fabrizio Artale Satanismo

09/giu/2004 02.44.25 Fabrizio Artale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

QUESTO ARTICOLO L'HO SCRITTO UN ANNO FA. OGGI RIPROPONGO LA SUA LETTURA PERCHE' IL FENOMENO NON E' PER NULLA SCONFITTO E GLI ULTIMI EVENTI LO HANNO DIMOSTRATO.

IN SEGUITO ALLA SUA DIVULGAZIONE SU INTERNET, MOLTI SATANISTI  SI SONO RISENTITI ED HANNO FATTO L'IMPOSSIBILE PER ARRECARMI MOLTI DISTURBI INFORMATICI...

 

NELLE SEDE ROMANA DEI PAPABOYS E' STATA FATTA RECAPITARE UNA LETTERA INTIMIDATORIA CHE MINACCIAVA SERIE CONSEGUENZE PER LA BATTAGLIA CONTRO IL SATANISMO CHE ABBIAMO INTRAPRESO.

www.manikomio.it/papaboys/stopmanson

 

www.manikomio.it/papaboys/stopmanson/minacce.asp

 

QUESTO E' IL SEGNO CHE NOI TUTTI POSSIAMO FARE QUALCOSA, NEL NOSTRO PICCOLO, PER CONTRASTARE TALE PERICOLOSO FENOMENO CHE DEVE ESSERE FERMATO.

 

L'INDIFFERENZA E' L'ARMA MIGLIORE CHE IL DEMONIO SI SCEGLIE PER MIETERE LE SUE VITTIME.

 

Pace e Bene

a Gesù per Maria

 

Fabrizio Artale 

 

 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

 

 

 

IL MORSO DEL SERPENTE

 

L’Italia Satanista

 

a cura di Fabrizio Artale

www.papaboys.it

 

 

In Italia i pericoli derivanti dall’espansione incontrollata di alcune sette sono diversi, cosi com’è stato evidenziato da una complessa ed interessante indagine condotta dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza, nel Febbraio 1998, sui Nuovi Movimenti Religiosi. Accanto ad una miriade di nuovi culti, iniziano a proliferare, anche nel nostro Paese, pericolose sette. E’ ormai innegabile una realtà satanico-rituale.

Studi elaborati dalla Polizia di Prevenzione, dimostrano che in questi ultimi anni, si è registrato un notevole incremento di sette sataniche. Il primato a livello mondiale di satanisti, pare, lo detenga Londra, subito dopo ci sarebbe Torino; vengono San Francisco, Chicago e Roma, città legate tra loro da inquietanti geometrie esoteriche, come il “triangolo nero”, che, a detta di taluni esperti, unisce la città del diavolo per eccellenza, Torino, a Londra, che diede i natali al satanico Aleister Crowley (1875-1947) e a San Francisco, dove Anton Szandor LaVey fondò la prima Chiesa di Satana, a mezzanotte del 30 aprile del 1966, data fondamentale per i satanismi. E’ importante sapere, inoltre, che la prima chiesa satanica in Italia è nata a Cefalù (PA). Il fenomeno inquieta non poco, anche perché, sempre più frequentemente si legge sui giornali di fatti efferati, molti dei quali potrebbero essere ispirati dal tetro mondo dei culti satanici. Alcuni delitti insoluti sembrerebbero essere stati compiuti da satanisti. Alcune volte questi casi sarebbero addebitati a raptus improvvisi di follia o a delitti compiuti dalla malavita. Si presta poca attenzione all’eventuale presenza di “segni” e di simboli esoterici sul luogo del delitto. Nel nostro Paese il satanismo è alquanto diffuso in una miriade di cellule nere segretissime, ben celate ad occhi profani. Sono italiani i maggiori acquirenti dei libri del mago nero LaVey: la bibbia satanica (1969) e Il rituale satanico (1972). Il fenomeno del satanismo moderno è, tuttavia, assai complesso. Nella vastità di correnti e pseudocorrenti magico-sataniche, diversi studi hanno già tracciato delle mappe dei soggetti che si muovono nei territori inferi:

1) Isolati tradizionali: maghi, santoni, guru e sciamani si pongono in questa categoria, questi  sono dotati di speciali legami con l’anti-dio, da consultare per ottenere fatture a morte, imprecazioni, ecc...;

2) Isolati dediti a droghe, che godono (se così si può dire) di visioni sabbatiche e infernali nell’estasi di miscugli di droghe;

3) Isolati psicotici, sofferenti di follia religiosa a contenuto satanista. Gli associati, sarebbero satanisti in senso proprio cioè legati al Satana biblico;

4) I Gruppi di Satanisti tradizionali, dediti all’esercizio di riti magici e messe nere;

5) Gruppi di trasgressori sessuali, con tendenze sadomasochistiche ed attitudini orgiastico-naturalistiche.

Sarebbero impropriamente satanisti (satanisti non puri), invece:

6) I seguaci di Baphomet dio della sfera del divenire, contrapposto a Javè, dio dell’essere, della sfera celeste;

7) I carismatici satanisti, che credono nella rivelazione e nella venuta in terra di Satana, massima autorità buona, capace di riparare la creazione “sbagliata” di Javè;

8) I razionalisti, che identificano il demonio con le forze compresse e represse della nostra civiltà, forze che devono essere rivalutate e portate alla coscienza.

I veri satanisti sono coloro che riconoscono e adorano un Satana personificato. È in questo caso il diavolo della Bibbia. Accanto a questo satanismo occultista ne vive un altro di tipo razionalista, che ha il suo maggiore rappresentante in Anton Szandor LaVey. Il satanismo razionalista si differenzia da quello occultista poiché considera Satana semplicemente il simbolo della rivolta contro ogni tipo di regola “fai ciò che vuoi”, contro la religione considerata mera superstizione.

Esiste anche un satanismo che nasce dalla sperimentazione delle droghe da parte di gruppi, con infarinature di occultismo, che raccontano di vedere il diavolo quando sono in preda all’esaltazione mentale. A Roma, due articoli pubblicati dal quotidiano "Il Messaggero" (19 e 20 Febbraio 1997), rivelavano l’esistenza della “Setta del Laterano” della quale farebbero parte circa 30 adepti. Sempre nella capitale sono presenti, come in altre città italiane (Milano e Firenze) gruppi assai pericolosi di “satanisti metropolitani”, secondo alcuni, dediti al sacrificio umano. Vi è ancora la setta “dell’Orgasmo nero”, i cui adepti sono stati accusati di utilizzare, durante i loro riti, droghe, sangue umano e di praticare la scarnificazione. A Roma vi è, ancora, la “Chiesa Nera Luciferina” di Efrem del Gatto, organismo, che conta pochi aderenti, che fin dal Marzo 1984 è iscritto regolarmente presso il Tribunale di Roma. A Napoli troviamo la filiale italiana del “Tempio di Set”, fondato da Michael Aquino nel 1975. Sono stati sospettati di aver organizzato, nei sotterranei dello stadio San Paolo, delle messe nere. A Bologna c’è la setta dei “Bambini di Satana”, fondata nel 1982 da Marco Dimitri. In Piemonte troviamo i “Figli di Satana”, dediti a profanazioni di cimiteri. La “Chiesa di Satana” di LaVey ha a Torino due filiali. I “Figli del Demonio” è una setta di Venezia, di cui si è appresa l’esistenza da un articolo pubblicato sul quotidiano “La Padania”. A Pescara è presente un gruppo “erudole di Ishtar”, setta, molto misteriosa, formata da sole donne. Molto pericolosi sono i kremmerziani, seguaci del mago italiano Giuliano Kremmerz, che operano con la magia detta avatarica che si occupa di uccidere una persona lasciandone in vita le funzioni corporee, delle quali prenderà possesso, per trasmigrazione, la coscienza dell’iniziato che si appresta a compiere il rito, chi segue questa linea di pensiero parla a tratti di magia vampirica. Le poche testimonianze raccolte, evidenziano l’esistenza di Pedofili satanisti. Cronache orribili e disumane affermano che nel corso di alcuni riti satanici dei bambini sono torturati e violentati. Ai confini dell’immaginabile umano sono, infatti, i racconti di ragazzine adolescenti offerte agli alti sacerdoti di una setta ed ai loro adepti per essere violentate, una volta gravide, le piccole sono costrette ad abortire, su altari sacrificali, ed il feto, di quattro mesi, spartito per la purificazione dei capi che ne bevono il sangue e poi se ne cibano… (inchiesta condotta dalla Società Nazionale per la Prevenzione della Crudeltà Contro i Bambini di Londra), Spesso le sette acquistano bambini dell’Est d’Europa, o pagano donne perché consegnino i loro feti a fini sacrificali… Un altro ripugnante rito è quello di prelevare il sangue di un neonato, circa due litri, che viene versato in un vaso di trenta centimetri di diametro ed esposto nel primo giorno di luna nuova a partire dal segno zodiacale di nascita dello stregone. Un’ora prima dell’alba si raccoglie solo la pellicola raggrumatasi in superficie e la s’ingerisce. Il procedimento è ripetuto altre volte, con altre vittime…

Nel satanismo contemporaneo l’influenza del mago inglese Aleyster Crowley è molto forte. Crowley fu chiamato dai giornali: “Il re della depravazione”, “L’uomo più perverso del mondo”, “Una bestia umana”, ecc. Egli stesso si definirà “La Grande Bestia dell’Apocalisse”, “Satana” Era un uomo veramente malvagio. La stessa madre lo rifuggirà con orrore. La magia di Aleister Crowley è anche impregnata di satanica malvagità ed avversione verso Cristo. Egli si prefisse di distruggere la religione cristiana. Per cercare di comprendere meglio il problema del satanismo non bisogna neppure dimenticare il fenomeno del New Age. C’è, infatti, da dire che questo movimento è frequentemente accusato di diffondere il satanismo. Una prova del legame che esisterebbe tra questo ed il culto del diavolo ci viene offerta dal regista Kenneth Anger, appartenente alla Chiesa di Satana. Anger, nella presentazione al suo film Lucifer rising (Lucifero che risorge), ha dichiarato: <<E’ un film sulla generazione dell’amore. La festa di compleanno dell’Età dell’Acquario, che mostra le attuali cerimonie per far risorgere Lucifero. Lucifero è il dio della luce, non il diavolo. E’ l’angelo ribelle che agisce dietro gli eventi del mondo di oggi>>. Così dice del demonio questo importante esponente del movimento della Nuova Era. Segni inquietanti dei tempi, dell’avvento del nuovo Millennio, che, nelle sue confusioni di nuove pseudo-religiosità, con le loro liturgie planetarie, ha smarrito l’autentico rapporto con Dio, nella pilotata e devastante diffusione delle più diverse forme di occultismo nero e satanista.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl