Scienza e collusione a sfavore dell'Uomo

Spesso e volentieri si pensa che il percorso di vita si sia allungato, si guarda indietro negli anni e .............

31/lug/2009 17.42.01 Rosario Muto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il benessere, l'incompetenza e gli interessi!

 Spesso e volentieri si pensa che il percorso di vita si sia allungato, si guarda indietro negli anni e ............. ma quali anni, quali e
 quante persone.................gli ottantenni, i centenari, ma dove.......  in quali posti?
 Più spesso si sente dire, il progresso è  regresso.................................... sì........., pensando agli interessi, basta girarsi  intorno..................................
 E' da più anni che si sente dire...............kaiser, è morto quello, è  morto tizio, è morto caio, ma come mai, tutti giovani tra i trenta e i
 quarant'anni, porca  miseria.....................................................
 Da quando il grande Prof. Di bella è venuto, ha portato alla luce tutta  una serie di fatti, si sono scoperchiate le pentole e tanto si è capito.
 Lui stesso disse! come è possibile che la classe medica, consiglia,  prescrive terapie e farmaci senza conoscerne il paziente, senza conoscerne
 la fisiologia, senza conoscere i farmaci, senza conoscere niente di  niente.
 E così la vita, la nostra vita è nelle mani degli incompetenti, gli organi competenti sono incompetenti e collusi, lo stesso i prof.
 universitari, le aziende corruttrici per propri interessi, infine la  categoria più vergognosa, i medici.
La zirconia è e rimane un materiale tossico e pericoloso, ha una  dimensione molto più piccolo di un atomo, è un PM10 come la classica
diossina, è la causa di tantissime patologie leucemiche e tumorali etc.
 Correte tutti a farvi il vaccino, tanto a nessuno interessa la morte.

 La denuncia ai NAS dei Carabinieri

Esposto alla Repubblica in relazione alla collusione:
 Aziende, Università, Prof. e Medici,  sul discorso dei materiali solubili.
 http://www.mednat.org/amalgami/denuncia_nas_mat_dentari.htm

 Scienza, scienziati, ricerca e interessi

 Negli ultimi anni assistiamo ad un fenomeno meramente strano, da una parte  tantissime organizzazioni anche governative, organizzano miriadi di
 concorsi, eventi e festival della creatività, tutto alla contribuzione  dell'innovazione in relazione soprattutto allo sviluppo economico,
dall'altra parte invece assistiamo ad un fenomeno di restrizione di fondi  per sostenere la ricerca universitaria.
 Da una parte la ricerca è possibile solo in un ambito universitario mentre  dall'altra i creativi (di brevetti),sono sempre più soli ed in balia degli
 interessi.
 Da una parte, nel mondo universitario il baronato detta legge e dilapida  l'economia, mentre dall'altra i creativi vengono illusi, snobbati,
boicottati da: università, burocrazia politica, dalla massoneria delle  multinazionali aziendali.
 Comunque assistiamo ad una fuga dei cervelli, quali?
 Negli ultimi decenni assistiamo ad un comune interesse, quello di governare sempre più dei burattini, un sistema dittatoriale
internazionale, mondiale, sempre di più incisivo, un sistema che da una parte ti illude col farti vedere benessere, mentre dall'altra ti incude paura, timore e tutto quello che serve a  schiavizzarti per indurti alla loro indipendenza.
 Il Dogma, la politica e l'accademia, ma quale scienza?
 Negli ultimi decenni quest'ultimi esaltano sempre di più la scienza, gli  aiuti umanitari, la ricerca scientifica, le malattie, gli aiuti per i
 bambini poveri, i virus, i vaccini, i farmaci, l'energia, e dulcisinfundo  "acqua in bocca", abbiamo venduto l'acqua, tanto non è più un bene comune.
 Vogliamo considerare che siamo avvolti da una branca di avvoltoi, che non  vede altro che i propri interessi?
 Come si può fare evoluzione quando qualsiasi filosofia o scienza è legato  sempre ad un filo conduttore di questi quattro burattinai?
 Come si può fare scienza quando gli stessi ti bloccano perché anno paura dell'innovazione?
 Come si può fare ricerca e innovazione quando legati a vecchie filosofie  dette bibliografia e quindi bloccati nei principi della libertà sui punti
 cardini della scienza?
 Allora mi domando, come è possibile che oggi nel 2009 questi sig.  continuano a elemosinare attraverso i media, quando ormai tutti hanno
 capito le loro filosofie contorte?
 Rosario Muto
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl