Dagli studenti di Roma "profonda tristezza" per la visita del Papa annullata alla Sapienza

06/ott/2009 20.05.16 SIMS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La cancellazione della visita del Santo Padre prevista per oggi all’Università ”La Sapienza” è motivo di profonda tristezza per la comunità universitaria. Ad affermarlo è Martino Trapani, Membro del C.d.a Sapienza Università di Roma. La libertà di parola è un diritto irrinunciabile in un paese civile basato sulla tolleranza e sul rispetto reciproco. Ogni atto che nega tale libertà è inaccetabile. Esprimo enorme amarezza, aggiunge Trapani, per gli attegiamenti di intolleranza verbale e di comportamenti a cui abbiamo assistito in questi giorni nel nostro ateneo. E’ inconcepibile che nella più grande università europea sia negato il diritto di parola alla massima autorità religiosa presente nel nostro paese. Tanto piu' che la laicità è la cifra della civiltà di un Paese, della libertà di espressione, dell'attitudine al confronto. Mi rammarica il fatto che tutto questo sia stato impedito. Spero che tale episodio non costituisca un pericoloso precedente e sono fiducioso del fatto che il Rettore non farà mancare ancora una volta il suo contributo per rasserenare il clima all'interno nell'Università. > Dott. Trapani Martino Massimiliano > Rappresentante degli Studenti > Membro del C.d.a Sapienza Università di Roma
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl