Joko a Scafati

Joko a Scafati Caserta, venerdì 17 ottobre 2008 Agli organi d'informazione Comunicato stampa Spazio espositivo: Scafati, Galleria d'Arte Franco Barbato - Corso Nazionale 247-249 - Scafati (SA) Titolo dell'evento: "Architetture immateriali, spazi irreali" Data di vernissage: sabato 18 ottobre 2008 Data di chiusura: sabato 8 novembre 2008 Orari di apertura: lunedì/sabato - ore 10/13 e 17/20 Ingresso: libero Orario del vernissage: ore 18 Ufficio stampa: Maria Beatrice Crisci Eventuali recapiti specifici dell'evento: 081.8639656 Curatori: Enzo Battarra e Alessandro Manna Artista:Joko Abstract di presentazione: L'artista casertano Joko, al secolo Amedeo Santagata, inaugura domani sabato 18 ottobre una sua personale nella Galleria d'Arte Franco Barbato di Scafati (Salerno).

17/ott/2008 09.18.22 Maria Beatrice Crisci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Caserta, venerdì 17 ottobre 2008

Agli organi d’informazione

Comunicato stampa

Spazio espositivo: Scafati, Galleria d’Arte Franco Barbato – Corso Nazionale 247-249 – Scafati (SA)

Titolo dell'evento: “Architetture immateriali, spazi irreali”

Data di vernissage: sabato 18 ottobre 2008

Data di chiusura: sabato 8 novembre 2008

Orari di apertura: lunedì/sabato - ore 10/13 e 17/20

Ingresso: libero

Orario del vernissage: ore 18

Ufficio stampa: Maria Beatrice Crisci

Eventuali recapiti specifici dell'evento: 081.8639656

Curatori: Enzo Battarra e Alessandro Manna

Artista:Joko

Abstract di presentazione: L’artista casertano Joko, al secolo Amedeo Santagata, inaugura domani sabato 18 ottobre una sua personale nella Galleria d’Arte Franco Barbato di Scafati (Salerno).

La mostra ha come titolo “Architetture immateriali, spazi irreali”. I testi di presentazione sono di Enzo Battarra e Alessandro Manna, le fotografie di Luigi Spina.

 “Luccica la graniglia di vetro e riempie la superficie di sé, dei suoi intensi toni cromatici, delle sue forme suadenti”. Scrive Battarra, che prosegue: “L'architettura è una promessa, è una sfida. L'architettura si fa quadro per continuare a pensare. Le architetture immanenti nascono da ludiche astrazioni e da paesaggi innaturali. Nascono da un esercizio continuo di sperimentazione dei materiali, dalla tempra irrefrenabile di Joko, sempre pronto a coniugare materia e forma, progetto e trasgressione”.

E Manna sottolinea: “Joko colloca dentro un grande spazio candido, quasi diafano, volumi semplici, architetture pure, secondo la definizione corbusiana che l'architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico dei volumi nella luce. Forme rette e forme curve si compongono in maniera ritmica, con superfici più elevate - quasi picchi di un diagramma cartesiano - che si stagliano su ampie superfici di colori primari”.

La mostra resterà aperta fino a sabato 8 novembre, dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.

 

 Con preghiera di cortese pubblicazione e radio-tele-web-diffusione. I giornalisti che volessero richiedere ulteriori foto in formato jpeg o contattare l’ufficio stampa per ogni altra informazione possono rispondere a questa e-mail.

 

       L’ufficio stampa

(Maria Beatrice Crisci)

Questo messaggio e-mail, inviato in Ccn a una lista di destinatari, non contiene pubblicità né promozione di tipo commerciale. Coscienti che invii di posta elettronica indesiderati siano oggetto di disturbo, La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non dovesse essere di Suo interesse. A norma della Legge 675/96 abbiamo reperito il Suo indirizzo e-mail di persona, navigando in rete o da messaggi di posta elettronica che l’hanno reso pubblico. Questo messaggio non può essere considerato spam poiché include la possibilità di essere rimosso da ulteriori invii di posta elettronica. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni, La preghiamo di inviare una risposta con oggetto: “Cancella”. Grazie.

Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. 196/03, le informazioni contenute in questo messaggio e-mail sono dirette esclusivamente al destinatario, e come tali sono da considerare riservate. È vietato pertanto utilizzare il contenuto dell’e-mail, prenderne visone o diffonderlo senza autorizzazione. Qualora fosse da Lei ricevuto per errore voglia cortesemente rinviarlo al mittente e successivamente distruggerlo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl