Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Zelig Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Zelig Thu, 21 Mar 2019 05:35:06 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://www.comunicati.net/utenti/3380/1 pubblica Fri, 19 Jun 2009 16:25:29 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/84987.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/84987.html Zelig Zelig COMUNICATO STAMPA
 
CHIERI STREET FESTIVAL
X edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Arte Urbana
26, 27 e 28 giugno 2009 - CHIERI (TO)
tutti gli spettacoli sono gratuiti
informazioni per il pubblico: Zelig - tel 3480420650- www.zeligspettacoli.it
CITTA’ DI CHIERI - Tel. 011/9428408/410/412- cultura@comune.chieri.to.it
SPORTELLO TURISTICO - Tel. 011/9428440- sportelloturistico@comune.chieri.to.it

8compagnie internazionali con un focus sull’arte catalana, 7 compagnie italiane,3 prime nazionali per un totale di 46 performances a rappresentare la cultura teatrale urbana di 6 paesi: Italia, Spagna, Francia, Danimarca, Usa e Cile – il grande evento della compagnia Andrea Loreni e Le Baccanti con l’attraversamento funambolico su filo teso di Piazza Cavour - l'evento Crazy Ballonsappositamente creato per festeggiare i dieci anni del festival - non solo spettacoli ma anche un laboratorio di circo per ragazzi,uno spazio off per artisti emergenti, una mostra e una maratona fotografiche ed interventi nelle case di riposo. Nella splendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perla della collina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di strada che coinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.

Torna anche quest'anno il Chieri Street Festival e festeggia i 10 anni dell'arte urbana a Chieri. E tornano anche la meraviglia, lo stupore e le magiche atmosfere che l'arte di strada in tutte le sue forme sa creare. Un programma pieno di sorprese con 7 compagnie italiane, 8 compagnie internazionali, 46 performance, un evento mozzafiato ed un evento unico, mostre e laboratori. In più il festival quest'anno ha scelto di ospitare un focus catalanocon quattro compagnie provenienti dalla regione spagnola della Catalunia, grazie al contributo dell’Istituto Ramon Llull di Barcelona che con attenzione ed entusiasmo accompagna i suoi artisti più capaci nei principali festival europei. Tre giorni fitti di appuntamenti con spettacoli che esplorano tutti i generi dell’arte urbana: dalla musica al clown, dall’animazione di strada al teatro di figura, dalla danza urbana al circo di strada, dall’evento di piazza alla parata. E ancora una volta protagonisti assoluti oltre agli artisti ed alle loro crezioni, il pubblico, le piazze, le vie, i cortili della città di Chieri.

Tra gli appuntamenti del primo giorno spicca “Urban nomad”della Compagnia Il Circo dell’Uovo, spettacolo di circo contemporaneo prodotto dallaScuola di Circo Flic di Torino insieme al festival Fossano Mirabilia e alla Zelig Spettacoli e con la regia di Raymond Peyramaure

Due grandi eventi. Il primo e’ concepito rispettando la tradizione consueta del festival che propone la sera del sabato un grande evento di piazza di grande spettacolarita’ ed impatto visivo. Quest’anno e’ affidato alla compagnia Andrea Loreni e Le Baccanticon l’esibizione, unica nel suo genere, di camminata su filo teso a grandi altezze in Piazza Cavour con in contemporanea l’esecuzione di numeri su tessuti agganciati al filo stesso. Il secondo evento, Crazy Ballons, si terra’ domenica pomeriggio, è intitolato Crazy Ballonsed e’ stato realizzato per festeggiare i dieci anni di Festival; quattromila palloni rossi di diverse dimensioni manderanno in delirio i presenti grazie alla guida vocale di Francesco Giorda che darà le indicazioni alla piazza per creare diverse coreografie e per terminare con le lacrime agli occhi dalle risate e dall’euforia sulle note di una colonna sonora coinvolgente ed emozionante. L’ideazione dell’evento è del Festival Clown&Clown di Monte San Giusto (MC) e della compagnia artistica Mabo Band, la messa in scena e la regia per il 10° Chieri Street Festival è a cura di Zelig Spettacoli.

Il Chieri Street Festival non è solamente spettacoli

A cura della Scuola di Circo FLICdi Torino si terrà un laboratorio di circo per ragazzi. Aspiranti artisti non selezionati nel programma ufficiale potranno iscriversi per esibirsi nello Spazio Off. In collaborazione con f8chieri e Unione Artisti del Chierese sarà organizzata una maratona fotografica a premi(primo premio offerto dalla Città di Chieri) in cui ogni partecipante dovrà interpretare attraverso la fotografia il "Chieri Street Festival" e potrà consegnare fino a 10 fotografie in formato digitale alla fine di ogni giornata o nei giorni seguenti tramite e-mail o per posta ed una mostra fotograficadal titolo “Il teatro di strada” che sarà inaugurata il 19 giugno alle ore 18:00 nella Galleria Palazzo Opesso e che mette in palio per il pubblico una macchina fotografica attraverso il voto della fotografia preferita. (Informazioni per Maratona e Mostra fotografica: di f8chieri – tel 3382264331 email f8chieri@gmail.com )

Il 10° Chieri Street Festival è organizzato dalla Città di Chieri e da Zelig Spettacoli che ne cura anche la direzione artistica, è realizzato in collaborazione con la Scuola di Circo FLIC, con il contributo di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Istituto Ramon Llull di Barcelona e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


Ufficio Stampa Zelig – Gigi Piga: 3480420650 – Email: press@zeligspettacoli.it


]]>
pubblica Wed, 27 May 2009 08:51:15 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/82293.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/82293.html Zelig Zelig
COMUNICATO STAMPA

 
CHIERI STREET FESTIVAL
X edizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada e Arte Urbana
26, 27 e 28 giugno 2009 - CHIERI (TO)
tutti gli spettacoli sono gratuiti
informazioni per il pubblico: Zelig - tel 3480420650- www.zeligspettacoli.it
CITTA’ DI CHIERI - Tel. 011/9428408/410/412- cultura@comune.chieri.to.it
SPORTELLO TURISTICO - Tel. 011/9428440- sportelloturistico@comune.chieri.to.it

8compagnie internazionali con un focus sull’arte catalana, 7 compagnie italiane,3 prime nazionali per un totale di 46 performances a rappresentare la cultura teatrale urbana di 6 paesi: Italia, Spagna, Francia, Danimarca, Usa e Cile – il grande evento della compagnia Andrea Loreni e Le Baccanti con l’attraversamento funambolico su filo teso di Piazza Cavour - l'evento Crazy Ballonsappositamente creato per festeggiare i dieci anni del festival - non solo spettacoli ma anche un laboratorio di circo per ragazzi,uno spazio off per artisti emergenti, una mostra e una maratona fotografiche ed interventi nelle case di riposo. Nella splendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perla della collina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di strada che coinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.

Torna anche quest'anno il Chieri Street Festival e festeggia i 10 anni dell'arte urbana a Chieri. E tornano anche la meraviglia, lo stupore e le magiche atmosfere che l'arte di strada in tutte le sue forme sa creare. Un programma pieno di sorprese con 7 compagnie italiane, 8 compagnie internazionali, 46 performance, un evento mozzafiato ed un evento unico, mostre e laboratori. In più il festival quest'anno ha scelto di ospitare un focus catalanocon quattro compagnie provenienti dalla regione spagnola della Catalunia, grazie al contributo dell’Istituto Ramon Llull di Barcelona che con attenzione ed entusiasmo accompagna i suoi artisti più capaci nei principali festival europei. Tre giorni fitti di appuntamenti con spettacoli che esplorano tutti i generi dell’arte urbana: dalla musica al clown, dall’animazione di strada al teatro di figura, dalla danza urbana al circo di strada, dall’evento di piazza alla parata. E ancora una volta protagonisti assoluti oltre agli artisti ed alle loro crezioni, il pubblico, le piazze, le vie, i cortili della città di Chieri.

Tra gli appuntamenti del primo giorno spicca “Urban nomad”della Compagnia Il Circo dell’Uovo, spettacolo di circo contemporaneo prodotto dallaScuola di Circo Flic di Torino insieme al festival Fossano Mirabilia e alla Zelig Spettacoli e con la regia di Raymond Peyramaure

Due grandi eventi. Il primo e’ concepito rispettando la tradizione consueta del festival che propone la sera del sabato un grande evento di piazza di grande spettacolarita’ ed impatto visivo. Quest’anno e’ affidato alla compagnia Andrea Loreni e Le Baccanticon l’esibizione, unica nel suo genere, di camminata su filo teso a grandi altezze in Piazza Cavour con in contemporanea l’esecuzione di numeri su tessuti agganciati al filo stesso. Il secondo evento, Crazy Ballons, si terra’ domenica pomeriggio, è intitolato Crazy Ballonsed e’ stato realizzato per festeggiare i dieci anni di Festival; quattromila palloni rossi di diverse dimensioni manderanno in delirio i presenti grazie alla guida vocale di Francesco Giorda che darà le indicazioni alla piazza per creare diverse coreografie e per terminare con le lacrime agli occhi dalle risate e dall’euforia sulle note di una colonna sonora coinvolgente ed emozionante. L’ideazione dell’evento è del Festival Clown&Clown di Monte San Giusto (MC) e della compagnia artistica Mabo Band, la messa in scena e la regia per il 10° Chieri Street Festival è a cura di Zelig Spettacoli.

Il Chieri Street Festival non è solamente spettacoli

A cura della Scuola di Circo FLICdi Torino si terrà un laboratorio di circo per ragazzi. Aspiranti artisti non selezionati nel programma ufficiale potranno iscriversi per esibirsi nello Spazio Off. In collaborazione con f8chieri e Unione Artisti del Chierese sarà organizzata una maratona fotografica a premi(primo premio offerto dalla Città di Chieri) in cui ogni partecipante dovrà interpretare attraverso la fotografia il "Chieri Street Festival" e potrà consegnare fino a 10 fotografie in formato digitale alla fine di ogni giornata o nei giorni seguenti tramite e-mail o per posta ed una mostra fotograficadal titolo “Il teatro di strada” che sarà inaugurata il 19 giugno alle ore 18:00 nella Galleria Palazzo Opesso e che mette in palio per il pubblico una macchina fotografica attraverso il voto della fotografia preferita. (Informazioni per Maratona e Mostra fotografica: di f8chieri – tel 3382264331 email f8chieri@gmail.com )

Il 10° Chieri Street Festival è organizzato dalla Città di Chieri e da Zelig Spettacoli che ne cura anche la direzione artistica, è realizzato in collaborazione con la Scuola di Circo FLIC, con il contributo di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Istituto Ramon Llull di Barcelona e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.


Ufficio Stampa Zelig – Gigi Piga: 3480420650 – Email: press@zeligspettacoli.it

]]>
PUBBLICA Wed, 18 Feb 2009 10:32:48 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/74002.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/74002.html Zelig Zelig 5 MARZO 2009 – ore 20:45

Auditorium Eugenio Fassino - Via IV Novembre, 19 - AVIGLIANA (TO)

CHERESTANI' PRODUZIONE
in
Sotto paga, non si paga ! ”
testo e regia di Dario Fo

con Marina Massironi, Antonio Catania, Marina De Juli, Renato Marchetto, Sergio Valastro


- intero ¤ 14,00 - ridotto (studenti, anziani, abbonati) ¤ 11,00 – professionali
5,00 -

informazioni:ArtQuarium, piazza del Popolo 2, Avigliana (TO) - tel. 011.93.13.488

Marina Massironi e Antonio Catania sono i principali protagonisti della ripresa di Non si paga! Non si paga!  La brillante commedia, scritta, diretta e interpretata da Dario Fo nel 1974, ma di straordinaria attualità nell’era dell’euro, trattando delle vicissitudini quotidiane dei consumatori, alle prese con le continue ed inesorabili altalene dei prezzi dei generi di prima necessità.

Un racconto dello spettacolo del 1974 direttamente dalle parole di Dario Fo:

Quando debuttammo nel 1974, la storia di questa commedia appariva piuttosto surreale: infatti raccontavamo di avvenimenti che non erano ancora accaduti. In sala il pubblico ascoltava molto perplesso, ci guardava come fossimo dei pazzi. Raccontavamo di donne che nella periferia di Milano, andando a fare la spesa, si ritrovavano con i costi aumentati a dismisura e, furenti, decidevano di pagare metà prezzo rispetto alla cifra imposta.
Metà prezzo esatto!
Il nostro racconto era pura fantasia, ma ci ispiravamo alle lamentele che sentivamo dalle donne per la strada a proposito dell’arbitrio ladresco dei commercianti.
Di lì a qualche mese ci rubarono l’idea che avevamo messo in scena nella commedia. La chiave dello spettacolo si ripropose nella realtà con una similitudine impressionante: donne e uomini presero d’assalto due supermercati e pagarono la loro spesa esattamente la metà della cifra che si ritrovarono sullo scontrino.
Il nostro copione fu addirittura superato in immaginazione: qualcuno andò via portandosi appresso qualche pacco di riso e qualche bottiglia senza pagare. In molti furono arrestati. Il processo fu istruito in brevissimo tempo.
Qualche mese dopo, in un altro supermercato di zona Garibaldi, sempre a Milano, si ripeté esattamente la stessa scena. Esattamente!
Leggemmo sui giornali che un centinaio di donne partecipanti all'azione reale, appoggiate da alcuni operai “casualmente” in sciopero, avevano addirittura ripetuto le stesse battute che Franca recitava ogni sera sulla scena.
Volevamo chiedere i"diritti d'autore", ma poi abbiamo lasciato correre…
Ci fu un quotidiano, esattamente il "Giornale Nuovo", allora diretto da Montanelli ed edito da Berlusconi, che ci accusò di essere con la nostra commedia i veri ispiratori morali del reato. Ad ogni modo durante il processo venne riconosciuto che i prezzi imposti dal supermercato erano delle vere e proprie rapine. Alla fine furono tutti prosciolti da ogni accusa, perché il fatto "non costituiva reato".
In poche parole, il tribunale stabilì che quei clienti avevano pagato il giusto valore della merce!
Chissà se oggi questa rimessa in scena di Non si paga! Non si paga! ripeterà lo stesso iter satirico e grottesco che si verificò al suo debutto? Succede spesso che la realtà copi dall’immaginazione scenica – anche una o più volte. Ad ogni modo staremo a vedere… Gli interpreti in grado di far gustare le situazioni drammatiche ci sono, il pubblico che può intendere il gioco satirico è pronto… non ci resta che dare l’ordine: “Andiamo a incominciare!”

[Dario Fo]

MARINA MASSIRONI
Nata nel 1963. Inizia a studiare recitazione nel 1982 e dopo un paio d'anni comincia a lavorare per il teatro e in seguito anche per la televisione. Nel 1985 fonda il duo 'Hansel & Strudel' insieme a Giacomo Poretti, con cui è stata sposata. Successivamente si unisce al trio 'Aldo, Giovanni e Giacomo' (composto dallo stesso Poretti insieme ad Aldo Baglio e Giovanni Storti). Con loro partecipa a diversi spettacoli teatrali e trasmissioni televisive tra cui "Su la testa" e "Cielito Lindo" (in onda sulle reti Rai) ma soprattutto alla trasmissione condotta dalla Gialappa's Band "Mai dire gol", dove rimane stabilmente dal 1996 al 1998, dando vita a vari personaggi che le portano il successo. L'esordio cinematografico risale al 1997 con "Tre uomini e una gamba" diretto e interpretato dagli stessi Aldo, Giovanni e Giacomo. Nel 1999 vince il Nastro d'argento e il David di Donatello come miglior attrice non protagonista con il ruolo di Grazia, la massaggiatrice vicina di casa di Rosalba/Licia Maglietta nel pluripremiato "Pane e tulipani" di Silvio Soldini. Nel 2002 interpreta il suo primo ruolo da protagonista in "Quasi quasi" di Gianluca Fumagalli, accanto a Neri Marcorè e Nicola Romano. Ha lavorato molto anche nel campo del doppiaggio prestando la sua voce a diversi personaggi delle telenovelas, dei cartoni animati e dei film di animazione (tra i personaggi più noti la cinica adolescente 'Daria' dell'omonima serie trasmessa su MTV e 'Celia' la 'mostra' innamorata di Mike Wazowsky in "Monsters & Co.", 2002).

ANTONIO CATANIA

Nato ad Acireale nel 1952, Antonio Catania si è diplomato alla Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” del Piccolo Teatro di Milano e ha poi partecipato a molte trasmissioni televisive e a numerosi spettacoli teatrali, spesso diretto da Gabriele Salvatores. Proprio grazie a Salvatores, Catania si è avvicinato al grande schermo e ha debuttato nel 1987 con un ruolo in “Kamikazen- Ultima notte a Milano”. Ha preso parte poi anche ad alcuni dei film successivi del regista premio Oscar, partecipando nel 1991 a “Mediterraneo”, nel 1992 a “Puerto Escondido” e nel 1993 a “Sud”. Lo stesso anno Antonio Catania ha recitato anche nel delicato “Mille bolle blu” di Leone Pompucci e nel 1995 è apparso in “Camerieri” , sempre diretto da Pompucci. Si sono susseguiti poi, per Catania, alcuni film particolarmente apprezzati dal pubblico e soprattutto dalla critica, come “La classe non è acqua” (1996) opera prima di Cecilia Calvi, “Vesna va veloce” (1996) di Carlo Mazzacurati e “il Carniere” (1997) di Maurizio Zaccaro.
Le doti interpretative di Antonio Catania si sono evidenziate anche grazie a “In barca a vela contromano” (1997) di Stefano Reali e al successivo “La cena” (1998) di Ettore Scola. Nel 1999, Catania è stato il marito di Licia Maglietta sul set dell’ottimo “Pane e tulipani” di Silvio Soldini e nello stesso anno è apparso anche nel cast di “Ormai è fatta!”, insieme a Stefano Accorsi e Giovanni Esposito.
Nel 2000 ha interpretato il commissario Lucidi di “Qui non è il paradiso” e il marito in crisi di “Come si fa un Martini”, mentre nel 2001 ha ottenuto ottime critiche per la sua interpretazione di Don Saverio Zarbo nel “Il consiglio d’Egitto” ; partecipa inoltre, nello stesso anno, a “Chiedimi se sono felice” il film diretto da Aldo, Giovanni e Giacomo.
Nel 2002 collabora al film di Carlo Verdone “Ma che colpa abbiamo noi” , lavorerà ancora con Verdone due anni più tardi interpretando “L’amore è eterno finchè dura” con lo stesso Carlo Verdone, Laura Morante e Stefania Rocca.
La sua ultima partecipazione cinematografica è dello scorso anno 2006: “La cura del Gorilla” di Carlo Sigon.


--

Z e L i g  - Ufficio Stampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
Via Sismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax. +39 0117571600
Skype: zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it

]]>
pubblica Thu, 22 Jan 2009 11:22:40 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/71680.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/71680.html Zelig Zelig 30 GeNNAIO 2009 – ore 20:45
Auditorium Eugenio Fassino - Via IV Novembre, 19 - AVIGLIANA (TO)
TEATRO DELLA COOPERATIVA
in
La nave fantasma ”

- intero ¤ 14,00 - ridotto (studenti, anziani, abbonati) ¤ 11,00 – professionali 5,00 -
informazioni:ArtQuarium, piazza del Popolo 2, Avigliana (TO) - tel. 011.93.13.488


di Giovanni Maria Bellu, Renato Sarti, Bebo Storti
regia di Renato Sarti
disegni di Emanuele Luzzati
musiche di Carlo Boccadoro
con Bebo Storti, Renato Sarti

PREMIO GASSMAN / Città di Lanciano 2005 – Miglior Testo Italiano

Quarto appuntamento della stagione con uno spettacolo esilarante ma anche commovente sulla realtà dell’immigrazione e sulle sue cause con due grandi attori quali Bebo Storti e Renato Sarti.

Il 25 dicembre del 1996, al largo delle coste siciliane, affondò un piccolo battello carico di migranti provenienti dall’India, dal Pakistan e dallo Sri Lanka. Le vittime furono 283: la più grande tragedia navale avvenuta nel Mediterraneo dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Nonostante le precise testimonianze dei superstiti, autorità italiane e mass media, eccetto rare eccezioni (Livio Quagliata de Il Manifesto, Dino Frisullo di Senza Confine), non se ne occuparono la tragedia del Natale 1996 divenne il naufragio fantasma.
Gli stessi pescatori della zona, che recuperarono decine di cadaveri nelle reti a strascico, temendo conseguenze per la loro attività, li ributtarono sistematicamente in mare.
Solo cinque anni dopo, con un reportage reso possibile dalla testimonianza del pescatore di Portopalo Salvatore Lupo, il quotidiano La Repubblica, attraverso un’inchiesta del giornalista Giovanni Maria Bellu, riuscì a individuare e filmare il relitto.
Nel giugno del 2001 le immagini della nave fantasmafecero il giro del mondo, ma - nonostante l’appello di quattro premi Nobel italiani (Renato Dulbecco, Dario Fo, Rita Levi Montalcini, Carlo Rubbia) e alcune interpellanze parlamentari – ancora nulla è stato fatto per recuperare il relitto e ri-consegnare questo episodio alla Storia senza menzogne ed omertà.
La nave fantasmaè una sintesi drammatica della vasta problematica connessa al tema dell’immigrazione: la disperazione dei migranti, il silenzio delle autorità e dei mass media, la ferocia dei trafficanti di esseri umani, la terribile indifferenza e paura della nostra società.
Il testo teatrale è stato scritto da Giovanni Maria Bellu (autore dell’inchiesta giornalistica) e Renato Sarti (che ne cura la regia), in collaborazione con l’attore Bebo Storti.
Benché basato su una rigorosa cronaca degli eventi – tradotta sulla scena attraverso i racconti dei protagonisti, ma anche con l’utilizzo di materiale video e la creazione di piantine e percorsi tramite videografica, su disegni di Emanuele Luzzati - l’intento registico è quello di fare ricorso a tutti gli elementi tipici del teatro comico e del cabaret quali l’improvvisazione e il rapporto continuo e diretto con il pubblico.

In scena gli stessi Bebo Storti e Renato Sarti che, in una sorta di cabaret-tragicoestremo e scioccante, coinvolgeranno gli spettatori nella rievocazione di una tragica vicenda e nella riflessione su uno degli argomenti più scottanti dei giorni nostri: toccherà infatti loro rispondere ai quesiti di un ironico e paradossale quiz televisivo, ma anche restituire la testa staccatasi dal corpo martoriato di un manichino-immigrato; così come - in parte - il difficile compito di ricreare, nella scena finale, l’inferno che coinvolse i 283 disperati del battello F-174.


--

Z e L i g  - Ufficio Stampa
tel. +39 011755006 – tel/fax. +39 0117571600

]]>
pubblica Mon, 12 Jan 2009 12:58:41 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/70822.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/70822.html Zelig Zelig Stagione teatrale 2008/2009 - IV Edizione - Altri Percorsi
17 GENNAIO2009 – ore 20:45
Auditorium Eugenio Fassino - Via IV Novembre, 19 - AVIGLIANA (TO)

EFFECI MUSIC
in
Non per un Dio (ma nemmeno per gioco) ”
Ella e Kate, Joe e Sam, Jones, Franziska, un Generale di vent'anni:
gli "altri eroi" di Fabrizio De Andrè
- biglietto unico ¤ 10,00 -


Debutto della nuova produzione della EFFECI MUSIC dedicata alla musica e alla poesia di De Andrè a dieci anni dalla sua scomparsa


Allestimento e regia di Lucio Diana
con
Michele di Mauro “Voce dalla Collina”; Gigi Venegoni – chitarre; Fabrizio Cotto - chitarra e voce; Piero Mortara - fisarmonica e tastiere; Angelo Ieva – basso; Fabrizio Gnan - percussioni

Lo spettacolo:La Collina raccontata da Edgar Lee Masters è il luogo dal quale Michele di Mauro ci conduce attraverso i temi e le canzoni del cantautore genovese. Di volta in volta appaiono così quei personaggi e quelle storie legate all’amore, alla guerra, alla religione, alla vita quotidiana che hanno sempre popolato la poetica di DeAndrè. Storie e figure di uomini e donne che “non hanno vinto” ma che proprio per questo ne sono state fonte primaria di ispirazione. Gli interventi “dalla collina” sono tratti liberamente dall’Antologia di Spoon River e da alcune liriche del poeta genovese Riccardo Mannerini.

La Musica:Le canzoni più celebri di De Andrè (da Bocca di rosa a Fiume Sand Creek, da Geordie al Suonatore Jones) sono qui rilette in una nuova veste che, pur mantenendo la struttura melodica originale, grazie alle esperienze musicali degli esecutori, conferisce alla musica atmosfere e arrangiamenti dalla forte capacità comunicativa ed espressiva.

Effeci Musicnasce dall'esperienza maturata dalle Associazioni Sandro Fuga e Contrattempo in oltre vent'anni di attività nella gestione di eventi e stagioni concertistiche di rilevanza nazionale.

L'Associazione Musicale Contrattempo si occupa dal 1984 di promuovere e diffondere la musica a tutti i livelli. Tra i suoi allestimenti da segnalare, dal 1987, "Tastar de Corda", rassegna dedicata agli strumenti a pizzico, che ha ospitato i più grandi specialisti del mondo nel settore, oltre alla produzione di concerti e rassegne per il circuito "Piemonte in Musica" e la costante collaborazione con il festival "Settembre Musica" ed altri enti pubblici e privati. Ha allestito (1990) in Avigliana la mostra di strumenti a pizzico "Le forme del suono" e nel dicembre del 1998 ha organizzato in Torremaggiore (Foggia) le manifestazioni in occasione del IV centenario della nascita di Luigi Rossi. Dal 1996 ha collaborato con la Fondazione per il Salone della Musica e con il Concorso di Musica da Camera "Sandro Fuga". Ha partecipato alla produzione delle due opere di Nicola Campogrande "Alianti" e "Cronache animali" e all'allestimento del "Concerto Grosso per i New Trolls" con Vittorio De Scalzi pubblicato su CD e distribuito dal quotidiano "La Stampa"; con lo stesso De Scalzi ha realizzato lo spettacolo "Il suonatore Jones" su Fabrizio De Andrè in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino. Dal 2001 si occupa dell'organizzazione della rassegna di World Music "Gong" presso il Borgo Medievale di Torino…

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO: Società Cooperativa Artquarium tel/fax 011 9313488; cell 335 7182259 - artquarium@yahoo.it - www.artquarium.it


--

Z e L i g  - Ufficio Stampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
Via Sismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax. +39 0117571600
Skype: zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it

]]>
CineMigrante - dall'8 novembre a Barge e Bagnolo (CN) Thu, 06 Nov 2008 10:40:30 +0100 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/66177.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/66177.html Zelig Zelig CineMigrante - festival di popoli e di cinema migrante
8 Novembre 2008 – 8 febbraio 2009
Bagnolo Piemonte e Barge (CN)
I Edizione Ingressi gratuiti
Sito internet della manifestazione www.associazione313.org
 
8 film in lingua originale con sottotitoli in italiano scelti dagli stessi abitanti in due paesi ad alta densità migratoria, 1 prima nazionale, 2 prime regionali, film provenienti da Cina, Hong Kong, Italia, Marocco, Francia, Albania e Argentina, 4 rinfreschi realizzati da associazioni locali, produzione di 2 filmati
-La migrazione come occasione di scambio culturale
e non come fenomeno di emergenza sociale
CineMigrante consiste nella proiezione gratuita di film popolari, italiani e internazionali, rappresentativi delle comunità più numerose residenti nei comuni di Barge e Bagnolo Piemonte (provincia di Cuneo).
 
L'obiettivo di CineMigrante è quello di creare occasioni di incontro, aggregazione e comunicazione tra le culture autoctone e migranti, attraverso la preparazione e la realizzazione di un evento culturale condiviso e aperto a tutti gli abitanti del territorio. Il cinema viene utilizzato come strumento trasversale e universale capace di raccontare storie e culture, e di contrastare stereotipi e immaginari distorti rispetto alla popolazione migrante. La migrazione è intesa come occasione di conoscenza reciproca e di scambio culturale e non ridotta a fenomeno di emergenza sociale.
 
Questa rassegna ideata e organizzata dall’Associazione i313 si realizza grazie alla Regione Piemonte che conferma impegno e sensibilità rispetto alle tematiche trattate, alle modalità di azione sul territorio e grazie all’interesse e alla collaborazione dei due comuni che ospitano l’iniziativa e dal Consorzio Monviso Solidale, punto di riferimento sul territorio.
 
La specificità del progetto risiede nella proiezione di film in lingua originale con sottotitoli in italiano e nella scelta partecipata dei film. Infatti, attraverso un’inchiesta sul territorio svolta nei mesi precedenti alla rassegna, gli abitanti stessi indicano le loro preferenze cinematografiche, contribuendo così alla programmazione delle serate.
Si sono voluti coinvolgere in modo particolare i giovani; non a caso 5 film hanno come protagonisti adolescenti e giovani (Secret, Ali zaoua, Xanda, Slogans, la Schivata) e l’apertura è stata affidata a Non pensarci, una commedia italiana fresca e divertente rivelazione dell'ultima stagione.
 
Durante la fase preparatoria, portata avanti dall’Associazione i313 in collaborazione con l’Associazione Amicizia Italia-Cina, sono state realizzate delle riprese che documentano il lavoro di indagine sui gusti cinematografici e con il materiale raccolto è stato prodotto un video in cui si incrociano e si attraversano racconti, suggestioni e visioni degli abitanti, italiani e migranti, di Barge e Bagnolo e che sarà proiettato ogni sera prima dei film.
 
Parallelamente l’Associazione ha svolto un lavoro di contatto con i soggetti  presenti nei territori interessati, volto a coinvolgere gli abitanti sia nella pubblicizzazione e diffusione dell'evento, sia a livello logistico-organizzativo nella preparazione dello stesso.
Grazie a questo lavoro ci saranno quattro rinfreschi organizzati da associazioni locali:
- due rinfreschi organizzati dall'Associazione amicizia Italia-Cina (8 novembre e 17 gennaio), gruppo di lavoro composto dai ragazzi cinesi di II generazione e della cosiddetta generazione di mezzo che vivono nei comuni della valle Infernotto e che hanno come obiettivo principale l'interscambio tra le due culture;
- un rinfresco organizzato dall' Associazione Famiglie “Insieme per...” (1 febbraio), che da anni è attiva nel campo dell'inserimento e dell'accoglienza dei nuovi abitanti della zona; il rinfresco sarà organizzato da un gruppo di donne marocchine che frequentano abitualmente un corso di italiano per stranieri a Barge e che preparerà una merenda con dolci e specialità marocchine;
- un rinfresco organizzato dall'Associazione Culturale Italo-Albanese Vatra (22 novembre) con sede a Torino e attiva su tutto il territorio regionale.
 
La sera dell'8 febbraio 2009 sarà proiettato il video realizzato all'interno del progetto Sguardi Migranti nell'ambito del Programma Gioventù in Azione (Commissione europea). Il video è realizzato dai giovani dell'Associazione i313 insieme a quelli dell'Associazione Amicizia Italia-Cina e mira a raccontare e descrivere il territorio, i suoi cambiamenti ed ad essere un veicolo di informazione su tematiche territoriali.
----------------------------------
L’Associazione culturale i313 si è specializzata in questi anni nell’ideazione e nella realizzazione di progetti transculturali volti a creare forme di incontro, conoscenza e scambio tra abitanti migranti e nativi di uno stesso territorio. Il progetto più significativo realizzato dall’associazione è la rassegna di cinema internazionale “Cinemainstrada - Festival di Popoli e di Cinema di Strada”, che si svolge all'aperto in quartieri ad alta densità migratoria di Torino e che utilizza il cinema come strumento per creare occasioni di incontro e conoscenza tra italiani e migranti.
Forte del bilancio positivo del lavoro di questi anni l'Associazione sperimenta con CineMigrante la propria modalità operativa al di fuori del territorio metropolitano in due comuni del territorio piemontese ad alta densità migratoria e già molto attivi e sensibili rispetto alle finalità della manifestazione con attività di vario livello finalizzate a facilitare l'inserimento dei nuovi cittadini nella comunità locale. L'articolazione di tale percorso si deve ad una grande disponibilità e stretta collaborazione tra le amministrazioni locali, il Consorzio Monviso Solidale, i servizi e le associazioni del territorio.
 
I comuni di Barge (7646 abitanti) e Bagnolo Piemonte (5832 abitanti), situati a 5 km di distanza tra loro nella Valle Infernotto in provincia di Cuneo, rappresentano dei luoghi privilegiati e molto particolari in relazione ai movimenti migratori. Queste due cittadine ospitano infatti un'eccezionale percentuale di migranti residenti sul territorio in relazione al totale della popolazione: a Bagnolo  la percentuale di residenti stranieri è del 8,7% (511 residenti) e a Barge è del 10,6% (815 residenti). Quello che rende particolare il contesto di questi due comuni è la presenza di una delle comunità cinesi più grandi d'Italia. Circa due terzi della popolazione straniera è infatti di origine cinese. L'immigrazione in questi luoghi si è sviluppata attorno al lavoro nelle cave di pietra, in cui i cinesi residenti lavorano come scalpellini. Il resto della popolazione straniera residente è composta prevalentemente da persone provenienti dal Marocco, dall'America Latina, e da paesi dell’este Europa.
Nell’ambito delle dinamiche migratorie e sociali di Barge e Bagnolo lavorano attivamente numerose organizzazioni con un approccio integrato e trasversale che intende dare delle risposte a questo fenomeno tenendo conto della complessità e di tutte le sue sfaccettature.
 
Il progetto CineMigrante si inserisce in questo contesto con l'obiettivo di contribuire, attraverso la collaborazione con le organizzazioni già attive a livello locale, alla crescita socio-culturale di queste comunità e di creare nuovi ambiti e spazi di conoscenza e socializzazione, in modo particolare tra nativi e migranti.
 
CineMigrante è organizzato dall’associazione culturale “i313” con il contributo della Regione Piemonte, il patrocinio ed il sostegno dei Comuni di Bagnolo Piemonte e di Barge, il sostegno del Consorzio Monviso Solidale e in collaborazione con l’Associazione Amicizia Italia-Cina e di altre realtà associative locali.
 
 Organizzazione: Associazione Culturale “I 313”, - tel. 3465872032 associazione313@libero.it

Ufficio Stampa Zelig – tel. 011755006 – press@zeligspettacoli.it – Gigi Piga 3480420650
 
]]>
Workshop con Patch Adams al Clown&Clown Festival Fri, 19 Sep 2008 10:21:29 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/62967.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/62967.html Zelig Zelig FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CLOWNERIE E COMICOTERAPIA
CLOWN & CLOWN 2008” - IV edizione - Monte San Giusto (MC)

4 ottobre 2008 - ore 14:00 18:30
Bocciodromo Comunale – Monte San Giusto (MC)
Workshop con Patch Adams
"Qual è la tua strategia d'amore?"
> ingresso a numero chiuso su prenotazione <

Le pre-iscrizioni al Workshop si possono effettuare sul sito www.clowneclown.org
oppure chiamando dalle 09:00 alle 14:00 i numeri 0733 8390006 / 07

> costo ¤ 40,00 <
Il ricavato del workshop sarà utilizzato per importanti progetti benefici di comicoterapia

Al termine del Workshop alle ore 19:00 in Piazza A.Moro, Walter Santillo e il sindaco Franco Bordoni consegneranno a
Patch Adams la Cittadinanza Onoraria di Monte San Giusto "La Città del Sorriso”


Il medico-clown americano utilizza la comicoterapia per ridurre il livello di ansia ed innescare nell’organismo una serie di processi chimici, scientificamente dimostrati, tra i quali la secrezione di analgesici naturali e l’aumento di ossigenazione del sangue. Il seminario tratterà il tema: QUAL E’ LA TUA STRATEGIA D’AMORE che ha l’obiettivo di spiegare e sensibilizare i partecipanti su quali sono le tecniche usate dal comicoterapeuta e quali sono gli effetti che queste avranno sul paziente. Egli è conosciuto in tutto il mondo come il medico del sorriso e rappresenta, per tutti i clown dottori, i volontari delle associazioni e per molte persone comuni, un sicuro punto di riferimento. Chiunque può sperimentare la terapia del sorriso, a qualsiasi età si può imparare a giocolare, a giocare di sé e, poi, ricordiamoci che non dobbiamo essere necessariamente tutti clown, ma avere lo spirito clown, quello spirito che ci spinge a scoprire le cose belle che si hanno dentro per comunicarle in un abbraccio universale che ci permette di migliorare la qualità della nostra vita.

Considerato il padre della comicoterapia, la sua storia comincia da un ospedale psichiatrico, dove Patch, ancora adolescente, viene ricoverato dopo aver tentato il suicidio. Qui aiuta un malato, suo compagno di stanza, a superare le fobie ricorrendo a un gioco divertente. Improvvisamente capisce di avere un dono: sa aiutare chi soffre creando un rapporto fatto di allegria e complicità. Decide allora di studiare medicina al Medical College in Virginia, da cui esce diplomato nel 1971. Ma il mondo accademico non accetta il modo rivoluzionario con cui Patch Adams intende curare i pazienti. "La medicina è uno scambio d'amore, non un business. L'antidoto a tutti i mali è l'umorismo" ha dichiarato in un'intervista. Assieme a un gruppo di volontari riesce, in dieci anni, a prestare cure gratuite a circa 15000 malati e nel '77 compra un terreno nel North Carolina, dove progetta di costruire una clinica vera e propria. A questo scopo fonda l'associazione Gesundheit (in tedesco salute) Institute, che raccoglie fondi destinati alla realizzazione della clinica. Lui però si sente investito di una missione da compiere, viaggia in tutto il mondo per far conoscere la teoria sul potere terapeutico del sorriso e il suo progetto di un ospedale che di essa sia veicolo concreto.

Patch Adams sarà inoltre protagonista per il Clown&Clown Festival:
3 ottobre 2008 - ore 18:00 - Atrio Palazzo Bonafede
Convegno: "Umanizzare la Sanità: dalla cura della malattia alla cura della persona"

4 ottobre 2008 - ore 10:00 - Piazza A. Moro
Patch incontra i bambini e "Volano i sorrisi"
incontrerà i bambini delle scuole prima dello spettacolo a loro dedicato (Cip&Ciop in “Panem et circensis”) al termine del quale saranno lanciati nel cielo centinaia di palloncini rossi ognuno con all’interno un messaggio d’amore scritto dai bambini.


informazioni per il pubblico: www.clowneclown.org
Comune di Monte San Giusto - Ufficio Cultura - Tel.0733.83.90.06/07
Uff. Stampa Zelig – tel: 011755006 - Gigi Piga: 3480420650 - Email: press@zeligspettacoli.it


]]>
Clown&Clown Festival Fri, 19 Sep 2008 10:14:59 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/62981.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/62981.html Zelig Zelig "CLOWN & CLOWN Festival”
IV Festival Internazionale di Clownerie e Clownterapia
dal 27 settembre al 5 ottobre 2008 – Monte San Giusto (MC)
ingressi agli spettacoli gratuiti

Un intero paese vestito da clown con la presenza diPatch Adams che parteciperà a ungrande convegno sulla umanizzazione della sanità, condurrà unworkshop sulla strategia d'amore e sarà insignito della cittadinaza onoraria dalle mani diWalter Santillo; una notte biancatutta musicale capitanata dai Folkabbestia, tre giorni di spettacolo con grandi artisti,una prima nazionalecon gli spagnoli Los Excentricos, interventi di decine di clowndottoridell’associazione Ridere per Vivereper le strade e nella Casa di Cura, proiezione di filme video documentari, una mostra fotografica dell’associazione ClownOne, la convention nazionale della Federazione Nazionale Clowndottori, 20.000 nasi rossi distribuiti gratuitamente con una mongolfierache sorvolerà i cieli marchigiani


informazioni per il pubblico: www.clowneclown.org
Press Area:  http://www.zeligspettacoli.it/press/clowneclown/2008.htm


Tre sole edizioni sono trascorse ed è già diventato uno degli eventi più attesi in Italia e nel mondo della clownterapia. La IV edizione del Clown&Clown Festival sarà ricca di novità, durera ben 10 giorni e sarà un lungo momento contro l'indifferenza tra abbracci, spettacoli comici, emozioni, musica, solidarietà e ospiti d’eccezione come l’americano Dott. Hunter “Patch” Adams, reso celebre anche dall’omonimo film con protagonista Robin Williams.

Dal 27 settembre al 5 ottobre la graziosa cittadina marchigiana si trasforma nella “Città del sorriso” grazie al grande lavoro che l’Ente Clown&Clown e molti cittadini stanno svolgendo preparando grandi e colorate scenografieche, come nelle passate edizioni, cambieranno il volto del paese; come sempre un enorme naso rosso(illuminato di notte) addobberà il campanile della chiesa.

Patch Adams, il primo clown-dottore della storia, sarà a Monte San Giusto venerdì 3 ottobre per partecipare all'importante convegno sulla umanizzazione della sanitàe sabato 4 ottobre per passare una mattina con i bambini delle scuole del territorio e nel pomeriggio per presiedere il workshop “Qual è la tua strategia d’Amore?”e per ricevere la cittadinanza onoraria dalle mani di Walter Santilloe del sindaco Franco Bordoni. Il ricavato del workshopsarà utilizzato per importanti progetti benefici di comicoterapia(info e iscrizioni su www.clowneclown.org)

Il Festival è riuscito ad ottenere la presenza del famoso Adams anche grazie al supporto del calcaturificio Fabi (www.fabishoes.it) che si è proposto per una donazione al Gesundheit Institute, l’ospedale gratuito e aperto a tutti che Patch sta facendo costruire ad Arlington in Virginia proprio come è raccontato nel celebre film ispirato alla sua vera storia.

L'apertura del Festival è il 27 settembre con il taglio del nastro da parte del sindaco per l'inaugurazione della Città del Sorrisoe con la “NotteClown...quando la luna mise il Naso Rosso”, una notte bianca musicale con la presenza di molti gruppi tra i quali i Folkabbestia.

A partire dal 13 settembre, grazie al contributo del Centro Accessori Calzature di Monte San Giusto (www.cac.it), una Mongolfieraannuncerà il Festival da Civitanova Marche, Fermo, Macerata e Ancona. Durante il festival la mongolfiera sarà invece nel campo sportivo a disposizione del pubblico per voli vincolati.

E poi film, giochi, laboratori nelle scuole, un importante mostra fotograficasull’associazione ClownOnee sulle sue missioni umanitarie, i ClownDottori di RiderePerVivere, Stand Gastronomici in Salsa Clown (piatti a tema clown) … mentre nelle strade e nelle piazze tra istrionici musicisti, giocolieri e clown ognuno potrà mettersi in gioco e divenire clown.

Venerdì 3 ottobreinizia la grande kermesse di spettacoli con la prima nazionaledi “Rococò Bananas” della storica compagnia spagnola Los Excentricos. Sabato 4 ottobrealle 10:30 “Panem et Circensis” della compagnia Cip&Ciop dedicato ai bambini e ai ragazzi delle scuole; dalle 15:00 spettacoli nelle colorate piazze del borgo, alle 19:00 consegna della cittadinanza onorariaa Patch Adams e alle 21:30 il Gran Galà della Risatacon la partecipazione di Walter Santillo, Francesco Giorda, Los Excentricos e Teatro Necessario.
Domenica 5 Ottobrealle ore 11.00 la Convention Nazionale della Federazione Nazionale Clowndottori e spettacoli dal mattino fino alla grande parata musicale delle 17:30 che porterà il pubblico all'evento di chiusura “Rimbalzi di Gioia in un Abbraccio che vale”in cui migliaia di enormi palloni rossi manderanno in delirio i presenti.

Il festival è nato da una idea dellaMabò Band, storico quartetto sangiustese di Clown Musicisti, la direzione artistica è di Zelig Spettacoli Torino ed è realizzato dall’Ente Clown&Clown con il contributo del Comune di Monte San Giusto, della Regione Marche, della Provincia di Macerata e con la preziosa collaborazione delle associazioni Ridere per Vivere e Federazione Nazionale Clown Dottori. Partecipa inoltre al Festival l’Ambalt (Associazione Marchigiana Bambini Malati di tumori e leucemie).

Ufficio Stampa Zelig – tel. 011755006 – press@zeligspettacoli.it– Gigi Piga 3480420650

]]>
=?ISO-8859-15?Q?=22Dov=27=E8 l=27Elefante=3F=22 / 21-24 ?= =?ISO-8859-15?Q?agosto Bardonecchia =28TO=29?= Tue, 12 Aug 2008 17:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/61268.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/61268.html Zelig Zelig ]]> CINEMAinSTRADA 2008 / 5-29 settembre - TORINO Thu, 07 Aug 2008 17:37:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/61147.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/61147.html Zelig Zelig

COMUNICATOSTAMPA

5– 28 settembre 2mila8
CINEMAinSTRADA”2008
Vedizione del Festival di Popoli e di Cinema di Strada
TORINO
Ingressi Gratuiti

4piazze di mercato ad alta densitàmigratoria trasformate in cinema all'aperto, 13 film in linguaoriginale con sottotitoli in italiano scelti dagli stessi abitanti, 1serata dedicata a cortometraggi di giovani registi romeni, 1 primanazionale, film provenientidaArgentina, Marocco, Francia, Spagna,Romania, Albania, Germania, Egitto, Senegal, Canada e Colombia,inaugurazione con una serata di Teatro Sociale, 4 aperitivi diaccoglienza realizzati da diverse associazioni dei quartieri, 1incontro con il regista Gjergj Xhuvani, produzione di 4 videointroduttivi girati dall'Associazione i313, una festa di fine estatecon musiche e balli di strada.

IlFestival CINEMAINSTRADAorganizzato dall’Associazione culturale “i313”, composta dasole donne, giunge alla sua V edizionee si conferma come importante risorsa per le occasioni di incontroe di scambio culturaleche crea tra abitantiautoctoni emigranti di quartieriperiferici di Torino ad alta densità migratoria.

Lamanifestazione consiste nella proiezione, gratuita eall’aperto(previsti luoghi alternativi al chiuso in caso di pioggia), di filmpopolari, italianie internazionali, rappresentatividelle comunità più numerose residenti nel territorio.

Importantispecificità di CINEMAINSTRADArisiedono nella proiezione di film in linguaoriginale con sottotitoliin italiano (perfacilitare la comprensione ad un pubblico multilingue e per esserefruibile anche da non e ipoudenti) enella scelta partecipatadei film:attraverso un’inchiestasul territorio svolta nei mesi precedenti,gli abitantistessi indicanole loro preferenze,contribuendo così alla programmazione delle serate.

Rispettoalle quattro edizioni precedenti la programmazione di questa quintaedizione è stata studiata per un targetdi pubblico più giovane,per coinvolgere le nuove generazioni, figlie dell'immigrazione,torinesi doc che incarnano la società che viene, che combina ericombina lingue, culture e sguardi diversi.

La seratad'aperturaè affidata agrande richiestaalla proiezione del capolavoro di Sergio Leone “C'erauna volta il west",monumento del western all'italiana, film trasversale che per ilcarattere mitico ed epico del racconto diventa di universaleaccessibilità.

CINEMAINSTRADAconferma il suo caratteredi manifestazione itinerante in zone ad altadensità migratoria, poco interessate dall'offerta culturalecittadina.

Anchei momenti di convivialità,come gli aperitivi diinugurazione di ognipiazza, sono affidati adiverse realtà attive nei vari quartieri,dall'aperitivo curato dai Bagni pubblici di Via Aglié per ilProgetto Intrecci di Cultura, a quello dipausa del digiuno giornaliero del Ramadan realizzatodall'Associazione Giussur, a quello organizzato dalle donne dellaBanca del Tempo fino all'aperitivo peruviano proposto dal CentroPeruviano di Cultura, Identità e Promozione Sociale.

Novitàdi quest'anno è la serata dedicatainteramente alla proiezione di una serie di cortometraggi cheraccontano laRomaniae le sue contraddizioni realizzati dalla nuova generazione ditalentuosi cineasti romeni che si fa interprete dei cambiamenti cheattraversano la società.

Graziealla colaborazione con l'Associazione Culturale Italo-Albanese“Vatra” altra novitàè l'incontro con ilregista Gjergi Xhuvaniautore dell'ironico ed avvincente “Idasher armik” (Caronemico).

Sonostati inoltre prodotti 4videointroduttivi girati dall'associazione i313 incollaborazione con l’Associazione Videocommunity,uno per ogni piazza coinvolta, in cui si incrociano e si attraversanoracconti, suggestioni e visioni degli abitanti che vivono neiquartieri coinvolti e sono esperti dei mondi da cui provengono.Persone di tutte le età che fanno parte di una societàin divenire e che creano una cultura più grande in cui nonsono necessari né documenti d'identità népermessi di soggiorno per farne parte.

CINEMAinSTRADAè organizzato dall’Associazione Culturale “i313” con ilpatrocinio e il sostegno della Città di Torino, il contributodella Regione Piemonte, della ChiesaEvangelica Valdese e delle Circoscrizioni 8, 6 e 5.

Organizzazione:Associazione Culturale “I 313”, - tel. 3465872032 associazione313@libero.it

UfficioStampa Zelig – tel. 011755006 – press@zeligspettacoli.it– Gigi Piga 3480420650

]]>
=?ISO-8859-15?Q?ARTINSTRADA - L=27arte di strada piemo?= =?ISO-8859-15?Q?ntese a Chalon sur Sa=F4ne?= Wed, 18 Jun 2008 15:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/58552.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/58552.html Zelig Zelig COMUNICATOSTAMPA
-
ARTINSTRADA– Il Piemonte dalVivo
AlFestival Transnational des Artistes de la Rue Chalon dans la rue
ilracconto di un’esperienza pioniera in Italia
-
dagiovedì17 a domenica 20 luglio 2008
c/oCour de la Maison des Associations
30rue St Georges - 71100 Chalon sur Saône
http://www.regione.piemonte.it/piemontedalvivo/eventi/chalon.htm
-
Guardandoalla situazione delle arti di strada in Italia, fin da subito èchiaro come in Piemonte si stiano raccogliendo i frutti di unpercorso pioneristico intrapreso cinque anni or sono in vista di unprogressivo riconoscimento sostenuto in modo deciso, concreto edefficace dalla Regione Piemonte eda una rete di festival, manifestazioni ed eventi in forteespansione sul territorio. Valigia delle meraviglie in spalla,dal 2003 la Regione Piemonte sostiene infatti le espressioniartistiche in strada grazie a una legge specifica - risultatodi un confronto continuo con gli operatori di settore - che non silimita a sostenere la qualità della creazione artistica, ma,guardando al futuro, si propone di intervenire a sostegno di tuttala filiera di settore, promuovendo la creazione di un sistemaorganico e maggiormente radicato sul territorio, e sperimentando laproduzione diretta. Gli artisti, fedeli, sono sempre lì:dalle compagnie storiche alle leve della nuova generazione, insiemelavorano con forza, tenacia e buon umore per portare un’interacomunità artistica verso la rinascita del genere.

Nonè un caso, dunque, che la Regione Piemonte, da sempre attentaalla promozione all’estero della propria specificità, siaaccolta dal 17 al 20 luglio 2008 al Festival Transnational desArtistes de la Rue Chalon dans larue. L'ospitalità d'oltralpein uno spazio interamente dedicato è, di fatto, ilriconoscimento del costante lavoro di promozione degli artisti edell’arte in strada che la Regione ha in questi anni perseguito, eil cortile teatro dell’evento ARTINSTRADA– IL PIEMONTE DAL VIVO èuna preziosa occasione per il racconto di un settore in continuaespansione, racconto possibile anche grazie alla direzione artisticae al coordinamento dell’AssociazioneC’era L’acca e alla fattivacollaborazione di Zelig.La partecipazione al festival diretto da Pedro Garcia è per ilPiemonte un ulteriore passo in avanti verso le realtà europeesu un terreno artistico innovativo e creativo che vede l’intrecciarsidi molteplici linguaggi. Il frutto di un lavoro comune che regalaeventi unici legati all’emozione di uno stretto contatto, natospesso dall’incontro casuale con la gente in cammino. Poi,improvvisi, gli applausi, e un cappello che in fretta si riempie. Edè come un grazie.
-
ILPROGRAMMA
Teatro,danza, musica, circo, mimo, manipolazione di oggetti, video ma anchedesign: linguaggi diversi si intrecciano nello spazio Artinstrada– Il Piemonte dal Vivo. Dalla prodezza in solitaria allacollaborazione artistica di 4 festival in vista di 1 solo spettacolo,dal più tradizionale circo delle pulci al nouveau cirque èl'arte nella sua totalità a reinventare i propri confini,diversificata nell'espressione, nel segno e nella scrittura: e ilprogramma di questa quattro giorni ne è prova tangibile.
Sicomincia alle 12h00 e il cerchio si chiude dopo la mezzanotte,con spazi dedicati all’incontro di pubblico e artisti. Durante lagiornata si avvicendano spettacoli verie propri e Intermezzi, oasidedicate a chi è di passaggio, a chi sa concedersi una sostaqua e là, a chi crede che non stia succedendo niente, e invecesuccede. Dalle 13h00 alle 15h00, ad esempio, vi basteràavvicinare l’occhio all’unico pertugio concesso dalla scatolamagica di Chiara Trevisan perchéa conquistarvi sia un Circo delle Pulci manovrato con incredibiledestrezza. E mentre aspettate il vostro turno, che sia un principetramutato in ranocchio, o un’ape che ronza, capitolerete di certodinanzi alle azioni squinternate di NespoloLo Giullare, conquistati dalla sua disarmante comicità.Alle 15h00, per combattere la sonnolenza del dopo-pranzo, ilvolume si alza con un vortice di situazioni comiche e dirocamboleschi colpi di scena che viaggiano in bilico tra cabaret ecirco tradizionale: a proporlo sono LosFabulosos. Subito dopo, alle 16h00, a trascinarvicon sé è la piccola orchestra di zingari dai ritmizoppi dei Bandaradàn,capace di suonare musica per i vostri occhi, con uno stiledecisamente fuori dall’ordinario. Alle17h00 ci si sposta in Place Hôtel de Ville per godere apieno della performance del funambolo AndreaLoreni e del duetto acrobatico di tessuti aerei de LeBaccanti: l’architettura urbana a far da corniceprivilegiata. Alle 18h00 si ritorna poi alla Maison desAssociations per lo spettacolo di Flic -Scuola di Circo della Reale Società Ginnastica di Torino:tra jonglerie, equilibrismi e acrobazie, una lettera, una corda e deicuscini diventano parte di un circo che ha preso la forma deglioggetti più quotidiani, e a guardar bene non serve molto altroper perdersi e ritrovare il gusto segreto dei giochi bambini.
Ilsecondo Intermezzo va dalle 19h00 alle 21h00: la propostasposa così il ritmo più lento della pausa cena. Se nonavete ancora deciso cosa mangiare, forse dovreste incontrare PepitaBaguette: due panini sono la sua chimera e il suomiraggio, suo sogno e nostra incantata delizia. Mimo, danza eclownerie tutti in equilibrio, per un vero coup de coeur. A lei sialterna Lara Quaglia dei Fratelli Ochner portandocon sé un forziere che è un’arca,una casa che porta con sé infiniti oggetti e sorprese: unpiccolo circo strampalato che stravolgeutilizzi e significati consueti. Sperandonon siate ancora stanchi, vi assicuriamo una serata difficile dadimenticare: dopo il successo guadagnato lo scorso anno al Festivald’Avignon–Off, sono Milo e Olivia aproporre alle 21h00 un insolito gioco di scale acrobatiche,tessuti aerei, verticalismi, e a rompere il ritmo prevedibile delquotidiano, regalandoci l’euforia di una storia d’amore dagliequilibri incerti. Subito dopo, alle 22h15, è la voltadi Paola Chiama e Amaducci: “Saròcome tu mi vuoi. Sono la tua bambola vera!” Questa la provocazionedi uno spettacolo in cui danza e videoproiezioni sono più chemai interconnessi. La giornata, prima di lasciare spazio al dopofestival, si conclude alle 23h00 con Tripodi.3 punti tra il cielo e la terra: uno spettacolo nato dallacollaborazione di quattro festival piemontesi, una sperimentazioneteatrale di grande suggestione, incentrata sul rapporto fra teatro earti visive, con musiche originali eseguite dal vivo.Venerdì18 luglio alle 13h00 èprevista una conferenza della RegionePiemonte sullo stato dell’arte instrada in Italia e in Piemonte. Intervengono il Direttore regionalealla Cultura Daniela Formento, e il direttore artistico dello spazioArtinstrada – Il Piemonte dal Vivo, Ariane Bieou.

LALEGGE DELLA REGIONE PIEMONTE
LeggeRegionale 15 Luglio 2003, N. 17 Valorizzazione delle espressioniartistiche in strada
Cinqueanni fa la Regione Piemonte ha saputo dotarsi, per prima in Italia,di un idoneo strumento normativo che ritrova nella "volontàdi considerare il Piemonte un territorio ospitale verso tutte leattività di carattere musicale, teatrale, figurativo edespressivo svolte liberamente da artisti in strada in spazi aperti alpubblico" la sua ragion d'essere: la L. R. 15 luglio 2003, n. 17poi modificata nel 2007. Importante e atteso riconoscimentopolitico di un fermento artistico sempre più presente, lalegge per la valorizzazione delle espressioni artistiche di strada siconcretizzava inizialmente nell'organizzazione di piccoli o grandifestival, nell'acquisto di spettacoli da parte delle amministrazionicomunali e nell’assegnazione di premi ad artisti meritevoli. Acompimento del suo primo triennio di vita, la Regione Piemonte ne hapoi riscritto alcuni punti fondamentali, facendo tesorodell’esperienza maturata e delle consultazioni avvenute con gliaddetti ai lavori. Oggi restano confermati i premi annuali perartisti singoli o associati che si siano distinti per particolarebravura, ma il premio in precedenza riservato ai soli Comuni divieneun contributo annuale assegnabile anche a soggetti privati(legalmente costituiti in forma associativa e che non perseguono finidi lucro) che "con carattere di continuità promuovono leespressioni artistiche in strada con la realizzazione dimanifestazioni, rassegne e festival e con il sostegno ad attivitàdi valorizzazione, promozione e diffusione delle arti di strada":questa la vera novità. Le nuove forme di sostegno mirano alpotenziamento e al miglioramento qualitativo della creazioneartistica, all'attivazione di circuiti distributivi, e allarealizzazione di centri di ricerca, informazione e documentazione:un ulteriore passo in avanti verso le più evolute realtàeuropee.

Venerdì18 luglio alle 13h00 èprevista una conferenza della Regione Piemonte.
Intervengonoil Direttore regionale alla Cultura Daniela Formento, e il direttoreartistico dello spazio Artinstrada – Il Piemonte dal Vivo, ArianeBieou. INFO: www.regione.piemonte.it/spettacolo/strada/index.htm

PIEMONTEDAL VIVO
Piemontedal Vivo è un progetto della Regione Piemonte nato nel 1996per promuovere una valorizzazione del territorio piemontese suldoppio versante, culturale e turistico. Ad oggi mette in rete 93festival per un cartellone di spettacoli di qualità cheabbraccia musica, teatro, cinema, circo e danza in un percorso tra learti e i luoghi. Negli anni alla composizione di un cartellone da 365giorni l'anno in luoghi di grande suggestione, si sono affiancatialtri obiettivi ed esperienze che insieme raccontano l'animapioniera di un progetto in continuo divenire: una rete fattiva ecollaborativa tra gli organizzatori (seminari di formazione e gruppidi lavoro), un progetto dalla vocazione live (le conferenze stampaanimate, i Liveday, la Livenight, la produzione Non ci manca che ilmare a risplendere forte), un'esperienza editoriale (il catalogo, lanewsletter cartacea, il sito web).

C’ERAL’ACCA E ZELIG
Acoordinare artisti e compagnie nel cortile di Artinstrada dueimportanti realtà piemontesi che daoltre dieci anni operano nell'ambitodella progettazione culturale per la ricerca, lo sviluppo e lapromozione dello spettacolo dal vivo. L'Associazione C'era l'acca,che ne cura anche la direzione artistica, e la Zelig, che collaboraall'organizzazione, da sempre sostengono la valorizzazione delle artiin strada e aderiscono al suo concetto più contemporaneo, chesi è evoluto dalla figura tradizionale del giocoliere adun'idea di performance artistiche nello spazio pubblico. In questoscenario tracciano il percorso di unafiliera creativa ed artistica attraverso attività diproduzione e diffusione. Dal 2006l'Associazione C'era l'acca èpartner di IN SITU,rete europea per la creazione artistica nello spazio pubblico(Programma Cultura 2000) attivando relazioni e scambi di carattereinternazionale. Nel 2007 Zelig haideato Bazar, prima vetrina in Italia dedicata al circo contemporaneoe all'arte in strada pensata come luogo d’accoglienza e diincontro, crocevia tra artisti, addetti ai lavori e pubblico.

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8 - 10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it


]]>
Foto CHIERI STREET FESTIVAL - 27-29 giugno - Chieri (TO) Thu, 05 Jun 2008 13:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57815.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57815.html Zelig Zelig

Buongiorno,
in questa email una selezione di fotografie a 300dpi scaricabili con unclickrelative ad alcuni degli spettacoli che saranno presentati al ChieriStreet Festival.

Altre fotografie, programma, schede degli spettacoli einformazioni sugli eventi collaterali
in:
http://www.zeligspettacoli.it/press/chieri/chieri.htm 

Sonodisponibili su richiesta anche altre fotografie, soprattutto dello"spettacoloevento" della compagnia francese Malabar.

Graziee buon lavoro



LOGO FESTIVAL

CIE MALABAR
29 giugno

CIE MALABAR
29 giugno

PROGETTO BAGLIORI
27 giugno
       

LES SAGES FOUS
28 giugno

BASH STREET THEATRE
28 e 29 giugno

TRUKITREK
"Hotel Crab" 28 giugno

320CHILI
27 giugno
       


COMUNICATO STAMPA

 
CHIERISTREET FESTIVAL
Aria,acqua, STRADA, fuoco
IXedizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada
27, 28 e 29giugno 2008 - CHIERI (TO)
tuttigli spettacoli sono gratuiti
informazioniper il pubblico: Zelig - tel 011755006 - www.zeligspettacoli.it
CITTA’DI CHIERI - Tel. 011/9428408/410/412- cultura@comune.chieri.to.it
SPORTELLOTURISTICO - Tel.011/9428440- sportelloturistico@comune.chieri.to.it

Lastorica compagnia francese Malabar èla stelladella nona edizione del Chieri Street Festival
11compagnie internazionali, 4 compagnie italianeper un totale di 45performances trale quali 6prime nazionali arappresentare la cultura teatrale urbana di 10 paesi: Italia,Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Gran Bretagna, Germania, Argentina,Brasile e Canada. Nonsolo spettacoli ma anche una mostraed una bibliotecaviaggiante sul teatro di strada,un laboratoriodi circo per ragazzied uno spazioprova disciplinecircensi.
Nella splendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perladella collina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di stradache coinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.


IlChieri Street Festival è una messain scena della città stessache, attraverso i cortili, le piazze, le strade ed i monumenti,diventa palcoscenico ideale dell'arte di strada ma anche protagonistadi un dialogo continuo tra artisti e pubblico per far vivere la magiadelle antiche tradizioni popolari di piazza in una dimensione dirinnovata contemporaneità artistica.

Scenderein strada per reinventare e valorizzare gli spazi della cittàè appunto l'obiettivo di questo importante appuntamento: 15compagnie selezionatenei migliori festival nazionali e internazionali, 45performancesteatrali in 3 giorni, tra cui seiprime nazionali.

Aria,acqua, terra, fuoco... Aria, acqua, STRADA, fuoco

Quattroelementi dalla cui miscela, in differenti proporzioni, si ottengonotutte le realtà conosciute.
L’artedi strada non è una sola, di un solo tipo. Teatro, musica,danza, teatro di figura, circo, interazione con lo spettatore ereinterpretazione dello spazio urbano sono gli elementi dalla cuimescolanza, in differenti proporzioni, si ottengono tutte le formedell’arte di strada.
Partendoda questo concetto di multidisciplinarietà ilChieri Street Festival metterà in scena i quattro elementi,cercando di evocarli piuttosto che di definirli, suggerendone lanatura e provando a raccontarli attraverso la loro materialitàma anche come metafore e simboli.

L’inaugurazione delfestivalè affidata allaparata musicale “Buskers per un giorno”,una produzioneunica con sola replica:un gruppo di musicisti di strada addestrerà i componenti dellebande del territorio per far parte della messa in “strada” diquesto evento.

Spiccatra gli appuntamenti del primo giorno “Incontri”,spettacolo di teatro-danza-circoe fuococo-prodotto dal FestivalInternazionale Wintervuur di Anversa e dal Carnevale di Venezia 2008e fruttodella collaborazione tra la compagnia veneziana Diecimenodieci-ProgettoBaglioridello scenografo e regista Pietro Chiarenza e la compagnia belga VZWSprookjes en Zo.

Lospettacolo clou del sabato è quello della storica compagniacanadese LesSages Fousche sbarca in Europa per farci tuffare nell’immaginifico mondosottomarino manipolando sapientemente le sue grandi marionette.

Lachiusura del Festival è affidata al grandeevento LeVoyage des Aquarêves dellacompagnia franceseMalabar,una delle compagnie storiche del teatro di strada francese edeuropeo, specializzata in spettacoli di grande formato.

IlChieri Street Festival non è solamente spettacoli

Saràallestita una mostradedicata all’arte di strada con l’esposizione di manifestistorici di compagnie e festival. Nello stesso spazio saràallestita una bibliotecacon un vasto assortimento di pubblicazioni sull’argomento e sipotrà assistere a piccoli interventi performativiestemporanei, ammirare installazionie video. A curadella Scuoladi Circo FLICdi Torino si terrà un laboratoriodi circo per ragazzi.Sempre FLIC allestirà uno spazioprovain cuiil pubblico potrà cimentarsi a provare alcuni attrezzicircensi.

IlChieri Street Festival è organizzato dalla Città diChieri e da Zelig che ne cura anche la direzione artistica, èrealizzato in collaborazione con la Scuola di Circo FLIC, con ilcontributo di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Ambasciata delregno dei Pesi Bassi, con il patrocinio del Ministero dei Beni edelle Attività Culturali, dell’Ambasciata del Canada,dell’Ambasciata di Francia e con la sponsorizzazione di DoctorGlass.

UfficioStampa Zelig –tel: 011755006 - Gigi Piga: 3480420650 – Email: press@zeligspettacoli.it

 

ZeLig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax. +390117571600
Skype: zelig_info
press@zeligspettacoli.it



]]>
CHIERI STREET FESTIVAL - 27-29 giugno - Chieri (TO) Fri, 30 May 2008 15:50:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57541.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57541.html Zelig Zelig
COMUNICATOSTAMPA
 
CHIERISTREET FESTIVAL
Aria,acqua, STRADA, fuoco
IXedizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada
27, 28 e 29giugno 2008 - CHIERI (TO)
tuttigli spettacoli sono gratuiti
informazioniper il pubblico: Zelig - tel 011755006 - www.zeligspettacoli.it
CITTA’DI CHIERI - Tel. 011/9428408/410/412- cultura@comune.chieri.to.it
SPORTELLOTURISTICO - Tel.011/9428440- sportelloturistico@comune.chieri.to.it

Lastorica compagnia francese Malabar èla stelladella nona edizione del Chieri Street Festival
11compagnie internazionali, 4 compagnie italianeper un totale di 45performances trale quali 6prime nazionali arappresentare la cultura teatrale urbana di 10 paesi: Italia,Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Gran Bretagna, Germania, Argentina,Brasile e Canada. Nonsolo spettacoli ma anche una mostraed una bibliotecaviaggiante sul teatro di strada,un laboratoriodi circo per ragazzied uno spazioprova disciplinecircensi.
Nella splendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perladella collina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di stradache coinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.


IlChieri Street Festival è una messain scena della città stessache, attraverso i cortili, le piazze, le strade ed i monumenti,diventa palcoscenico ideale dell'arte di strada ma anche protagonistadi un dialogo continuo tra artisti e pubblico per far vivere la magiadelle antiche tradizioni popolari di piazza in una dimensione dirinnovata contemporaneità artistica.

Scenderein strada per reinventare e valorizzare gli spazi della cittàè appunto l'obiettivo di questo importante appuntamento: 15compagnie selezionatenei migliori festival nazionali e internazionali, 45performancesteatrali in 3 giorni, tra cui seiprime nazionali.

Aria,acqua, terra, fuoco... Aria, acqua, STRADA, fuoco

Quattroelementi dalla cui miscela, in differenti proporzioni, si ottengonotutte le realtà conosciute.
L’artedi strada non è una sola, di un solo tipo. Teatro, musica,danza, teatro di figura, circo, interazione con lo spettatore ereinterpretazione dello spazio urbano sono gli elementi dalla cuimescolanza, in differenti proporzioni, si ottengono tutte le formedell’arte di strada.
Partendoda questo concetto di multidisciplinarietà ilChieri Street Festival metterà in scena i quattro elementi,cercando di evocarli piuttosto che di definirli, suggerendone lanatura e provando a raccontarli attraverso la loro materialitàma anche come metafore e simboli.

L’inaugurazione delfestivalè affidata allaparata musicale “Buskers per un giorno”,una produzioneunica con sola replica:un gruppo di musicisti di strada addestrerà i componenti dellebande del territorio per far parte della messa in “strada” diquesto evento.

Spiccatra gli appuntamenti del primo giorno “Incontri”,spettacolo di teatro-danza-circoe fuococo-prodotto dal FestivalInternazionale Wintervuur di Anversa e dal Carnevale di Venezia 2008e fruttodella collaborazione tra la compagnia veneziana Diecimenodieci-ProgettoBaglioridello scenografo e regista Pietro Chiarenza e la compagnia belga VZWSprookjes en Zo.

Lospettacolo clou del sabato è quello della storica compagniacanadese LesSages Fousche sbarca in Europa per farci tuffare nell’immaginifico mondosottomarino manipolando sapientemente le sue grandi marionette.

Lachiusura del Festival è affidata al grandeeventoLeVoyage des Aquarêves dellacompagnia franceseMalabar,una delle compagnie storiche del teatro di strada francese edeuropeo, specializzata in spettacoli di grande formato.

IlChieri Street Festival non è solamente spettacoli

Saràallestita una mostradedicata all’arte di strada con l’esposizione di manifestistorici di compagnie e festival. Nello stesso spazio saràallestita una bibliotecacon un vasto assortimento di pubblicazioni sull’argomento e sipotrà assistere a piccoli interventi performativiestemporanei, ammirare installazionie video. A curadella Scuoladi Circo FLICdi Torino si terrà un laboratoriodi circo per ragazzi.Sempre FLIC allestirà uno spazioprovain cuiil pubblico potrà cimentarsi a provare alcuni attrezzicircensi.

IlChieri Street Festival è organizzato dalla Città diChieri e da Zelig che ne cura anche la direzione artistica, èrealizzato in collaborazione con la Scuola di Circo FLIC, con ilcontributo di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Ambasciata delregno dei Pesi Bassi, con il patrocinio del Ministero dei Beni edelle Attività Culturali, dell’Ambasciata del Canada,dell’Ambasciata di Francia e con la sponsorizzazione di DoctorGlass.

UfficioStampa Zelig –tel: 011755006 - Gigi Piga: 3480420650 – Email: press@zeligspettacoli.it


]]>
CHIERI STREET FESTIVAL - 27-29 giugno - Chieri (TO) Fri, 30 May 2008 15:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57540.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57540.html Zelig Zelig
Buongiorno,                                 COMUNICAZIONE STAMPA

è con piacere che Le inviamo informazioni sul

CHIERISTREET FESTIVAL
Aria,acqua, STRADA, fuoco

27,28 e 29 giugno 2008 - CHIERI (TO)
-
IXedizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada

Queste lecaratteristiche principali e i numeri del festival:

Lastorica compagnia francese Malabar èla stella della nona edizione del Chieri Street Festival

11compagnie internazionali, 4 compagnie italiane perun totale di 45performances trale quali 6prime nazionali arappresentare la cultura teatrale urbana di 10 paesi: Italia,Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Gran Bretagna, Germania, Argentina,Brasile e Canada. Nonsolo spettacoli ma anche una mostra eduna bibliotecaviaggiante sul teatro di strada,un laboratoriodi circo per ragazzi eduno spazioprova disciplinecircensi. Nellasplendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perla dellacollina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di strada checoinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.

tutte leinformazioni del festival su www.zeligspettacoli.it
-
nellasezione press del sito possono essere scaricate FOTOGRAFIE A 300dpi,tutte le schede degli spettacoli e le informazioni sugli eventicollaterali:
http://www.zeligspettacoli.it/press/chieri/chieri.htm

 

DISEGUITO IL COMUNICATO STAMPA ESTESO E IN ALLEGATO IL PROGRAMMA DELFESTIVAL OLTRE ALLE SINTETICHE DESCRIZIONI DEGLI SPETTACOLI




COMUNICATO STAMPA

 
CHIERISTREET FESTIVAL
Aria,acqua, STRADA, fuoco
IXedizione del Festival Internazionale di Teatro di Strada
27, 28 e 29giugno 2008 - CHIERI (TO)
tuttigli spettacoli sono gratuiti
informazioniper il pubblico: Zelig - tel 011755006 - www.zeligspettacoli.it
CITTA’DI CHIERI - Tel. 011/9428408/410/412- cultura@comune.chieri.to.it
SPORTELLOTURISTICO - Tel.011/9428440- sportelloturistico@comune.chieri.to.it

Lastorica compagnia francese Malabar èla stelladella nona edizione del Chieri Street Festival
11compagnie internazionali, 4 compagnie italianeper un totale di 45performances trale quali 6prime nazionali arappresentare la cultura teatrale urbana di 10 paesi: Italia,Francia, Spagna, Olanda, Belgio, Gran Bretagna, Germania, Argentina,Brasile e Canada. Nonsolo spettacoli ma anche una mostraed una bibliotecaviaggiante sul teatro di strada,un laboratoriodi circo per ragazzied uno spazioprova disciplinecircensi.
Nella splendida cornice della cittadina medioevale di Chieri, perladella collina torinese, una tre giorni dedicata all’arte di stradache coinvolgerà e entusiasmerà il pubblico.


IlChieri Street Festival è una messain scena della città stessache, attraverso i cortili, le piazze, le strade ed i monumenti,diventa palcoscenico ideale dell'arte di strada ma anche protagonistadi un dialogo continuo tra artisti e pubblico per far vivere la magiadelle antiche tradizioni popolari di piazza in una dimensione dirinnovata contemporaneità artistica.

Scenderein strada per reinventare e valorizzare gli spazi della cittàè appunto l'obiettivo di questo importante appuntamento: 15compagnie selezionatenei migliori festival nazionali e internazionali, 45performancesteatrali in 3 giorni, tra cui seiprime nazionali.

Aria,acqua, terra, fuoco... Aria, acqua, STRADA, fuoco

Quattroelementi dalla cui miscela, in differenti proporzioni, si ottengonotutte le realtà conosciute.
L’artedi strada non è una sola, di un solo tipo. Teatro, musica,danza, teatro di figura, circo, interazione con lo spettatore ereinterpretazione dello spazio urbano sono gli elementi dalla cuimescolanza, in differenti proporzioni, si ottengono tutte le formedell’arte di strada.
Partendoda questo concetto di multidisciplinarietà ilChieri Street Festival metterà in scena i quattro elementi,cercando di evocarli piuttosto che di definirli, suggerendone lanatura e provando a raccontarli attraverso la loro materialitàma anche come metafore e simboli.

L’inaugurazione delfestivalè affidata allaparata musicale “Buskers per un giorno”,una produzioneunica con sola replica:un gruppo di musicisti di strada addestrerà i componenti dellebande del territorio per far parte della messa in “strada” diquesto evento.

Spiccatra gli appuntamenti del primo giorno “Incontri”,spettacolo di teatro-danza-circoe fuococo-prodotto dal FestivalInternazionale Wintervuur di Anversa e dal Carnevale di Venezia 2008e fruttodella collaborazione tra la compagnia veneziana Diecimenodieci-ProgettoBaglioridello scenografo e regista Pietro Chiarenza e la compagnia belga VZWSprookjes en Zo.

Lospettacolo clou del sabato è quello della storica compagniacanadese LesSages Fousche sbarca in Europa per farci tuffare nell’immaginifico mondosottomarino manipolando sapientemente le sue grandi marionette.

Lachiusura del Festival è affidata al grandeevento LeVoyage des Aquarêves dellacompagnia franceseMalabar,una delle compagnie storiche del teatro di strada francese edeuropeo, specializzata in spettacoli di grande formato.

IlChieri Street Festival non è solamente spettacoli

Saràallestita una mostradedicata all’arte di strada con l’esposizione di manifestistorici di compagnie e festival. Nello stesso spazio saràallestita una bibliotecacon un vasto assortimento di pubblicazioni sull’argomento e sipotrà assistere a piccoli interventi performativiestemporanei, ammirare installazionie video. A curadella Scuoladi Circo FLICdi Torino si terrà un laboratoriodi circo per ragazzi.Sempre FLIC allestirà uno spazioprovain cuiil pubblico potrà cimentarsi a provare alcuni attrezzicircensi.

IlChieri Street Festival è organizzato dalla Città diChieri e da Zelig che ne cura anche la direzione artistica, èrealizzato in collaborazione con la Scuola di Circo FLIC, con ilcontributo di Regione Piemonte, Provincia di Torino, Ambasciata delregno dei Pesi Bassi, con il patrocinio del Ministero dei Beni edelle Attività Culturali, dell’Ambasciata del Canada,dell’Ambasciata di Francia e con la sponsorizzazione di DoctorGlass.

UfficioStampa Zelig –tel: 011755006 - Gigi Piga: 3480420650 – Email: press@zeligspettacoli.it

 

 

 

 

ZeLig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax. +390117571600
Skype: zelig_info
press@zeligspettacoli.it



]]>
Summer School TEATRO SOCIALE a Avigliana (TO) Tue, 27 May 2008 12:20:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57316.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/57316.html Zelig Zelig
SUMMERSCHOOL DI TEATRO SOCIALE E DI COMUNITÀ
Lamaschera, il mondo, il volto”
18– 31 luglio 2008
CentroCulturale La Fabrica – via IV Novembre, 19 - Avigliana (Torino)
ideazioneAlessandraRossi Ghiglione, Laura Lucchini Balbo, Esther Ruggiero


altreinformazioni emodulo di iscrizione

inwww.teatrosocialedicomunita.unito.ite www.artquarium.it


Nascelaprima Summer School di Teatro Socialediretta a tutti coloro – artisti, operatori sociali, educatori,insegnanti - che credono nel teatro come strumento di crescita eformazione. Diecigiorni di workshops intensivinella cittadina medioevale di Avigliana,a dieci chilometri da Torino, per esplorareattraverso linguaggi differenti il rapportosostanziale tra identità e relazione,basilare in qualunque contesto artistico,terapeutico e formativo.

L’obiettivodi questa Summer School è l’analisie la riflessionedei rapportifondanti trasoggetto e collettività,traidentità e relazione sociale,tra interno ed esterno, tra essenza e percezione, tra essenza edesternalizzazione.

Elementounificanteè la maschera:simbolo in taluni casi, ferro del mestiere in altri, sempre strumentodi mediazione tra unsoggettoe un insieme di convenzioni che esprimono codificazioni relazionali esociali. Dunque: agirein maschera, agire sulla maschera o agire con la maschera?

Obiettivosecondarioma altrettanto sostanziale della Summer School è quello dicreareuna rete tra istituzioni e soggetti partecipantiper favorire un intenso e proficuo scambio di esperienze e conoscenzeprofessionali.

Ospited’onore PamelaDunne,docente della CaliforniaUniversity di Los Angeles,terapeuta, attrice, regista, fondatricedel Dramatherapy Institute di Los Angelesesoprattutto codificatrice delnarradrama,approcciometodologico innovativo per operatori sociali e di comunità.

L’indirizzodi ricerca che si intende stimolare ha come base un percorso a doppiosenso dall’io al noi per ritornare all’io, affrontato conl’ausilio di strumenti afferenti a diversi linguaggi e quindiapprocci metodologici: quello teatrale, quelloterapeutico-psicologico e quello sociologico.

Una grandepossibilità per ipartecipanti di arricchire e ampliare le proprie potenzialitàprofessionali a prescindere da quale sia il proprio campo diapplicazione diretta.

I CORSI
  • Convegnointernazionale: il narradrama. Due giorni di full immersion suitemi della narrazione teatrale e della narrazione come strumento disocialità. Sono previsti gruppi di lavoro che approfondiranno tematicheinerenti i diversi ambiti di applicazione del metodo.

  • Lamaschera e il mondo, la maschera è il mondo. Due approcci alla maschera. Gliorari sono indicativi, l’alternanza mattino-pomeriggio potrebbe esserevariata a seconda delle esigenze.

  • Lamaschera e il volto. Lamaschera sociale e il volto personale sono tematiche proprie anche diun lavoro di teatro sociale che sarà centrato sull’esplorazione delrapporto tra identità personale e ruolo all’interno delle dinamiche digruppo.

  • Using digital media with drama and narrative therapy. (seminario condotto in linguainglese con partecipanti di nazionalità americana). Sono disponibili 10posti per partecipanti di lingua italiana; la frequenza al seminario èalternativa al workshop di teatro sociale per concomitanza di orari.

ICOSTI
  • Summer School (A + B + C), dal 18 al27 luglio: 600 ¤

  • Summer School e approfondimento conPamela Dunne, (A + B + D) dal 18 al 31 luglio: 850 ¤.

  • Convegnointernazionale (A), dal 18 al 20 luglio: 250 ¤

  • Using digital media with drama andnarrative therapy, seminario con Pamela Dunne (D), dal 25 al 31 luglio:550 ¤

Lequote comprendono le attività didattiche, l’ingresso aglispettacoli, la partecipazione alle serate e l’accesso ad alcunestrutture del territorio.


VITTOE ALLOGGIO

Sonodisponibili e prenotabili attraverso l’organizzazione alberghi,foresterie e campeggi a partire da 20 euro al giorno. La strutturache ospita la Summer School è dotata di bar e ristorante selfservice.


LASTRUTTURA

Tuttii workshop si terranno all’interno del Centro Culturale La Fabricadi Avigliana sito in via IV Novembre 19, complesso dotato di bar,biblioteca, aule e teatro a cinque minuti a piedi dalla stazioneferroviaria di Avigliana.


ISCRIZIONI

Lapartecipazione al convegno è libera, lapartecipazione ai workshop è su selezione di curriculum vitae.Ilterminemassimoper le iscrizioni è fissato al 30giugno 2008,con versamento del 30% della quota d’iscrizione.

Modulodi iscrizionein www.teatrosocialedicomunita.unito.it


ATTIVITÀCOLLATERALI

LaSummer School organizzerà una rassegna di spettacoli e diincontri con professionisti a cui tutti sono invitati a partecipare eil cui programma dettagliato verrà fornito in seguito.


INFORMAZIONI

Perqualunque ulteriore informazione: www.artquarium.it- www.teatrosocialedicomunita.unito.it

SocietàCooperativa Artquarium – Stabilimento Teatrale Folengo

Piazzadel Popolo 2, Avigliana (TO) - 011/93.13.488 (telefono e fax) -335/718.22.59 - artquarium@yahoo.it


UfficioStampa Zelig – tel 011755006 - Gigi Piga 3480420650 – Email:ufficiostampa@artquarium.it


]]>
TEZUIA - Spettacolo fine corso Scuola di Circo FLIC Wed, 14 May 2008 15:39:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/56559.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/56559.html Zelig Zelig COMUNICAZIONESTAMPA
"TEZUIA" - Spettacolo di finecorso della FLIC, Scuola Professionale di Arti Circensi
23, 24 e 25 maggio 2008
RealeSocietà Ginnastica - Via Magenta, 11 - TORINO
Buongiorno,

ècon piacere che Vi inviamo informazioni su
"TEZUIA"

Spettacolo di fine corso con i 19 allievi della FLIC, ScuolaProfessionale di Arti Circensi
,che si terrà a Torinoil 23,24 e 25 maggio 2008.

DUE ANNI IN DUE ORE

Questo spettacolo rappresental'occasione di vedere materializzato in un tempo di circa due ore ilgrande ed articolato programma di formazione che i diciannove allievihanno svolto nell'arco di due anni.

Lascuola di circo Flic da quest’annoha arricchito di molto la propria offerta formativaproponendo, oltre al corso tradizionale, 22stage con formatori esterni,candidandosi come importante centro di studi internazionale sull'artecircense.

 
inallegato il COMUNICATO STAMPA

FOTOGRAFIE:
http://www.zeligspettacoli.it/press/Tezuia1showfinecorsoFlic.jpg
http://www.zeligspettacoli.it/press/Tezuia2showfinecorsoFlic.jpg

GigiPiga - 3480420650
grazie dell'attenzione

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it

ANCHEDI SEGUITO IL COMUNICATO STAMPA ESTESO:

23,24 e25 maggio 2008– ore21:00
RealeSocietà Ginnastica di Torino - Via Magenta, 11 - TORINO
FLIC- Scuola di Formazione Professionale Arti Circensi
presenta
"TEZUIA"
Spettacolodi fine corso con gli allievi della Scuola
Regiae coreografia di Roberto Magro, direttoreartistico della FLIC
INGRESSOGRATUITO

Spettacolodi fine corso dedicato a “Tezuia Comicolonna”, personaggioimmaginario, profeta contemporaneo dell’artista bifasico ovverorigoroso e folle.
Comefermare il tempo ed immaginarne uno nuovo capace di contenere lafollia di 19 allievi, un tempo capace di ascoltare il linguaggiodegli oggetti, un tempo disposto a fermarsi e ad improvvisare….Lungo il filo di una narrazione sottile si intrecciano storied’amore, di sogni, di cucina e di… fecondazioni all’interno diun tempo di cottura di circa due ore.
Trapezio,palo cinese, sfera, corda molle, fune aerea, equilibrismo su scala,giocoleria e acrobatica sono gli ingredienti di questo piattospeciale servito con tanta danza e una bella sorpresa finale.
DUEANNI IN DUE ORE
Questospettacolo rappresenta l’occasione di vedere materializzato in untempo di circa due ore l’articolato programma di formazione che idiciotto allievi hanno svolto nell’arco di due anni.
UNASCUOLA SEMPRE PIU’ PROFESSIONALE
Lascuola di circo Flic da quest’annoha arricchito di molto la propria offerta formativaproponendo, oltre al corso tradizionale, 22stage con formatori esterni,candidandosi come importante centro di studi internazionale legato almovimento.
22week-end intensividi approfondimento sulle disciplinecircensi(verticalismo, giocoleria, mano a mano, trapezio ballant,equilibrismo) ma anche sullo yogae sulla danzanelle sue forme più contemporanee (Break dance, flyning low,danza energetica), sulla recitazione(attore di circo, clown, uso della voce), e sulla musicaritmica.
Glistage sono stati affidati ad insegnantialtamente qualificati,provenientidalle più importanti scuole di circo d’Europa(Esac, Chalon, Le Lido, Carampa, ect), ad insegnantidi danza della scuola belga P.A.R.T.S.e a grandiartisti internazionalilegati al mondo del circo contemporaneo, della musica e del teatrofisico.
LaFLIC, Scuola Professionale Formazione Arti Circensi, riconosciutadalla F.E.D.EC. (Federazione Europea delle Scuole di CircoProfessionali) e stata creata dalla Reale Società Ginnasticadi Torino nel 2001 ed è divenuta un punto di riferimento nell’ambito circense italiano ed europeo sia dal punto di vista didatticoche dal punto di vista culturale–artistico.
Ottosale d’allenamento, biblioteca, videoteca, punto internet e salapranzo per un totale di 2500 metri quadrati situati nel centro diTorino, un’equipe pedagogica formata da 10 insegnanti permanenti,un programma didattico sempre più completo. Il direttorepedagogico Matteo Lo Prete con esperienza pluriennale nell’ambitodella ginnastica artistica di livello internazionale ed il direttoreartistico Roberto Magro, artista di circo contemporaneo fondatoredella compagnia francese Rital Brucante, garantiscono agli allievi,provenienti da tutta Europa, una formazione equilibrata traapprendimento di discipline puramente circensi e la capacitàdi esprimerle artisticamente.
OBIETTIVIPRESTIGIOSI
Ilbiennio formativo indirizza i giovani in un’arte antica che inquesti ultimi anni ha assunto una nuova dimensione in osmosi con ladanza ed il teatro. Il corso prevede un piano di studi perl’acquisizione delle corrette tecniche di base e dei presuppostifondamentali per plasmare coerentemente un artista di circocontemporaneo. E’ un percorso dedicato all’allenamento tecnico edartistico con nozioni – tra cui anatomia, diete, scenotecnica, ecc.- che consentono all’allievo di imparare la gestione della propriafigura professionale su più fronti e di proseguire nellescelte della propria carriera indipendente di artista e/o diformatore circense.
LaFlic ha inoltre dato la possibilità ai propri allievi dipartecipare a grandi eventi : Olimpiadi Torino 2006 (84 artisti),Universiadi 2007 (15 artisti), presentazione FIAT 500 (27 artisti),Capodanno Olimpico Torino 2005 (20 artisti), Rete 4 “un circo perl’estate” 2005 (10 formatori per 7 puntate in prima serata). Dal2005 ogni fine anno viene prodotto uno spettacolo: “5 e 31” nel2005, “Le Stagioni” nel 2006, “Littra” e “Caballà”nel 2007.

Altreinformazioni in
www.flicscuolacirco.it

--

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it



]]>
Bazar - 2 e 3 maggio TORINO - Vetrina di circo contemporaneo e arte di strada Mon, 28 Apr 2008 12:49:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55640.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55640.html Zelig Zelig COMUNICAZIONESTAMPA
BAZAR - 2a Vetrina italiana dicirco contemporaneo e arte di strada
2 e 3 maggio 2008
Casa del Teatro Ragazzi - Corso Galileo Ferraris, 266 - TORINO

Buongiorno,

ècon piacere che Vi inviamo informazioni su Bazar- Seconda Vetrina Italiana di Circo Contemporaneo e Arte di Strada,che si terrà a Torinoil 2e 3 maggio 2008.

Duegiorni densi di spettacoli, seminari, proiezioni, incontri edoccasioni di confronto tra artisti, operatori culturali,organizzatori, direttori artistici di stagioni teatrali e di festivaldi circo e arte di strada europei.


inallegato:
  • comunicato stampa
  • il programma 
  • la scheda informativa sugli "Incontrie dibattiti"
  • la scheda informativa sullevideo-proiezioni
Tutte le schede degli spettacoli e fotografie a 300dpi facilmente scaricabili da
http://www.zeligspettacoli.it/press/bazar/2008.htm

graziedell'attenzione
Gigi Piga - 3480420650

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it


]]>
30apr - "Yaaba" - MONDOVISIONI Mon, 28 Apr 2008 11:30:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55633.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55633.html Zelig Zelig COMUNICAZIONESTAMPA

Buongiorno,

inviamo informazioni sull'ultimo film che sarà proiettato il 30aprileper la rassegna cinematografica
MONDOVISIONI - Cinema dal Mondo - dal5 al 30 aprile 2008 - Sala Polivalente di Via Leoncavallo, 17 -Torino


Mercoledì 30 aprileore 20.45

"Yaaba" di Idrissa Ouédraogo – BURKINA FASO1989, 90' -con S. Fatimata, N. Ouédraogo, R. Barry- versione originale consott. in italiano
In un villaggio del Burkina Faso un'anziana donna vive ai margini dellacomunità. Solo due ragazzini saparanno andare contro le regole delvillaggio e le dimostreranno il loro affetto. Film delicato e poetico.


In allegato:
- la scheda del film
- una immagine del film
- il comunicato stampa di Mondovisioni

Tutte le schede dei films e altre immagini per i media
scaricabili dahttp://www.zeligspettacoli.it/press/mondovisioni/2008.htm

fotografie ad alta definizione anche cliccando sopra le immagini quisotto:


Grazie perl'attenzione e buon lavoro
Gigi Piga

--

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it



]]>
23apr - "C'eravamo tanto amati" - MONDOVISIONI Mon, 21 Apr 2008 12:10:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55282.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55282.html Zelig Zelig Buongiorno,

inviamo informazioni sul film che sarà proiettato il 23 aprileper la rassegna cinematografica
MONDOVISIONI - Cinema dal Mondo - dal5 al 30 aprile 2008 - Sala Polivalente di Via Leoncavallo, 17 -Torino


Mercoledì 23 aprileore 20.45

"C'eravamo tanto amati" di Ettore Scola – ITALIA 1974, 125' -con N. Manfredi, V. Gassman, S. Sandrelli - con sott. in italiano
Trent'anni di storia italiana raccontati, tra ironia e malinconia,attraverso le storie di tre amici. Un pilastro della commediaall'italiana.



In allegato:
- la scheda del film
- il comunicato stampa di Mondovisioni

Tutte le schede dei film e altre immagini per i media
scaricabili dahttp://www.zeligspettacoli.it/press/mondovisioni/2008.htm

fotografie ad alta definizione anche cliccando sopra le immagini quisotto:


"Le Grand Voyage"

locandina "Le Grand Voyage"

"Elhijo de la novia"

"Filantropica"

"Yaaba"

Leragazze dell'Associazione "i313"

LogoAssociazione "i313"
 

Grazie perl'attenzione e buon lavoro
Gigi Piga

--

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it




]]>
Bazar - Vetrina di circo contemporaneo e arte di strada - 2 e 3 maggio TORINO Wed, 16 Apr 2008 15:20:00 +0200 http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55016.html http://www.comunicati.net/comunicati/varie/55016.html Zelig Zelig COMUNICAZIONESTAMPA
BAZAR - 2a Vetrina italiana dicirco contemporaneo e arte di strada
2 e 3 maggio 2008
Casa del Teatro Ragazzi - Corso Galileo Ferraris, 266 - TORINO

Buongiorno,

ècon piacere che Vi inviamo informazioni su Bazar- Seconda Vetrina Italiana di Circo Contemporaneo e Arte di Strada,che si terrà a Torinoil 2e 3 maggio 2008.

Duegiorni densi di spettacoli, seminari, proiezioni, incontri edoccasioni di confronto tra artisti, operatori culturali,organizzatori, direttori artistici di stagioni teatrali e di festivaldi circo e arte di strada europei.


inallegato:
  • comunicato stampa
  • il programma 
  • la scheda informativa sugli "Incontrie dibattiti"
  • la scheda informativa sullevideo-proiezioni
Tutte le schede degli spettacoli e fotografie a 300dpi facilmente scaricabili da
http://www.zeligspettacoli.it/press/bazar/2008.htm

graziedell'attenzione
Gigi Piga - 3480420650

Ze L ig  - UfficioStampa
Gigi Piga – +39 3480420650
-
ViaSismonda, 8
10145 Torino
tel. +39 011755006 – tel/fax.+39 0117571600
Skype:zelig_info
press@zeligspettacoli.it

www.zeligspettacoli.it

 
]]>