AVVIATO IL CONFRONTO ALLA WHIRLPOOL

18/nov/2008 18.36.07 Notiziario delle associazioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Inserimento a cura del Notiziario delle associazioni www.notiziariodelleassociazioni.it

 

AVVIATO IL CONFRONTO ALLA WHIRLPOOL

 Il 17 Novembre 2008 si sono incontrati, presso la sede dell’Unione Industriali di Varese, la direzione Whirlpool, il Coordinamento Sindacale Nazionale delle RSU gruppo Whirlpool e FIM-FIOM-UILM per affrontare le problematiche relative alla richiesta sindacale di chiarimento in merito all’annuncio del presidente della Whirlpool Corporation.

 Nel corso dell’incontro la direzione ha comunicato le seguenti decisioni:

Il mantenimento dei progetti strategici di Whirlpool sia per i nuovi prodotti che per l’innovazione, ma anche la conferma degli investimenti complessivi per i vari siti in Italia circa 56 Milioni di Euro per il 2008 e si confermano significativi investimenti per gli anni 2009-2010;

A seguito della grave crisi finanziaria internazionale, della conseguente crisi economica e del calo dei consumi, si è determinato un rapido declino dei mercati ed un calo complessivo della domanda, inoltre le aspettative per il 2009 confermano questa tendenza;Le scelte in Europa, in questa fase di difficoltà, prevedono il mantenimento di tutti i siti produttivi, ma con la necessità di adeguarli alla situazione di mercato con la conseguente riduzione degli occupati:

  • in Europa di un numero significativamente superiore le 1000 unità con oltre 400 esuberi in Polonia, 150 in Francia e per le altre realtà una quantità in via di comunicazione negli incontri in programma;  
  • in Italia di 691 esuberi entro il 2009, di cui: 431 area di Varese, 95 Trento, 65 Siena, 100 Napoli, a cui aggiungere un numero importante di dirigenti.

FIM-FIOM-UILM ed il Coordinamento Sindacale Nazionale delle RSU, pur mantenendo le preoccupazioni rispetto alle scelte comunicate da Whirlpool, hanno ribadito la necessità di proseguire il confronto nei singoli siti con le RSU e le organizzazioni sindacali territoriali per gli approfondimenti ed ulteriori dettagli relativi ai piani industriali e le conseguenze occupazionali.

La delegazione sindacale ha chiesto all’azienda di non avviare procedure unilaterali collettive per gli esuberi dichiarati, questo per consentire un corretto confronto tra le parti a livello locale finalizzato a verificare i piani industriali, gli investimenti in processo e prodotto, i volumi per i prossimi anni ed in conseguenza di ciò trovare le opportune soluzioni non traumatiche per risolvere gli eventuali problemi occupazionali.

L’azienda ha accettato l’impostazione proposta. Le parti hanno fissato entro la fine della prossima settimana gli incontri di sito ed inoltre un incontro di coordinamento entro la fine di febbraio 2009.

Le organizzazioni sindacali ed il coordinamento danno indicazione di programmare nei vari siti le riunioni delle RSU e le assemblee informative utili alla prosecuzione del confronto.


Coordinamento Sindacale Nazionale gruppo Whirlpool Europe Srl

FIM-FIOM-UILM VARESE, TRENTO, SIENA, NAPOLI

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl