comunicato stampa Ara Pacis/via Flaminia

19/giu/2009 16.10.59 Martini's Production Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: mirko martini <mirkomartini@live.it>
Date: 19 giugno 2009 16.04
Oggetto: comunicato stampa Ara Pacis/via Flaminia
A: tony <martinimodel@gmail.com>, ". ." <topcasting@hotmail.it>


Gentile Redazione,
 
 
 
 
 

COMUNICATO STAMPA

 

Roma, 22 giugno 2009

ore 17 Auditorium dell’Ara Pacis

 

 

La riscoperta della via Flaminia più vicina a Roma tra

storia, luoghi e personaggi:

 

Viaggio virtuale da Ponte Milvio a Casale Malborghetto, alla riscoperta dei luoghi più interessanti e suggestivi di una consolare ricca di testimonianze del passato.

 

«… Prima cura dei Romani per consolidare le loro conquiste e favorirne di nuove, fu quella di costruire veloci e sicure strade di comunicazione. Partendo dal miglio aureo, collocato nel Foro Romano, queste arterie si spingevano fino alle estreme propaggini del mondo allora conosciuto, vincendo difficoltà di ogni sorta e formando una fitta rete connettiva tra la Capitale e le provincie...»

Più o meno con queste parole, quasi un secolo fa, lo scrittore Edoardo Martinori apriva la sua fortunata guida sulla via Flaminia, una delle principali strade ricordate, voluta dal censore – poi console – Gaio Flaminio al tempo della CXXXIX Olimpiade (anno 531 di Roma) e portata a compimento in soli quattro anni nel percorso principale da Roma a Rimini.

Da allora le conoscenze acquisite su questo importantissimo iter, specie nel tratto più vicino all’Urbe, sono esponenzialmente aumentate, grazie a sapienti indagini archeologiche e metodici accertamenti scientifici in corso d’opera dagli inizi degli anni Ottanta del secolo scorso.

I risultati di tali esplorazioni, che hanno consentito il riordinamento, l’aggiornamento e talvolta la correzione di precedenti studi e ricostruzioni a firma di insigni archeologi e storici dell’Ottocento e degli inizi del Novecento (Thomas Ashby, Giacomo Boni, Ersilia Caetani Lovatelli, Giuseppe Antonio Guattani, Rodolfo Lanciani, Antonio Nibby, Carlo Promis, etc.), vogliono ora essere portati alla più ampia attenzione della collettività, con duplice intento: innanzitutto far avvicinare il pubblico, specie quello più giovane, alle testimonianze del passato meno conosciute, al fine di suscitarne la sensibilità e favorirne approcci nuovi; in secondo luogo, fissare capisaldi di conoscenza da cui partire per avviare progetti di recupero e di fruizione dal punto di vista latamente culturale oltre che turistico.

 

Presentazione:

On. Emberto Croppi, Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Roma

On. Roberto Cantiani, Consigliere Comunale

 

Introduzione ai lavori:                                                                      Modererà:

Aurelio Severini                                                                                Livia Ventimiglia

 

 

Relatori:                                                                                            Ufficio Stampa:

Gaetano Messineo                                                                             Mirko Martini 3384903004

Maria Pia Partisani                                                                            e-mail: mirkomartini@live.it

Fabrizio Vistoli

Francesco Laddaga

 



Chiama da PC a PC e… taglia i costi delle chiamate!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl