LA FONDAZIONE FACCHETTI A SAN SIRO PER INTER-CATANIA. “DAREMO AI TIFOSI LA GUIDA “METTI IL CANCRO IN FUORIGIOCO”

"DAREMO AI TIFOSI LA GUIDA "METTI IL CANCRO IN FUORIGIOCO" Milano, 23 ottobre 2009 - Il prof. Bajetta: "Se sconfiggeremo i luoghi comuni sugli stili di vita potremo evitare il 30% dei tumori da adulti".

23/ott/2009 12.55.28 Francy Antonioli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Milano, 23 ottobre 2009 – Il prof. Bajetta: “Se sconfiggeremo i luoghi comuni sugli stili di vita potremo evitare il 30% dei tumori da adulti”. Il progetto ha il patrocinio della squadra nerazzurra e del Comune di Milano

Portare la salute sugli spalti: è questa la sfida della Fondazione Giacinto Facchetti per lo studio e la cura dei tumori O.N.L.U.S. che domani sera, in occasione della partita di campionato Inter-Catania, distribuirà a San Siro ai giovani tifosi migliaia di opuscoli per la prevenzione del cancro. E nell’intervallo verrà proiettato uno spot di sensibilizzazione. Per la prima volta lo stadio diventa teatro di un grande progetto di educazione con il patrocinio dell’Internazionale F.C. e del Comune di Milano, che coinvolgerà anche le scuole e i campi di calcio. Non è mai troppo presto per iniziare a proteggersi: il 30% delle neoplasie è infatti evitabile con una sana alimentazione e movimento fin da bambini. Ma per raggiungere l’obiettivo vanno contrastati i tanti luoghi comuni diffusi fra gli adolescenti su fumo, alcool, dieta, attività fisica ed esposizione al sole. Per riuscirci la Fondazione ha ideato “Metti il cancro in fuorigioco!”, una guida a vignette con i consigli degli oncologi. “Vogliamo diventare il punto di riferimento dei più giovani e il modo migliore è incontrarli nei luoghi che frequentano - spiega il prof. Emilio Bajetta, direttore dell’Oncologia Medica 2 della Fondazione IRCCS “Istituto Nazionale dei Tumori” di Milano e presidente eletto della Fondazione Giacinto Facchetti -. I tumori causano ogni anno 125.000 decessi in Italia, spaventano molto ma la consapevolezza sui fattori di rischio è davvero scarsa. Grazie alla collaborazione con le Istituzioni e con una squadra di grande sensibilità come l’Inter ci auguriamo di poter raggiungere in breve tempo migliaia di ragazzi in tutta Italia”. Oltre allo stadio e agli Istituti scolastici infatti anche i club nerazzurri, più di 900 in tutto il mondo, faranno da cassa di risonanza all’iniziativa. “Diffonderemo i materiali ma non solo – spiega Fausto Sala, Direttore Responsabile del Centro Coordinamento Inter Club -: la nostra intera rete si trasformerà in uno strumento a servizio di questo progetto per l’educazione e la prevenzione”. La Fondazione Giacinto Facchetti, dedicata al grande campione, è nata da poco meno di un anno ma ha già attivato numerose iniziative di sensibilizzazione, con una virtuosa alleanza fra mondo della salute e dello sport. Il 17 novembre, suo primo anniversario, promuoverà a Milano il convegno nazionale “Tre a zero contro il cancro” con il patrocinio del CONI, della Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI) e della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la partecipazione di campioni olimpici. Per saperne di più www.fondazionegiacintofacchetti.it. Il 26 ottobre inoltre, in occasione del “Premio Internazionale Giacinto Facchetti – Il bello del calcio” la Fondazione sarà presente per distribuire materiali di informazione e l’opuscolo “Metti il cancro in fuorigioco”. Il riconoscimento, giunto alla sua quarta edizione è stato istituito da “La Gazzetta dello Sport” per ricordare il grande capitano dell'Inter e della Nazionale e presidente nerazzurro.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl