"Creatives Are Bad", il fascino del rifiuto

Già fervono i preparativi per i prossimi appuntamenti della mostra itinerante sulla comunicazione rifiutata, ideata da MTN Company Quattro giorni di incontri e di stimolante confronto: è il positivo bilancio di "Creatives Are Bad".

07/apr/2009 12.37.39 Ufficio Stampa MTN Company Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa
Cava de'Tirreni (Sa), 07/04/2009


"Creatives Are Bad", il fascino del rifiuto
Bilancio soddisfacente per la seconda tappa della III edizione di “Creatives Are Bad”, ospitata dal 2 al 5 aprile dal Complesso Monumentale di Santa Maria del Rifugio, a Cava de’Tirreni (Sa). Noti professionisti del settore hanno preso parte ai seminari in programma. Già fervono i preparativi per i prossimi appuntamenti della mostra itinerante sulla comunicazione rifiutata, ideata da MTN Company

Quattro giorni di incontri e di stimolante confronto: è il positivo bilancio di “Creatives Are Bad”. La seconda tappa della III edizione della mostra sulla comunicazione rifiutata, ideata dall’agenzia di comunicazione MTN Company in collaborazione con Comunitàzione.it, si è svolta da giovedì 2 a domenica 5 aprile presso il Complesso Monumentale di Santa Maria del Rifugio, a Cava de’Tirreni (Sa).


Nella splendida location metelliana, in una sala impreziosita dalla presenza dei pezzi ceramici del Consorzio Ceramisti Cavesi, sono stati ammirati i lavori “rifiutati” di numerose agenzie e studi di progettazione sia italiani che spagnoli.


I tanti visitatori, curiosi ed “addetti ai lavori” hanno avuto, inoltre, l’opportunità di assistere  agli incontri con noti professionisti del settore, venuti a portare la propria esperienza e le loro considerazioni sulla problematica del rifiuto nella comunicazione e su altre tematiche relative al settore della pubblicità e della comunicazione.


L’importanza del dialogo tra agenzie e clienti per evitare il rifiuto dei progetti di comunicazione, la riflessione sull’essenza della creatività e sulla possibilità di fare un passo in avanti per riconoscere nella figura del creativo un vero e proprio “progettista” del lavoro di comunicazione: sono solo alcuni dei temi di maggiore interesse e degli spunti di approfondimento scaturiti dai seminari in programma durante i giorni della mostra.

 

Dopo l’inaugurazione ufficiale, avvenuta giovedì 2 aprile con la tavola rotonda sul tema Il rifiuto in comunicazione: la nascita del progetto di concerto tra agenzia e clienti”, ed il convegno organizzato dall’AIAP L’AIAP che vorrei nel SUD ITALIA”, nella mattinata di venerdì 3 aprile è stata la volta del workshop curato da Grafica Metelliana edincentrato sull’argomento “Supporti, materiali e tecnica al servizio del cliente”. Nel pomeriggio, invece, Antonio Monizzi (Connecting Managers), Alex Badalic (copywriter multilingue e strategic planner, Responsabile di AAA. Copywriter Pubblicità Varese) e Vincenzo Lamberti (referente Marketing MTN Company) hanno presenziato il seminario intitolato “Marketing tra strategia e creatività”.


«Occorre liberarsi dalla parola ingombrante ed imparare a tacere insieme per potersi dire di tutto»: è l’interessante riflessione sul valore comunicativo del silenzio sviluppata da Dario Bavaro, Direttore Marketing del Teatro Gesualdo di Avellino, nel suo intervento durante il seminario “Creatività Italiana” di sabato 4 aprile, che ha visto la partecipazione di Biagio Vanacore (Presidente TP - Associazione Italiana Pubblicitari Professionisti), Maurizio Rompani (Direttore Generale TP) e Pasquale Diaferia (due bronzi a Cannes).

 

A concludere in bellezza il ciclo dei seminari, sabato sera l’appuntamento intitolato “Creatives are…seductive!”, curato da Grafici Creativi. Un nuovo intervento dell’esperto Pasquale Diaferia ha richiamato l'attenzione sul valore della creatività e sull’importanza degli errori: «La creatività deve essere, per definizione, brutta e cattiva e la capacità dei creativi si realizza nella loro bravura nel raccontare storie alla gente, che, soprattutto in questo periodo, ha bisogno di questo. Essere creativi significa essere determinati, lavorare sodo ed avere un indole non conformista, dissenziente ed un po’ ribelle».

 

I progetti di comunicazione rifiutati sono rimasti in esposizione presso il Complesso Monumentale di Santa Maria del Rifugio fino a domenica 5 aprile.


Chiusa con un bilancio soddisfacente questa tappa, che ha segnato il ritorno dell’evento nella città natale, già fervono i preparativi per i prossimi appuntamenti. La III edizione di “Creatives Are Bad”, infatti, come del resto quelle precedenti, tornerà ad essere itinerante. Dopo Torino - World Design Capital 2008 - nello scorso dicembre, la mostra sarà ospitata da altre prestigiose location, a partire da una suggestiva tappa in Spagna, degno coronamento e naturale sbocco della collaborazione con l’Universidad Cardenal Herrera-CEU di Valencia.

 

Per info e contatti:

MTN Company srl, C.so Mazzini 22 - 84013 Cava de’Tirreni (Sa). Segreteria organizzativa (ore 9.00-13.00 e 14.30-18.30): tel/fax +39 089.3122124/125; cell. 392.4402468.

www.creativesarebad.com; http://blog.creativesarebad.com; info@creativesarebad.com

ufficio stampa
dott. raffaele pisapia
rpisapia@mtncompany.it
www.mtncompany.it

corso mazzini 22
84013 cava de'tirreni_sa_italy
tel. / fax 0893122124
tel. / fax 0893122125
info@mtncompany.it

Tutela della privacy/garanzia di riservatezza
MTN garantisce la massima riservatezza sui dati personali ai sensi della Legge 196/2003.
Si impegna a non fornirli a terzi e a provvedere alla loro cancellazione o modifica qualora l'interessato ne faccia richiesta.
Per posta elettronica è possibile richiedere la cancellazione inviando una mail a:
ufficiostampa@mtncompany.it Oggetto della mail: cancella+mail da cancellare

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl