Rete Teatrale Aretina: Teatro Dovizi, Bibbiena - Arezzo - 21 febbraio '09

Rete Teatrale Aretina: Teatro Dovizi, Bibbiena - Arezzo - 21 febbraio '09 TEATRO DOVIZI - BIBBIENA (AR) Fondazione Toscana Spettacolo - Bibbiena città del Teatro - Comune di Bibbiena - NATA -- Rete Teatrale Aretina - Provincia di Arezzo - Regione Toscana Direzione artistica Livio Valenti sabato 21 febbraio ore 21.30 EmmeA Teatro in collaborazione con Cultània Festival, Armunia Festival Costa degli Etruschi, Teatro Comunale di Castiglion F.no, Il Carro di Jan LAMPEDUSA È UNO SPIFFERO Monologo tragicomico di Norma Angelini e Fabio Monti con Fabio MontI elaborazioni video Norma Angelini; luci Michele Fazio; organizzazione Francesco Fantauzzi Ridere delle assurdità del mondo.

16/feb/2009 16.29.45 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

TEATRO DOVIZI – BIBBIENA (AR)

Fondazione Toscana Spettacolo – Bibbiena città del Teatro - Comune di Bibbiena – NATA –- Rete Teatrale Aretina - Provincia di Arezzo - Regione Toscana

Direzione artistica Livio Valenti

 

 

sabato 21 febbraio ore 21.30

EmmeA Teatro

in collaborazione con Cultània Festival, Armunia Festival Costa degli Etruschi,

Teatro Comunale di Castiglion F.no, Il Carro di Jan

LAMPEDUSA È UNO SPIFFERO

Monologo tragicomico

di Norma Angelini e Fabio Monti

con Fabio MontI

elaborazioni video Norma Angelini; luci Michele Fazio; organizzazione Francesco Fantauzzi

 

 

Ridere delle assurdità del mondo. Cercare le contraddizioni. Estremizzarle. E ridere. Ridere. Questo, in estrema sintesi, lo spettacolo Lampedusa è uno spiffero che la Compagnia EmmeA Teatro presenterà al Teatro Dovizi di Bibbiena, sabato 21 febbraio alle ore 21.30.

"Cercare il senso delle cose, e provare a salvare la pietà umana, da facce viste, da contraddizioni reali, da voci sentite, da ragioni comprese, prima, molto prima dei giudizi facili, delle ragioni, facili. Questo il presupposto che ci ha portato a Lampedusa", racconta la Compagnia.

Uno dei pezzi di terra più a sud di tutta l'Europa si chiama Lampedusa. E' un'isola. Piccola. Molto più vicina all'Africa che al resto d'Europa. In media, quasi uno sbarco ogni 3 giorni. E ogni 3 giorni, Lampedusa buca lo schermo, e si guadagna il suo spazio sui telegiornali. E poi c'è la storia di Lampedusa. Che è una storia di marginalità, di isolamento, di abbandono. Per dire, i lampedusani sono stati tra gli ultimi, in Italia, ad avere il telegrafo, tra gli ultimi, in Italia, ad avere la corrente elettrica, tra gli ultimi, in Italia, ad avere il telefono, insomma, tra gli ultimi, sempre tra gli ultimi, da sempre. Questo è il punto: per la sua storia passata, per la sua storia più recente, per la sua posizione geografica, per tutto questo e per molto altro ancora Lampedusa incarna con assoluta evidenza contraddizioni che ci paiono tipiche di tutto l'Occidente. "Siamo convinti che interrogando oggi, da artisti, Lampedusa, si possa trovare qualcosa di profondamente rappresentativo, emblematico, dell'Occidente intero". Lampedusa è uno spiffero è un viaggio profondo nel cuore della Sicilia. Un monologo in cui lo sguardo si deposita con lucidità, ironia e leggerezza sul paradosso di questa piccola isola, schiacciata tra turismo ormai di massa e allarmismi scatenati dall'immigrazione clandestina. Efficace e quasi ipnotica la presenza scenica di Fabio Monti, che, ben oltre il teatro di narrazione, calamita occhi, pancia e cervello degli spettatori. Definirlo monologo tragicomico non rende l'idea, si tratta piuttosto di un capolavoro in perfetto equilibrio tra ironia e profondità. Lo spettacolo è stato selezionato per il  Premio Extracandoni 2005 e il Premio V. Shiavelli Palermo Teatro Festival 2006, vincitore del Premio Cantastorie Pino Veneziano 2007 e del Premio Presenze.1 2008 Teatro Filodrammatici Milano, "Per aver saputo viaggiare nel cuore della cultura siciliana con lucidità, ironia e leggerezza, attraverso gli strumenti del teatro di narrazione, con la capacità di superarlo […] Fabio Monti ha saputo utilizzare musica, dialetto e sonorità popolari in modo originale, dimostrando che la sua ricerca ha solide radici".

 

La Compagnia

EmmeA' Teatro è una compagnia siculo – toscana in residenza presso il Teatro Comunale di Castiglion Fiorentino (Arezzo). E' formata da Norma Angelini, scenografa e coautrice, Francesco Fantauzzi, organizzatore, e Fabio Monti, coautore, attore e regista. Ha vinto il bando ETI Nuove Creatività, i premi Vigata, Pino Veneziano e Presenze.1 del teatro Filodrammatici di Milano ed è stata selezionata al Premio ExtraCandoni per la nuova drammaturgia. La sua ricerca tra musica e teatro spazia dalle culture orali e scritte meridionali allo stretto rapporto con la realtà contemporanea. Ha realizzato gli spettacoli Buttitta, "Lampedusa è uno spiffero!!!" e Retrò. La compagnia nella stagione 2007/08 è stata coprodotta da Armunia Festival, La città del Teatro di Cascina,Teatro Studio di Scandicci e ha collaborato con Fondazione Toscana Spettacolo. Nell'inverno '09 debutterà il nuovo lavoro su Don Milani, vincitore del bando ETI Nuove Creatività.  Sempre nel 2009 debutterà la nuova coproduzione con Egumteatro che curerà la regia di un testo in via di definizione.

 

Biglietto: 9 euro

Informazioni e prenotazioni:

NATA, tel. 0575-561856 - nata@nata.it

 

 

www.reteteatralearetina.it


--
Ufficio stampa:
Gloria Peruzzi Tel. + 39 349 3588645
gloriaperuzzi@gmail.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl