"Aldo Moro-Una Tragedia italiana al teatro Verdi di Monte San Savino (AR)-20 febbraio '09

"Aldo Moro-Una Tragedia italiana al teatro Verdi di Monte San Savino (AR)-20 febbraio '09 TEATRO VERDI MONTE SAN SAVINO venerdì 20 febbraio 2009 - ore 21.15 TEATRO STABILE DELLA SARDEGNA / TEATRO ELISEO DI ROMA ALDO MORO - UNA TRAGEDIA ITALIANA di Corrado Augiase Vladimiro Polchi con Paolo Bonacelli - Lorenzo Amato regia Giorgio Ferrara "ALDO MORO - UNA TRAGEDIA ITALIANA" è uno spettacolo particolarmente commovente che ripercorre i giorni della prigionia e dell'assassinio del Presidente della Democrazia Cristiana, scritto da Corrado Augias insieme a Vladimiro Polchi che Paolo Bonacelli e Lorenzo Amato metteranno in scena al Teatro Verdi di Monte San Savino, venerdì 20 febbraio alle ore 21.15.

Allegati

10/feb/2009 19.12.42 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

TEATRO VERDI

MONTE SAN SAVINO

 

venerdì 20 febbraio 2009 - ore 21.15

TEATRO STABILE DELLA SARDEGNA / TEATRO ELISEO DI ROMA

ALDO MORO – UNA TRAGEDIA ITALIANA

di Corrado Augiase Vladimiro Polchi

con Paolo Bonacelli - Lorenzo Amato

regia Giorgio Ferrara

 

 

"ALDO MORO – UNA TRAGEDIA ITALIANA" è  uno spettacolo particolarmente commovente che ripercorre i giorni della prigionia e dell'assassinio del Presidente della Democrazia Cristiana, scritto da Corrado Augias insieme a Vladimiro Polchi che Paolo Bonacelli e Lorenzo Amato metteranno in scena al Teatro Verdi di Monte San Savino, venerdì 20 febbraio alle ore 21.15.

Aldo Moro 2Aldo Moro 3Aldo Moro 4

Alle 9.15 del 16 marzo 1978, in via Fani a Roma, la Fiat 130 guidata dall'appuntato dei carabinieri Domenico Ricci, con a bordo l'Onorevole Aldo Moro, viene bloccata da un commando di terroristi e crivellata di colpi. Cinque uomini della scorta vengono uccisi, il presidente della DC sequestrato. La vicenda umana e politica del rapimento Moro si consumò in 55 giorni. I più lunghi e oscuri dell'Italia del dopoguerra. Non sono bastati 5 processi e 2 commissioni parlamentari d'inchiesta a fare definitiva chiarezza. A partire dalle numerose lettere scritte da Moro dalla "Prigione del Popolo", lo spettacolo ripercorre la cronaca del più tragico sequestro politico del nostro secondo dopoguerra: le lettere, i documenti, le immagini d'archivio, i commenti, i punti di vista, la ricostruzione dei fatti fino al drammatico epilogo. Allo strazio delle parole di Moro imprigionato, interpretato da Bonacelli, la pièce alterna i commenti e gli interrogativi di Sciascia e Pasolini, ma anche i comunicati ufficiali delle BR. Il tutto scandito dall'uso di immagini, tratte dai telegiornali d'epoca e dal recente adattamento cinematografico di Marco Belloccio "Buongiorno notte".

Lo spettacolo, con la regia di Giorgio Ferrara, è costruito sulle lettere che Moro scrisse agli amici del partito, al Papa, ai familiari. Lettere in cui alterna momenti di speranza ad altri di disperazione, tra ricordi privati e raccomandazioni di incombenze quotidiane, tra accuse di errori ed omissioni e ringraziamenti agli amici.

 

Paolo Bonacelli e Lorenzo Amato saranno all'Interno 43 (via Sansovino), alle ore 18.30,  per un incontro-aperitivo con il pubblico.

 

Paolo Bonacelli, diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma, è attore di teatro classico, moderno e contemporaneo, ha recitato pieces di Pirandello, Aristofane, Moliere, Pasolini, Hrabal e Pinter. Molto apprezzato da Pasolini, fu scelto dal regista per la parte del Duca in Salò o le 120 giornate di Sodoma, interpretazione che valse a Bonacelli, la Targa Mario Cromo.  Per oltre un ventennio, ha lavorato per il cinema con registi quali Roberto Benigni, Lina Wertmuller, Mario Monicelli.  Ha ricevuto, nel 1992, il "Nastro d'argento" e il "Ciak d'oro" per la sua interpretazione nel film Johnny Stecchino.

 

 

PREZZI DEI BIGLIETTI      intero   ridotto*

platea/palchi I e II ordine     12.00        10.00

palchi III ordine                    10.00       8.00

* ridotto: soci Rete Teatrale Aretina, Arci, studenti, minorenni, ultra sessantacinquenni, abbonati alle stagioni dei teatri aderenti alla Rete Teatrale Aretina.

 

Info:Arezzo: Officine della Cultura - viale Michelangelo 36 - Tel 0575 27961 - info@officinedellacultura.org - www.officinedellacultura.org - Monte San Savino: Ufficio Informazioni Turistiche Piazza Gamurrini, 73 (c/o Il cassero)  tel. 0575 849418


www.reteteatralearetina.it
--
Ufficio stampa:
Gloria Peruzzi Tel. + 39 349 3588645
gloriaperuzzi@gmail.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl