Comunicati.net - Comunicati pubblicati - AFII -Invest in France Agency Comunicati.net - Comunicati pubblicati - AFII -Invest in France Agency Fri, 19 Jul 2019 19:41:27 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://www.comunicati.net/utenti/3373/1 Il settore farmaceutico in Francia Fri, 07 Sep 2007 12:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/43354.html http://www.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/43354.html AFII -Invest in France Agency AFII -Invest in France Agency

Il settorefarmaceutico in Francia

 

Ilmercato farmaceutico francese si situa al terzo posto nelle classifichemondiali e al primo posto in Europa, con un fatturato, nel 2006, pari a 42miliardi di euro. La Franciaè prima in Europa (e quarta nel mondo) anche per la produzione di farmaci, con330 imprese operanti nell’ideazione, nella ricerca e nella realizzazionedi medicinali. Ogni anno, in Francia, circa 4 miliardi di euro vengonoconsacrati alla ricerca di nuovi produtti farmaceutici e il settore impiega piùdi 100.000 persone, fra cui circa 22.000 dedicate alla ricerca e sviluppo. Luogoprivilegiato per la conduzione di esperimenti clinici ad alta tecnologia per nuovitrattamenti e vaccini, la Francia puo` altresi` vantare la più grande rete ospedalierain Europa e le migliori risorse scientifiche per una ricerca di alto livello.L’anno scorso più di 1.200 sperimentazioni cliniche sono state condottein Francia.

 

6 buone ragioni perinvestire in Francia

 

a    Accessoal più importante mercato europeo : la Francia occupa unaposizione strategica nel cuore dell’Europa, è rappresenta il secondomercato mondiale per i prodotti farmaceutici, assorbendo il 30% della domanda internazionale

a    Competenzedi alto livello a portata di mano : la formazioneuniversitaria in scienze naturali è una priorità in Francia, la quale si situaal primo posto tra i maggiori paesi europei, fra cui Regno Unito e Germania,per numero di laureati. Il settore universitario è fortemente coinvolto nellaformazione di personale qualificato, con 1.000 neolaureati in scienze naturaliogni anno, 2.000 ingegneri in scienze biologiche, 1.000 diplomati di terzolivello e 8.600 neolaureati in farmacia, veterinaria e medicina.

a    Centridi ricerca di respiro internazionale : alcuni fra i centridi ricerca più rinomati a livello internazionale si trovano in Francia, tra cuiil CNRS (Centro Nazionale della Ricerca Scientifica), il CEA (Commissariato perl’Energia Atomica), l’INRA (Istituto Nazionale della RicercaAgronomica), la fondazione “Istituto Pasteur” (specializzata nellaricerca su microbiologia e vaccini) e l’Istituto Curie (ricerca suitumori). La rete di ospedali “Assistance Publique-Hôpitaux deParis” costituisce, inoltre, il principale centro d’eccellenza perla ricerca di nuovi trattamenti.

a    Biotecnologie in fortesviluppo : in Francia, più di 400 imprese si dedicano allo sviluppodelle biotecnologie, fra loro si possono annoverare leader mondiali quali BioAlliance Pharma, Diatos,ExonHit, Nicox e Nanobiotix, ma anche numerose altre imprese, di dimensioni piùmodeste, ma altamente dinamiche. In Francia i progetti all’avanguardiasono condotti congiuntamente dal settore pubblico e da quello privato, in senoa clusters dedicati alle biotecnologie. Dal 2006 c’è stato un incrementocostante di quotazioni in borsa di imprese operanti nel settore.  

a    Creditodi imposta per la ricerca : un credito di imposta è disponibile alfine di aiutare le imprese a lanciare progetti di ricerca e sviluppo inFrancia. Il credito ha un tetto di 16 milioni di euro annui per ogni impresa edè calcolato in funzione delle spese imputate alla ricerca. Si tratta di uno deicrediti di imposta più favorevoli in seno all’Unione Europea e saràulteriormente migliorato.

a    Partenariatie network d’eccellenza : fra i 71 poli di competitività, ottosono specificatamente dedicati al settore farmaceutico e biofarmaceutico. Talipoli assicurano la promozione di progetti innovativi con la collaborazione diimprese, centri di ricerca e formazione, offrendo cosi` agli investitori esteriun contesto ideale per la creazione di partenariati di ricerca e sviluppo. Ipoli offrono inoltre l’accesso diretto a numerosi network con conoscenzespecifiche nell’industria farmaceutica, agevolando cosi` la formazione dinuove imprese. Il governo francese si impegna altresi` ad investire, neltriennio 2006-2008 un totale di 1,5 miliardi di euro nei 71 poli dicompetitività presenti sul territorio, fra cui 8 dedicati al settorefarmaceutico.  

 

Permaggiori informazioni contattare

Ing. Giovanni GALEAZZI

AFII -Agenzia Francese per gli Investimenti Internazionali

Via Cusani, 10

20121 Milano

Tel  +39 02 72 02 25 43

Fax +39 02 87 66 12

email: italy@investinfrance.org

www.afii.fr

 

]]>
Riforme annunciate dal governo francese a favore delle imprese Mon, 02 Jul 2007 12:50:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/41070.html http://www.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/41070.html AFII -Invest in France Agency AFII -Invest in France Agency

Riforme annunciate dal governo francese afavore delle imprese

 

1Luglio 2007 - Ufficio AFII - Invest in France Milano

 

Lavoraredi più per guadagnare di più

Lasettimana lavorativa da 35 ore dovrebbe rimanere la base legale, tuttavia dal1° ottobre 2007 tutti i dipendenti (compresi coloro che sono impiegati inimprese con meno di 20 salariati) potranno beneficiare di un compenso orarioaumentato del 25% per le ore di lavoro straodinario, con l’esonero daimposte e oneri sociali. Inoltre, su tali ore straordinarie le imprese vedrannoridotti gli onori sociali di 1,50€ o di 0,50€, in conformità colnumero di dipendenti (più o meno di 20).

 

Flessibilitàdel mercato del lavoro

Ilgoverno prevede di riformare le tipologie di contratti di lavoro (CDD–contratti a tempo determinato, e CDI –contratti a tempoindeterminato) introducendo un contratto unico. L’obiettivo è disemplificare l’assunzione e – se necessario il licenziamento– dei dipendenti, al fine di offrire maggiore flessibilità ai datori dilavoro e favorire le assunzioni.

 

Tassepiù basse su persone fisiche e imprese

Èprevista una riduzione delle imposte sulle società che consentirà alla Franciadi migliorare la propria attrattività fiscale rispetto agli altri paesieuropei. Le persone fisiche vedranno diminuire le tasse di successione e suigrandi patrimoni (ISF). È prevista inoltre la riduzione – a partire dalprossimo 1° gennaio – del tetto massimo per le imposte al 50% del redditoannuale. Infine, i redditi da lavoro part-time per gli studenti di etàinferiore ai 25 anni non saranno più tassabili.

 

Deduzionedi imposta su interessi passivi

Unaparte degli interessi passivi legati al rimborso di un mutuo immobiliare (nuovoo già ottenuto) saranno deducibili dalle imposte sul reddito per 5 anni.

 

Semplificazionedelle procedure amministrative per gli stranieri

Lacreazione di un Ministero dell’Immigrazione, dell’Integrazione,dell’Identità nazionale e del Cosviluppo dovrebbe permettere lasemplificazione delle procedure per l’ottenimento di documenti diimmigrazione, quali il permesso di lavoro e la carta di soggiorno, per igiovani talenti che la Franciadesidera accogliere.

 

Lemisure descritte sono attualmente al vaglio del Consiglio dei Ministri, e suscettibilidi evoluzioni nelle prossime settimane, in sede di esame del Parlamento,pertanto non possono ritenersi definitive

 

 

A cura di AFII – Invest in France Agency,l’Agenzia Francese per gli Investimenti Internazionali incaricata dellapromozione, della prospezione e dell’accoglienza degli investimentiinternazionali in Francia

 

Contatto:

 

Ing. Giovanni Galeazzi

AFII – Invest in France Agency

Via Cusani, 10  20121 Milano

Tel. 02 72 02 25 43

Email: italy@investinfrance.org

 

 

]]>