LOVERS (dj trio resident al Bolgia)
www.myspace.com/monkeyloversmusic
Sono il dj trio che anima sempre più spesso la console del Bolgia emozionando quanto i top djs a cui danno il cambio. Il loro suono è elettronico, divertente, saltellante, minimal e techno (ma non troppo spinto per chi ha voglia di divertirsi). Giovani, hanno anche un'attività artistica diurna e separata l'uno dall'altro... ma di notte sono una cosa sola. Difficile capire cosa facciano in tre dietro al mixer, tra computer, cavi, ritmo e cassa in quattro. Ma fanno ballare come pochi, pochissimi.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl