Torino festeggia il Capodanno cinese

Torino festeggia il Capodanno cinese {tab=Prima parte ____} Lo scorso primo febbraio, l'associazione Immigrati Cinesi Uniti in Piemonte ha organizzato grandi festeggiamenti per l'inizio del nuovo anno cinese.

11/feb/2009 01.02.28 Sognando Italia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
{tab=Prima parte 第一部分}

Capodanno TorinoLo scorso primo febbraio, l’associazione Immigrati Cinesi Uniti in Piemonte ha organizzato grandi festeggiamenti per l’inizio del nuovo anno cinese. La comunità dell’ex celeste impero, proveniente per lo più dalla provincia dello Zhejiang vicino Shanghai, ha dato forma alla cosiddetta festa di primavera presso l’auditorium del Lingotto di Torino, per un pomeriggio intero ricco ed all’insegna della cultura, dell’arte, della cucina cinese ed ovviamente della tradizione.

In una organizzazione davvero ammirevole, nulla è mancato, dalle autorità a star della musica cinese in Italia: Il console cinese che nel suo lungo discorso ha tra l’altro riaffermato il principio della pacifica convivenza sul territorio piemontese di cinesi ed italiani e tra un augurio e l’altro per il nuovo anno si sono alternati sul maestoso e fiorito palco anche l’applauditissima Aurora Tesio (assessore alle pari opportunità della provincia di Torino), ed altri esponenti della politica e delle istituzioni locali piemontesi. Presente tra gli altri anche il folto gruppo di ragazzi dell’associazione Zhong Yi You Yi di Bagnolo Piemonte – Barge.

{tab=Seconda parte 第二部分}

Capodanno TorinoGrande emozione per l’intonazione degli inni nazionali Italiano e della Repubblica Popolare e poi via al divertimento strutturato in tre parti del pomeriggio domenicale: una prima dedicata al confronto con le istituzioni, una seconda di circa tre ora dedicata alla musica e allo show vero e proprio ed una immancabile lotteria nella terza parte… primo premio ma chiaramente cifre con tanti otto in migliaia di euro… tanto per avere un po’ di fortuna in più.

L’anno che si è aperto è di sicuro un anno molto difficile, caratterizzato da una forte crisi, diffusa, profonda e stratificata ma che i cinesi sono fiduciosi riusciranno a superare con la caparbietà di sempre ma soprattutto facendo perché no affidamento anche sul fatto che il 2009 è l’anno del bue; mai segno più indicato per questa situazione anche storica che si sta attraversando in Europa ed in Asia [realtà interconnesse]; nell’oroscopo cinese significa che per raggiungere i propri obiettivi servono pazienza, perseveranza e forza, proprio come un bue. Come non essere d’accordo?

{tab=Terza parte 第三部分}

Al di là di quello che può essere valutato molto superficialmente come un evento di costume e basta va visto il significato sociologico di un pomeriggio dedicato ai festeggiamenti del capodanno: mettere in comunicazione attraverso eventi siffatti, due imponenti realtà, quella italiana e cinese che convivono serenamente sullo stesso territorio. Creare un evento culturale porta con se il dichiarato intento di conoscersi e capirsi sempre più superando ogni preconcetto. La presenza alla manifestazione di tanti cittadini italiani e “nuovi italiani”ne è e ne sarà sempre la dimostrazione lampante.

Giuseppe Iadevaia

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl