Associazioni dei consumatori, protesi tossiche dalla Cina e dalla India e professionalità in ambito odontoprotesico italiano

Sono daccordo nel difendere il made in Italy, a difendere il proprio mercato e regolare tutta una serie di cose che noi tutti sappiamo ma, il problema è ben più grosso di quel che sembra!

12/set/2009 10.59.51 Rosario Muto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Finalmente le associazioni non hanno capito un tubo!
Sono daccordo nel difendere il made in Italy, a difendere il proprio mercato e regolare tutta una serie di cose che noi tutti sappiamo ma, il problema è ben più grosso di quel che sembra!
Primo punto molto preoccupante è: le aziende ci stanno truffando con i materiali, negli ultimi anni ci stanno vendendo leghe che di nobile non hanno nemmeno la puzza, sono piene di robaccia inquinanti per le leghe stesse e quindi durante la lavorazione diventano molto più pericolose, sia per la tecnica sia per chi le deve ricevere in bocca.
Il secondo punto è: tutti son bravi a tenere nel proprio laboratorio lo stereomicroscopio ma, per fare cosa? Guai a dirgli qualcosa, è il migliore! Mi dite a cosa serve se con lo stereomicroscopio non si controllano i passagi, non si cotrolla nulla di quello che si sta facendo?
Tutti corrono, sabbiano le proprie fusioni e non si accorgono dei propri errori, dei propri falli!
Sig. vi posso garantire che la maggioranza degli odontotecnici, immettono sul mercato dispositivi tossici, pericolosi!
Sapete perchè...................?
Perchè gli odontotecnici non sanno ancora produrre dispositivi a cera persa! Non sanno cerare, non conoscono il sistema di canalizzazione di fusione, non sanno fondere le leghe nobili e preziose, non conoscono ne i materiali, ne i sistemi di fusione ne gli strumenti e macchinari del proprio lavoro.
E' una vergogna.....................................................................
Una cosa tengo a precisare, il problema non è solo italiano, tutto il mondo è paese e chi si sente superiore si faccia un esame di coscienza, in particolare chi dice io lavoro con l'illustre.

Impariamo a lavorare, impariamo la chimica, la fisica, la fisiologia e difendiamo il nostro orgoglio quando operiamo con una certa dignità, per il diritto alla salute di noi tutti.
Cordialmente Rosario Muto

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl