La reazione alla notizia dell'accoglienza tra i cattolici di sacerdoti anglicani sposati

20/ott/2009 19.42.52 Ass. Sacerdoti Lavoratori Sposati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Abbiamo appreso dai media la notizia che Papa Benedetto XVI  permetterà a intere comunità anglicane con sacerdoti sposati con mogli e figli l'inserimento all'interno della chiesa cattolica come sacerdoti in servizio ministeriale. Come moglie di un sacerdote sposato cattolico mi sento profondamente indignata perché non vengono ancora riconosciute  anche ai  sacerdoti sposati cattolici e alle loro mogli le prerogative che si estenderanno a breve a tantissimi sacerdoti sposati anglicani.
Come donne impegnate per i diritti civili e religiosi non possiamo permettere  che  le nostre sofferenze e la nostra vita vissuta con coerenza  vengano  archiviate nel dimenticatoio degli uffici: dovrà essere presto un diritto anche per i sacerdoti cattolici romani e le loro mogli di appartenere in pienezza alla  chiesa cattolica con la riabilitazione al ministero sacerdotale attivo per tutti coloro che, dopo aver fatto un percoso regolare previsto dal diritto canonico, dalle dimissioni, alla dispensa e alla regolarizzazione del matrimonio religioso, lo richiedessero. La legislazione ecclesiastica dovrebbe garantire a tutti gli stessi diritti. (di A. Ruci)

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl