Panizzi Eugenio, storia di tradizione e arte italiana che supera i confini nazionali

Una naturale passione per il vetro e per le sue lavorazioni, passione si, ma soprattutto prospettiva di lavoro duro, sacrificio, abnegazione.

18/ago/2009 10.20.36 stella78 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quando nel 1960 Eugenio Panizzi decide di fondare una sua piccola ditta, lì in un caratteristico borgo di Murano, in realtà, in pochi avrebbero previsto un futuro ricco di soddisfazioni e riconoscimenti. Una naturale passione per il vetro e per le sue lavorazioni, passione si, ma soprattutto prospettiva di lavoro duro, sacrificio, abnegazione. Valori di una tradizione italiana, di una cultura del dovere ormai in disuso, che negli anni del dopoguerra, invece, faceva rimboccare le maniche, per poter risollevarsi, per riaffermarsi.
 

La Panizzi Eugenio nasce come scommessa, prima sfida, poi certezza, e in breve tempo le lavorazioni in vetro di una piccola impresa di Murano, diventano le più ricercate dagli antiquari di tutto il mondo. Lampade, bicchieri, posaceneri, è il 1970, e la Panizzi Eugenio ottiene alla 48° Fiera Internazionale di Padova la sua prima attestazione: Premio Speciale per l’elevato livello artistico delle produzioni esposte.

Arriverà presto una famiglia, il bisogno di gestire il tempo del lavoro con la cura e l’attenzione per la famiglia e la prole, e tra un ordine e un altro da evadere, il primogenito Mauro e, poi, il più piccolo Franco, varcheranno i portoni della ditta di famiglia. Dal padre erediteranno, entrambi, la medesima ostinazione al successo, l’intuito degli affari, la volontà di emergere, di distinguersi. E’ il 1985 e  la Panizzi Eugenio è ancora una ditta troppo legata a un contesto produttivo storicamente e culturalmente locale, a Mauro e Franco, ormai uomini, il compito, quindi, di innovare, di apportare un cambiamento, di trasformare una ditta di famiglia in consolidata azienda. Il momento storico è, intanto, mutato, i due nuovi manager intuiscono, prima del padre, i meccanismi del mercato odierno, e l’esigenza imprescindibile di rinnovarsi, di investire per poter allargare le pretese. Nascono, così, nuovi progetti, nuove idee di lavorazione di vetro Murano, e accanto a un già noto trattamento in molatura, verranno introdotte le tecniche della battitura, del fusing, della sabbiatura.

Storie di successo, e i successi, infatti, non tarderanno: nel 2002 la Regione Veneto conferisce alla ditta il marchio di “Vetro artistico di Murano”,  sigillo di origine per qualificare le ditte che operano esclusivamente in lavorazione e incisione di vetro Murano, aprendo così le porte a un commercio globale di produzioni realmente esclusive. Dal 2003 la Panizzi Eugenio con le sue lavorazioni, espressione inequivocabile di storia, tradizione e arte italiana, espone alla Mostly Glass Gallery di New York, vetrina internazionale delle più ricercate lavorazioni artistiche in vetro.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl