Successo al Bluestone per Brunello Cucinelli e Marjenne

16/ott/2009 15.59.50 teresa catapano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

«Il bello ci salverà», Dostoevskij docet. E Brunello Cucinelli sottolinea come l’economia e la storia dell’Italia possano voltare veramente pagina puntando proprio sul bello. Lui ha portato sulla passerella del Bluestone la sua collezione autunno inverno, con un trionfo di cashmere e seta, per il lancio di Marjenne. Una sequenza di splendidi flash catturati dall’obiettivo di Salvio Parisi. E Cucinelli, uno degli stilisti più apprezzati nel panorama della moda internazionale è apparso in prima fila al fianco di Annamaria Romano, art director dell’evento che, per rendere glam questo ideale viaggio dell’animo femminile, ha scelto con cura ogni dettaglio. Non è mancata la chicca musicale, con una scaletta inedita per il mondo della moda made in Naples: una sequenza di grandi successi riletti in elegante chiave jazz, con l’immancabile tributo a Michael Jackson e alla sua “Billie Jean” nella versione di Jamie Lancaster & Karen Souza. L’ouverture è stata affidata all’armonia live dei Blue Gospel Singers.
 
Gli ospiti del salotto buono di via Alabardieri hanno assistito a un viaggio ideale. Protagonista, una donna che, alla scoperta della femminile indipendenza, avanza sui sentieri della seta e del cashmere, avvolta in abiti delicati come carezze ma forti come le convinzioni della donna moderna. È elegante, semplice, sensuale, sicura di sé, curiosa. È la donna Cucinelli.
 
Nella nuova collezione donna autunno inverno 2009 di Cucinelli, ammirata e applaudita da circa trecento persone, si respira un’atmosfera vagamente militare. Dal trench alla giacca da equitazione, dal blusotto da aviazione al caban da marina, le “uniformi” reinterpretano lo sporswear del XXI secolo, declinandolo al femminile. In questo oscillare tra maschile e femminile, si riflette il gioco stesso della nuova Collezione AI 09-10. E’ voglia di rigore e pulizia, coerente al momento che stiamo vivendo, assenza di dettagli inutili e di fuorvianti distrazioni.
Un modo di vestire piacevole, naturale e rassicurante, che si allontana da forzature ed eccessi e si affida al gusto di capi contemporanei dal sapore eterno.
 
Assoluta novità nel guardaroba della donna Cucinelli, la linea da sera.
Le sete, il raso e il visone sono uniti al jersey, al cashmere tricot ai tessuti tecnici. Eteree sovrapposizioni di sete e chiffon danno vita a delicati abiti lunghi; divertenti e poco austere giacche tight in jersey panama vengono indossate con impalpabili pantaloni drappati.
La sera di Brunello Cucinelli si contraddistingue per l’uso imperativo delle tonalità neutre e rigorosamente chiare che ricordano le vesti delle fanciulle di Botticelli.
 
Immancabili compagne di ogni donna, le scarpe fanno per la prima volta il loro ingresso nella Collezione Brunello Cucinelli Donna. Stivali e stivaletti con dettagli in cashmere, polacchini con il tacco e scarponcini derby all’imperiale sono realizzati in pelle e camoscio con trattamenti vegetali che donano un aspetto vissuto e naturale.
 
 
 
Protagonista assoluta della prossima stagione, la maglia che può essere indossata anche al posto del capo-spalla: cappotti di maglieria, cardigan dai pesi più importanti, stretti da cinture o con colli in pelliccia sono dei veri e propri outerwear in maglia.
Tante le forme della maglieria: fluide o drappate, a cardigan o avvolgenti, maxi con colli demi-couture, morbide o annodate, lunghe o oversize.
 
Nel capospalla l’accento è posto sui piumini, caldi e leggerissimi, dalle forme inedite: cappe, mantelle, copri-spalla o tight ma anche zip e cappucci per un gusto più sportivo.
 
Le camicie, dal body maschile, si vestono di giochi di asimmetrie, colli fluidi o drappati oppure scultorei e strutturati. Le T-shirt, dalle linee essenziali e molto pulite sono realizzate in raso, raso martellato o crêpes di seta.
 
Gli abiti, tendenzialmente mini, in raso, garza di lana o cashmere sono morbidi, non aderenti da indossare con lunghi ed informali cardigan in cashmere.
 
Tante le borse, i cappelli e gli accessori che completano la collezione, incluse collane in mischie di cashmere e metallo, oppure luminosi collier di cashmere e pietre dure.
 
 
E per le nuance, grigio sopra ogni cosa, unito ai colori delle pietre dure: il grigio opaco del quarzo fumé, il viola acquoso dell’ametista, fino al bordeaux del granato e al quarzo rosa.
 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl