INTERVENTO Dr. MARTINO MASSIMILIANO TRAPANI (S.I.G.M.) CONGRESSO CISL UNIVERSITA’ SAPIENZA DI ROMA

06/ott/2009 20.38.00 SIMS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mi presento , sono Martino Massimiliano Trapani, rappresento la categoria degli studenti e dei giovani medici in formazione specialistica con Il Segretariato Italiano dei Medici e Specializzandi .

Io penso che la nostra Universita’, insieme al Policlinico Umberto 1, rappresenta uno di centri d’ eccelenza più importanti che ci sono in Italia, e la Sapienza non ha caso si ritrova tra le prime Universita’ del mondo per il prestigio delle persone che vi lavorano quotidianamente.

Io come molti giovani medici e studenti fuorisede, sostenuti economicamente dalle proprie famiglie, abbiamo deciso dopo la scuola superiore di andare in uno dei più prestigiosi centri d’ eccellenza, come appunto questo, molto prestigioso e ricco di grandi nomi e luminari, per maturare  un pedigree esclusivo .

Infatti la formazione, chiaramente e’ diversa se fatta qui, da noi o in centri meno avanzati.

Uno dei tanti problemi cui purtroppo ci troviamo oggi davanti, ahime’ è che non riusciamo a svolgere bene il nostro ruolo, per via di una carenza enorme di altre figure professionali sanitarie, come per esempio infermieri, portantini ecc., infatti molti colleghi oggi vanno a colmare queste lacune, venendo meno al nostro proprio ruolo di assistenza, ricerca e didattica .

Questo sicuramente e’ anche dovuto ai tagli dei fondi da parte della Regione ai centri d’ eccellenza come il Policlinico Umberto1 e la Cattolica, ovviamente a discapito di coloro che ogni giorno lavorano, studiano, fanno ricerca, e prestano attivita’ assistenziale.

Un altro grosso problema ancora per noi giovani ,dopo aver raggiunto la laurea , la specializzazione e quant’ altro, e’ il problema dell’ assunzione in un ente, ospedale, universita’ o altri centri per via del Blocco del turnover della Regione Lazio.

Infatti la Regione Lazio invece di ridurre il deficit, ha aumentato il passivo di bilancio, evitando fino adesso il commissariamento.

Sempre per il blocco delle assunzioni, per le scelte politiche sbagliate del passato e di oggi ,noi giovani laureati , specializzandi e specialisti nel Lazio che dobbiamo fare?.....dove andiamo….?

Nel Lazio il saldo culturale continua a rimanere negativo…

Sicuramente ci dobbiamo rimboccare le maniche e trovare altre possibilita’ professionali nei centri fuori Regione. E’ allora la Regione che cosa fa’? continua a spendere soldi pubblici per la formazione delle giovani leve e non riesce a trattenere nel proprio territorio i migliori , perche’ tutti o quasi vanno via in altri centri dove ci accolgono ben formati e pronti per il lavoro….…

 

MARTINO  MASSIMILIANO TRAPANI

 

SEGRETARIATO ITALIANO GIOVANI MEDICI

 

WWW.GIOVANIMEDICI.COM

 

WWW.SIMS.MS

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl