com stampa/ The Place - Club Tenco, "Roma di Amilcare" 2009 - ecco il calendario: si parte domani con ALBERTO PATRUCCO (martedì 3 febbraio) - roma

02/feb/2009 12.00.19 Daniele Mignardi promopressagency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Comunicato stampa

 

 

THE PLACE

Via Alberico II, 27/29  Roma

Tel. 06/68307137 - 06/68215214 – info@theplace.it

 

AL VIA L’EDIZIONE 2009 DELLA RASSEGNA

 “ROMA DI AMILCARE”

 

ECCO IL FITTO CALENDARIO DI FEBBRAIO:

martedì 3 febbraio - Alberto Patrucco

mercoledì 11 febbraio - Eugenio Finardi

giovedì 12 febbraio - Simone Cristicchi & il Coro dei Minatori di Santa Fiora

mercoledì 18 febbraio - Petra Magoni & Ferruccio Spinetti

mercoledì 25 febbraio - Banda Elastica Pellizza

 

Sotto l'egida del prestigioso Club Tenco e nel ricordo del suo artefice Amilcare Rambaldi, il THE PLACE inaugura dell'edizione 2009 dell'ormai storica rassegna "Roma di Amilcare”.

Il primo grande appuntamento è fissato per martedì 3 febbraio con ALBERTO PATRUCCO; la serata nasce dall’idea del direttore artistico del locale romano, Antonio Pascuzzo, insieme alresponsabile artistico del Club Tenco, Enrico de Angelis, uno dei più apprezzati cultori della nostra musica.

 

 

Appuntamento martedì 3 febbraio al The Place di Roma, ore 22.30.

“Chi non la pensa come noi”, è il disco d’esordio di nel quale il comico interpreta Georges Brassens con dodici brani mai tradotti in italiano prima d’ora. “Chi non la pensa come noi” (Alberi/Edel) è il frutto del percorso compiuto da Alberto Patrucco tra le parole e la musica di Georges Brassens, il più raffinato cantautore francese del secolo scorso, un artista unico, dotato di genialità e ironia senza eguali. Il lavoro si compone di dodici versioni inedite (in italiano) e preservate nei loro contenuti da una traduzione accurata che ne ha salvaguardato poesia, sostanza e incisività, col consenso degli eredi di Brassens. In “Chi non la pensa come noi”, oltre a Daniele Caldarini, autore degli arrangiamenti musicali dell’intera produzione, hanno suonato più di trenta artisti. La proposta artistica di Patrucco è semplice: monologhi e ballate, eseguite al pianoforte o alla chitarra, per raccontare storie con parole e canzoni originali, per lo più umoristiche. Tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80, inizia un’intensa attività in molti locali milanesi e affronta, nelle allora nascenti tivù private, le prime esperienze televisive. Con il boom commerciale del cabaret, sulla scia della fortunata trasmissione “DRIVE IN”, Patrucco allarga il suo raggio d’azione in tutta Italia. Dal 1980 al 1990 propone una serie di spettacoli che a buon diritto entrano nella storia di questo genere. Abbandonata la musica, per un decennio sperimenta e approfondisce il monologo satirico puro, sviluppando uno stile personale e inconfondibile, riprendendo le canzoni solo in qualche occasione. A partire dal 2000, Patrucco inizia un rapporto costante con la televisione passando, prima attraverso “ZELIG” (2000 – 2003), per approdare poi alla trasmissione “COLORADO CAFÉ” (2004 – 2006) e diventando un personaggio di punta richiesto come ospite anche in altre trasmissioni nazionali (“FUNARI NEWS”, “BALLARÒ”, “GLOB”, “CROZZA LIVE”…) È in questo periodo che elabora l’argomento centrale del suo cabaret, ovvero, l’originale tesi del pessimismo comico che prenderà vita attraverso tappe precise e ben delineate:dal 2000 al 2005 elabora “TEMPI BASTARDI” (libro MONDADORI e spettacolo),dal 2006 “VEDO BUIO!” (libro MONDADORI e spettacolo).Dal 2002 l’impegno creativo, motore degli spettacoli dal vivo, delle pubblicazioni e dei monologhi televisivi, è condiviso con Antonio Voceri.Nel 2005, gli viene assegnato il “PREMIO CHARLOT (Cabaret con la K)”. E, nel 2007, il “PREMIO WALTER CHIARI”, il “PREMIO SATIROFFIDA” e il “DELFINO D’ORO”.Tutta l’opera di Alberto Patrucco si può considerare come un gigantesco work in progress che ruota attorno alla spiazzante tematica del “pessimismo comico”. L’autore è alla perenne ricerca della singolare normalizzazione di questo tema che racchiude la sua visione del mondo. Sul palcoscenico e nei suoi libri Patrucco sviscera la realtà rivoltandola e trovando gli amari ed esilaranti lati comici.

 

Prezzi: cena “alla carta” (più biglietto d’ingresso 10 euro) oppure ingresso dopocena 10 euro comprensivo di prima consumazione

 

   
 Ufficio Stampa the Place:  
 Daniele Mignardi Promopressagency   

Roma tel. 06.32651758 - info@danielemignardi.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl