Il trans Gabriele è il nuovo concorrente del GF10

03/nov/2009 09.40.03 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Gabriele Belli1

Dopo le tanti voci che si sono susseguite ed il grande clamore è finalmente entrato nella casa del Grande Fratello Gabriele Belli, il concorrente Ftm ossia un female to male (donna che sta diventando uomo attraverso cure ormonali ed interventi chirurgici). Viso sereno, sorriso aperto e uno sguardo dolcissimo, sono queste le principali caratteristiche di Gabriele, transessuale di origini romane ma milanese di adozione, che è stato subito salutato con grande affetto e calore dagli altri abitanti della casa di Cinecittà. “Voglio partecipare al Grande Fratello per sancire la libertà di essere” è stata la dichiarazione di Gabriele che ha anche proclamato di voler essere il vincitore di questa edizione del GF.

Questa la sua presentazione durante la clip “Mi chiamo Gabriele Belli ho 38 anni ho avuto una vita durissima e piena di imprevisti e tante volte ho pensato che fosse finita e di aver toccato il fondo. Sono nato a Roma ma vivo a Milano, sono cresciuto con la nonna, ho avuto un’educazione molto rigida anche se mia nonna è stata una donna meravigliosa . Quando è morta ho cercato l’affetto di mia mamma ma lei ha guardato nella sua borsetta e mi ha detto: “vedi? ho il rossetto e lo specchietto ma l’affetto per te non ce l’ho!” Sono innamorato di Barbara, una ragazza che mi ha portato negli Stati Uniti. Oggi posso dire con certezza che non è importante quante volte un uomo cade, è  importante come si rialza. Ora entro nella casa del Grande Fratello perché voglio vincere”.

Pungolato da Alessia Marcuzzi su cosa dirà ai suo compagni di avventura, Gabriele si è limitato a dire che lascerà le cose andare per conto loro perché “è una storia da raccontare nei giusti modi. Arriverà da solo il momento”. Chissà se qualcuno riuscirà a percepire che Gabriele è in realtà la tenace Elettra? Anche perché quella parte di lui così importante non è mai sparita, si è solo trasformata. “Sono sempre io. Elettra sono io. È la parte di me importante che c’era prima. È come vedere una vecchia amica con cui ho litigato tanto, che ho odiato. Ora ho imparato a comprenderla e fa parte di me”.

Speriamo che il caso di Gabriele faccia riflettere le persone che troppo spesso sputano sentenze su quelli considerati dalla società diversi e difficilmente incasellabili ,soprattutto in questi giorni in cui non si parla altro che di transessuali in termini non sempre lusinghieri. Anche se credo che la sua storia genererà purtroppo solo curiosità fine a se stessa! Mi piacerebbe credere che non fosse così…

Gabriele Belli

La storia di Gabriele Belli raccontata nel reportage tratto da “IRIDE, il colore dei fatti“, programma di approfondimento giornalistico  condotto da Irene Pivetti su Odeon tv

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl